Trova il tuo esperto.

Trova Psicologi a San Benedetto del Tronto

Guarda i migliori 11 vicino a te


Come funziona ProntoPro

Confronta

Decine di Professionisti verificati sono pronti ad aiutarti

Scegli

Controlla prezzo, foto e recensioni.

Contatta

Scrivi ai Professionisti direttamente in chat.

Gratis e senza impegno.


Recensioni dei clienti per Psicologi a San Benedetto del Tronto

4.7
Valutazione media su 1200+ recensioni

Trova psicologo a San Benedetto del Tronto

Make-up onicotecnica

Make-up onicotecnica

Psicologo e psicoterapeuta, con esperienza pluriennale nel settore, si occupa di trattare e curare disturbi di attacchi di panico a San benedetto del tronto

DR

Dott Roberto Giostra Psicologo Psicoterapeuta

Dott Roberto Giostra Psicologo Psicoterapeuta per problemi di attacchi di panico sintomi a San benedetto del tronto, consulenti del lavoro, fobie, depressione e ansia.

Dott.ssa Chiara Mariani - Psicologa

Dott.ssa Chiara Mariani - Psicologa

Per risolvere tutti i problemi di coppia a San benedetto del tronto al fine di evitare di sfociare in una separazione, è possibile rivolgersi ad uno psicologo della zona a San benedetto del tronto.

DS

Dott.ssa Barbara Moreschini Psicologo e Psicoterapeuta

Dott.ssa Barbara Moreschini Psicologo e Psicoterapeuta effettua sedute di psicologia online a San benedetto del tronto. Si occupa di consulenza aziendale e career counseling.

SD

Studio di Psicologia Fermo psicologo a San benedetto del tronto

Studio di Psicologia e Psicoterapia Fermo è lo studio di uno psicologo e psicoterapeuta a San benedetto del tronto. Offre servizi quali amministrazione del personale e cura l'ansia anticipatoria.

SD

Studio di Psicologia Dr.ssa Cristina Marinelli psicologia clinica

Studio di Psicologia e Psicoterapia Dr.ssa Cristina Marinelli è lo studio di uno psicologo e psicoterapeuta a San benedetto del tronto. Si occupa di seguire le aziende che cercano personale.

PE

Psicologo e psicoterapeuta del lavoro a San benedetto del tronto

Dott.ssa Emanuela Tesei da diverso tempo lavora come psicologo e psicoterapeuta del lavoro a San benedetto del tronto. Viene effettuata anche psicoterapia di coppia.

PE

Psicologo e psicoterapeuta a San benedetto del tronto

Professionale psicologo e psicoterapeuta a San benedetto del tronto. Lo studio Dott.ssa Sara Capriotti - Psicologo Psicoterapeuta Ascoli Piceno opera anche quale consulente matrimoniale.

PE

Psicologo e psicologi

Dr. Roberto Cetroni Psicologo Psicoterapeuta, psicologo e psicoterapeuta a San benedetto del tronto, propone terapie personalizzate per affrontare senza traumi i casi di separazione e divorzio.

SD

Selezione del personale

Psicologo (AP-FM) Dott.ssa Mercuri Maria Giulia mental training e psicoterapia di coppia. ansia e attacchi di panico e job career e ricerca e selezione del personale a San benedetto del tronto.

PE

Psicologo e psicoterapeuta a San benedetto del tronto

Dott. Eugenio Scarabelli da anni opera nel campo di psicologo e psicoterapeuta a San benedetto del tronto. L'aiuto psicologico viene garantito con la massima professionalità.


Le risposte del Professionista alle tue domande

Le risposte del Professionista alle tue domande - Andres Rivera Garcia - Psicoterapeuta a San Benedetto del Tronto

Andres Rivera Garcia - Psicoterapeuta a San Benedetto del Tronto

Un'intervista con ProntoPro

Il concetto di “cura della persone”, oggi è molto vasto e spesso omesso. Abbiamo chiesto ad Andres Rivera Garcia, 34enne nato e vissuto a San Benedetto del Tronto, nelle Marche. Si è formato in psicologia clinica presso l’Università degli Studi di Chieti-Pescara e successivamente ha iniziato il percorso accademico come psicoterapeuta presso la scuola I.R.P.A. (Istituto di Ricerca di Psicoanalisi Applicata) di Grottammare.Andres lavora come libero professionista presso un centro che ospita altre figure professionali volte alla cura della persona. Riesce a farlo ottimamente grazie al contesto giovanile in cui si trova, che a sua volta stimolato dalla sinergia tra colleghi.Grazie all’esperienza accumulata da Andres, lui stesso ci conferma l’aumento di richieste da parte sia da giovani adulti che da ragazzi più piccoli, “teenager”. Ciò significa che vi è un crescente ed allarmante avanzare della sofferenza psichica in queste fasce d’età che non va assolutamente minimizzato.La scelta professionale di Andres è nata un po’ per caso. Ci racconta ad esempio, che un giorno alla stazione dei treni vide un uomo che parlava apparentemente da solo. Usa questo termine perché ricorda che sembrava parlasse davvero con qualcun altro: dal suo gesticolare all’attesa di risposta da parte di quell’altra fantomatica persona.Così si chiese: cosa sta vedendo che io non vedo? Cosa sente che io non sento? Perché lui sì ed io no? Ad oggi la motivazione di Andres è semplice, poter aiutare l’altro ad accedere al suo inconscio, metterlo nelle condizioni di interrogarsi su ciò di cui si lamenta, essere uno strumento nelle mani dei pazienti affinché possano ribaltare la loro vita. Non è facile, ognuno ha una sua storia, ha delle questioni che saranno sempre differenti da quelle di un altro.Ogni vita è unica e merita un occhio ed un orecchio estremamente attenti, come se fosse sempre la prima volta, il primo paziente.

Che cosa cura uno psicologo?

Lo psicologo/psicoterapeuta di stampo psicoanalitico ha il preciso compito di agire sull’inconscio del paziente, su ciò che non essendo possibile mettere a parole si tramuta in sintomo (ansia, attacchi di panico, depressione ecc…). Su ciò che lo fa soffrire ma allo stesso tempo offre al soggetto un tornaconto secondario che però non è ben visibile ai suoi occhi.

Sono detraibili le spese per lo psicologo?

Le spese dello psicologo sono assolutamente detraibili fintantoché ilcompenso sia tracciabile quindi utilizzando carta di credito, bonifico ed altrisistemi che la tecnologia ci offre. Quindi Andres suggerisce di non utilizzare altri metodi quali i contanti per esempio, poiché non consentirebbero una traccia.

Cosa vuol dire che uno psicologo sbaglia? Cosa succede in questo caso?

A volte uno psicologo potrebbe "sbagliare". Ma che cosa significa con esattezza? A tale affermazione va fatta una precisazione e associata una importanza assoluta. Esistono infatti, errori ed errori: alcuni semplicemente non producono alcun effetto al paziente quindi né danneggiano né provocano giovamento.Altri invece sono irreversibili. Prima di fare degli interventi importanti è opportuno che lo psicologo abbia ben chiara la diagnosi del paziente, deve esserne sicuro senza ombra di dubbio (solitamente si chiede supporto ad un supervisore, un altroprofessionista con molta più esperienza qualora ci fossero dei dubbi ariguardo). Quando questa chiarezza non c'è, allora si va incontro a dei rischiche a volte possono essere irreversibili, come ad esempio nel caso incui un soggetto con una psicosi non scatenata si scompensi proprio a causa diun intervento sbagliato. Trattare con l’essere umano è una questione delicatissima, specie se si tiene presente la serietà del proprio lavoro. Non bisogna mettersi i guanti di lattice ma quelli di seta, perché a volte anche una sola parola sbagliata nel momento sbagliato, potrebbe avere conseguenze importanti per il paziente.

In cosa consiste il lavoro di uno psicologo infantile?

Lo psicologo infantile è un professionista che agisce su un materiale ancora più delicato, più grezzo se vogliamo definirlo così. Mentre nell’età adulta si ha a che fare con un materiale passato, a “giochi fatti” se vogliamo, nell’infanzia tutto è in avvenire, nulla è determinato. Andres cita una frase di Lacan, uno dei più importanti psicoanalisti del nostro tempo. “Il sintomo del bambino è il sintomo della coppia”; questo significa che prima di prendere in carico il bambino, ci si occupa di ascoltare il discorso dei genitori, indagare ciò che accade nella loro relazione e nella relazione col bambino. Molto spesso accade che una madre o un padre, quando chiedono delle consulenze per il proprio figlio, prendano atto che le questioni che pensavano fossero del loro bambino in realtà riguardavano solamente loro. Quando invece si prende in carico il bambino, il lavoro non è poi così diverso da quello adulto anche se, ovviamente, gli strumenti sono altri. Col bambino si gioca, si disegna, si lavora attraverso il mondo immaginario e la narrazione dello stesso. Il gioco è di fondamentale importanza per il lavoro con l’infanzia, bisogna scendere dalla poltrona e sedersi a terra, mettersi alla stessa altezza del bambino. Anche il bambino, così come l’adulto, ha le sue responsabilità su ciò che gli accade e proprio per questo motivo anche in lui si ricercano le tracce di un inconscio che evidentemente sta cercando di dire qualcosa di “proibito”. Cosa significa proibito? Significa qualcosa di non accettabile alla coscienza come ad esempio: “Vorrei che mio padre non ci fosse, così io posso stare con la mamma” ; “vorrei che mio fratello o mia sorella non fossero mai nati” ; “sarebbe bello se mia madre scomparisse per sempre”. In questi pensieri, il bambino, ne è pienamente responsabile ed è questa la grande innovazione della psicoanalisi: dare una dignità anche al bambino e non pensarlo più come un semplice prodotto esclusivamente nelle mani dell’altro senza possibilità di dire la sua.