5 step per acquisire clienti e aumentare il fatturato sfruttando i dispositivi mobili

acquisire clienti

Quante persone vediamo con lo smartphone in mano passeggiando per strada, cenando al ristorante o durante una corsa in autobus?

Come ormai è facilmente visibile, i dispositivi mobili (smartphone e tablet) sono oggi strumenti che fanno parte della nostra vita e noi li utilizziamo per compiere un gran numero di azioni: cercare nuovi luoghi, comunicare, prenotare servizi, acquistare online, leggere le opinioni altrui, recensire prodotti/servizi e tanto altro ancora.

Ma allora, come possono le attività commerciali sfruttare la potenza dei dispositivi mobili?

Bisogna prima dire una cosa: oggi parlando di web possiamo inquadrarlo meglio usando i termini “saturazione” e “scarsità”. Saturazione perché siamo talmente inondati di nuove informazioni che facciamo fatica a catalogarle e quindi a selezionarle. Scarsità perché viste le tante risorse a disposizione su internet, offriamo poco tempo ad ognuna di esse, per cui alla fine sceglieremo solo le poche che sono risultate interessanti nei primi tre secondi di visione.

Un classico esempio sono i social network perché sono un fiume di informazioni che defluisce velocemente senza che le notizie vengano per la maggior parte fissate, bloccate, riprese.

Il cliente va quindi catturato, stimolato e accompagnato ad acquistare da noi. Ma come fare?

Sapendo che:

  • Nel 2017 il 79,9% del tempo trascorso online dagli italiani avviene attraverso smartphone e tablet e che quasi 9 su 10 lo fanno attraverso applicazioni mobili (fonte: Audiweb 2017).
  • Il traffico organico (non a pagamento) della pagina Facebook è in forte declino rispetto a qualche anno fa (di base ogni post raggiunge fino a solo il 2% del totale dei followers della pagina ed aumenta solo se ci sono interazioni)
  • Secondo una ricerca di Accenture i programmi di fidelizzazione aumentano il fatturato globale fino al 18%.
  • Il 91% dei consumatori legge le recensioni di un luogo/prodotto prima di acquistare
    • l’84% crede alle recensioni come se fosse una raccomandazione personale
    • il 74% si fidano delle recensioni positive
    • il 60% non acquisterebbe con recensioni negative
    • I business più soggetti al giudizio delle recensioni dei clienti sono ristoranti e caffè (fonte: Bright Local).
  • Il 73% dei consumatori raccomanderebbe maggiormente un business che offre un programma di fidelizzazione (fonte: Bond Brand Loyalty)
  • Le applicazioni mobili continuano a generare transazioni più efficienti di qualsiasi altro canale (+150% del pc e +300% dei web mobile). Fonte: Criteo 2016.

Allora è possibile pensare ad una strategia intelligente e a basso costo per acquisire nuovi clienti e fidelizzare ancor di più la propria clientela.
Una strategia come questa si può sviluppare con 3 elementi chiave:

  1. Comunicazione attiva
  2. Programmi fedeltà/offerte
  3. Recensioni

 

I 5 step per acquisire clienti e aumentare il fatturato

La strategia sfrutta i 3 elementi chiave e si sviluppa attraverso un ciclo virtuoso di 5 passaggi che parte da una comunicazione attiva con i propri clienti per ottenere massima visibilità 24/7 e maggiore interazione incentivandoli a tornare più spesso ad acquistare;

 

  1. che parte da una comunicazione attiva con i propri clienti per ottenere massima visibilità 24/7 e maggiore interazione incentivandoli a tornare più spesso ad acquistare;
  2. prosegue con attenzioni e benefits offerti ai propri clienti che porteranno ad un ulteriore aumento di fatturato;
  3. i vantaggi delle offerte persuaderanno velocemente i clienti che saranno portati a ricambiare con nuove recensioni;
  4. questo porterà ad un miglior posizionamento online offerto dalle nuove recensioni e la media del punteggio più elevata richiamerà facilmente i nuovi clienti;
  5. e il ciclo virtuoso ricomincia nuovamente con i nuovi clienti che una volta acquistato saranno incentivati a tornare ancora grazie ai benefits offerti. Tra vecchi e nuovi clienti aumenteranno così visite e fatturato.

 

Perché le Applicazioni Mobili sono ideali per applicare questa strategia?

La strategia si basa sul processo di acquisto, sul comportamento di fronte agli stimoli e sulle abitudini del consumatore di oggi e sfrutta alcune peculiarità delle Applicazioni Mobili:

  1. Chi ha uno smartphone (la maggioranza) usa le APP (9 su 10 si connettono via APP).
  2. Si scaricano senza dover chiedere ai clienti autorizzazioni e dati personali.
  3. Hanno una comunicazione attiva grazie alle notifiche push che arrivano direttamente sugli smartphone.
  4. Hanno specifici prodotti per incrementare il fatturato (programmi fedeltà, coupon, sistemi di recensioni, ecc.).
  5. Hanno ritorni di 3 volte superiori ai siti web mobili.
  6. Oggi anche le piccole attività hanno la possibilità di avere la propria applicazione mobile.

Il mercato delle APP è in fermento. Cosa scegliere? Che prezzi hanno le APP?

È importante dividere il mercato delle APP in 2 categorie:

  1. APP sviluppate liberamente da zero
  2. APP realizzate attraverso piattaforme CMS

Le prime vengono realizzate da programmatori che scrivono “a mano” il codice. Hanno il vantaggio di poter essere personalizzate al 100% e quindi sono indicate per progetti molto complessi ed articolati (ad esempio giochi, attività che richiedono DB e interfacce particolari, sistemi di Geolocalizzazione avanzati, ecc.).

Il rovescio della medaglia sono i costi che in genere partono da almeno 6 cifre (dipende dal progetto ma bisogna considerare un investimento iniziale di almeno 10.000€ fino anche a centinaia di migliaia di Euro per i progetti più complessi e per gli aggiornamenti, oltre al costo mensile/annuale di mantenimento/gestione).

Le seconde, sono APP che vengono sempre sviluppate da professionisti ma su piattaforma CMS: questo sistema dipende dalla qualità della piattaforma e dalla bravura dello sviluppatore. Sono pensate per gli esercizi commerciali e professionali offrendo specifici strumenti a questi tipi di business.

 

Il prezzo è perfettamente alla portata di quasi tutti i piccoli business, mentre lo svantaggio è che non possono sfruttare tutto il potenziale della libera programmazione (ma nella maggior parte dei casi non è necessaria).

Attenzione però a scegliere la piattaforma che possa offrire maggiore potenziale e di verificare le caratteristiche tecniche e qualitative laddove ci si trova di fronte a prezzi iper-ribassati. Anche in questo caso c’è da considerare il costo di mantenimento che varia a seconda dei servizi che vengono offerti e dalla qualità della piattaforma).

Come scegliere a quale piattaforma affidarsi?

Dipende dal progetto. Posso solo consigliare di valutare per prima cosa il vostro mercato, il cliente tipo e quale strategia applicare. Nel caso in cui la vostra strategia vi portasse ad investire risorse sulle Applicazioni Mobili, posso suggerire di valutare al meglio le caratteristiche tecniche e il supporto che vi offre lo strumento per riuscire ad acquisire più clienti e aumentare il fatturato.

 

Si ringrazia Milo Patruno di Milo Web App.

Condividi l'articolo: