Alla scoperta del wedding planner

Simonetta ci racconta della sua attività di wedding planner.

Come hai deciso di intraprendere questa strada?

Tutto è iniziato come un gioco, per anni ho organizzato feste private, comunioni, Battesimi, Compleanni, Matrimoni per amici e conoscenti.

Ho sempre avuto una passione innata per l’organizzazione di eventi, ma in Italia, la figura della Wedding Planner inizia ad essere riconosciuta da circa 15 anni.

Il programma televisivo su Real Time con Enzo Miccio ne è stato un ottimo divulgatore.

Tre anni fa mi sono resa conto che era arrivato il momento giusto per realizzare il mio sogno, ho conseguito corsi specifici per poter esercitare la professione ed ho intrapreso questa avventura, per me gratificante ed emozionante.

Le mie doti caratteriali mi aiutano molto nel mio lavoro, sono una persona positiva, paziente, affidabile, creativa e determinata.

Cosa non dave mai fare una Wedding Planner?

Una Wedding Planner non deve mai prendere decisioni senza il consenso degli sposi.

Una WP non deve farsi impressionare dagli imprevisti, ma deve trovare soluzioni
(Il punto centrale di questa professione)

Una WP non deve creare situazioni di ansia e stress

Una WP non deve andare oltre il budget stabilito

 

 

Ringraziamo Simonetta per l’intervista concessa a ProntoPro.

 

 

 

Condividi l'articolo: