Abbigliamento e sicurezza sul lavoro: cosa c’è da sapere

Pubblicato il 22 novembre 2017 da Alessandra
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin

Nell’ambito dell’abbigliamento per la sicurezza sul lavoro, la classificazione dei dispositivi di protezione individuale ha un ruolo fondamentale per garantire l’incolumità dei dipendenti. Tutti gli indumenti devono riportare una marcatura CE, che sta a significare che si tratta di prodotti conformi alle prescrizioni contenute nella direttiva europea CEE 89/686 del 21 dicembre del 1989 e ai requisiti essenziali in essa indicati. A seconda della gravità del rischio da evitare, i DPI vengono categorizzati in tre classi differenti, ne abbiamo parlato con il team di Eurohatria.com, shop online di abbigliamento da lavoro, a seguire quanto è emerso:

La prima categoria dei dispositivi di protezione individuale

La prima categoria dei dispositivi di protezione individuale include quelli di progettazione semplice che hanno il compito di proteggere il soggetto che li indossa da rischi di lieve entità: danni fisici come, per esempio, azioni lesive reversibili e lievi provocate da ordinari fenomeni atmosferici o prodotti per la pulizia, ma anche lesioni superficiali dovute a strumenti meccanici. Questi DPI devono essere accompagnati da una autocertificazione che deve essere rilasciata dal produttore che li distribuisce, in cui si dichiara la conformità degli stessi ai requisiti indicati dalle normative.

La seconda categoria dei dispositivi di protezione individuale

La seconda categoria dei dispositivi di protezione individuale, invece, include quelli che proteggono da danni fisici che non sono di lieve entità ma che, al tempo stesso, non sono considerabili come lesioni gravi e permanenti. Occorre, per questi DPI, il certificato di esame CE, che deve essere rilasciato da un organismo notificato.

La terza categoria dei dispositivi di protezione individuale

La terza categoria dei dispositivi di protezione individuale, infine, include quelli di progettazione complessa, che hanno il compito di proteggere chi li utilizza dal rischio di lesioni gravi e permanenti o dal rischio di morte. In questo caso l’ente notificato è tenuto a effettuare le verifiche richieste per il rilascio della certificazione, e in più ha il compito di sorvegliare il sistema di qualità aziendale.

sicurezza sul lavoro

La certificazione e la marcatura CE

Per attestare le caratteristiche di un prodotto è indispensabile la certificazione, che viene notificata alla Comunità Europea e che ha lo scopo di indicare che l’articolo in questione dispone dei requisiti essenziali segnalati dalle norme tecniche di riferimento e dalla direttiva europea. La certificazione include la marcatura CE, che viene apposta sul prodotto e che costituisce, agli occhi degli acquirenti e degli utenti, un indice di presunzione, nel senso che permette di sapere che l’articolo è conforme alle direttive europee. In pratica, la certificazione fornisce un aiuto all’utente, anche perché gli garantisce informazioni utili, come per esempio i valori prestazionali del dispositivo di protezione individuale, la categoria a cui appartiene e le indicazioni su limiti e impieghi: tutto
ciò di cui ha bisogno per trovare il DPI più adatto al contesto in cui si trova e alla realtà lavorativa in cui è impiegato.

I datori di lavoro

A proposito di abbigliamento per la sicurezza sul posto di lavoro, i datori di lavoro sono tenuti a rispettare una serie di obblighi in materia, a cominciare dalla necessità di identificare le caratteristiche di cui i dispositivi di protezione individuale devono essere in possesso perché essi possano essere ritenuti adeguati ai rischi da cui devono proteggere. Compito dei datori di lavoro è anche quello di individuare le condizioni di utilizzo dei DPI, tenendo conto anche di quanto riportato nella nota informativa, che fornisce dettagliate istruzioni di impiego. Infine, il terzo obbligo da rispettare consiste nell’informare in maniera preventiva i lavoratori a proposito dei rischi a cui vanno incontro in assenza di DPI, con un adeguato addestramento finalizzato a un uso corretto dei dispositivi.

I lavoratori

I lavoratori, dal canto loro, devono avere cura dei dispositivi di protezione individuale che vengono loro assegnati, usandoli secondo le disposizioni che hanno ricevuto, non modificandoli e segnalandone l’usura o possibili difetti riscontrati. A proposito, è indispensabile provvedere alla manutenzione e alla corretta conservazione dei DPI: un obbligo in capo ai datori di lavoro, con la norma UNI 10720 che impone di tenere un registro per l’immagazzinamento per tutti i dispositivi che richiedono una manutenzione, da inserire nella valutazione dei rischi.

I riferimenti normativi

Il riferimento normativo per i dispositivi di protezione individuale e per gli indumenti da usare sul posto di lavoro è il Testo Unico sulla Sicurezza sul Lavoro, che corrisponde al D. Lgs. 81/2008.

Condividi l'articolo:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin
Pubblicato il da Alessandra
Articoli correlati:

CODICI E CODICILLI - Madrelingua traduttrice, proofreader, ed insegnante di inglese e italiano

Traduzioni a Firenze
scritto da Roberto S il 20/11/2017
Mi sono avvalso di Eleonora Harris per la traduzione in inglese del nostro sito web aziendale. Oltre all'indubbia capacità tecnica ho potuto...

GS di Simonelli Giacomo

Idraulico a San Secondo Parmense
scritto da Maddalena B il 20/11/2017
Bravissimo Giacomo che ha risolto il problema in brevissimo tempo con un'ottimo risultato! da ricontattare sicuramente se dovessi averne anc...

Antennista elettricista

Elettricista generico a Ciampino
scritto da Cristian V il 20/11/2017
Sono stati professionali, rapidissimi, e hanno risolto brillantemente il problema. Trattamento economico e giusto, mi hanno poi offerto un m...

Luca Gomiero

Rifacimento intonaco pareti a Treviso
scritto da Vukadinovic M il 20/11/2017
Che dire... non potevo fare una scelta migliore! Ho contattato Luca per l'isolamento di una terrazza e la dipintura interna di casa. Il lavo...

Birolini manutenzioni srl

Manutenzione o revisione caldaia a Bergamo
scritto da Mara I il 19/11/2017
Eccellente servizio, puntuale, preciso e professionale. Il preventivo è stato chiaro ed il tecnico molto corretto nella spiegazione e applic...

Bolzonella Andrea posa levigatura e restauro pavimenti e scale in legno

Lucidatura parquet a Dolo
scritto da Antonio M il 19/11/2017
Bolzonella Andrea, ottimo artigiano è un vero professionista del parquet, competente, serio, gentile e puntuale ha eseguito la lamatura, st...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Come funziona ProntoPro

Fai la richiesta
1

Fai la richiesta

Indica di che cosa hai bisogno in pochi click.
Confronta i preventivi
2

Confronta i preventivi

In poche ore riceverai fino a 5 preventivi personalizzati.
Scegli il professionista
3

Scegli il professionista

Scegli il professionista più adatto a te dopo aver confrontato le offerte e consultato i profili.