Cerchi un Elettricista?

Richiedi preventivi gratis

Cerca Professionista

Cerchi un Elettricista?

Richiedi preventivi gratis

Cerca Professionista

Aria condizionata: i consigli per risparmiare soldi e energia

Grazie alla sua capacità di abbassare la temperatura di una stanza o in generale dell’ambiente nel quale si trova, il condizionatore è senza ombra di dubbio l’elettrodomestico principe dell’estate. I nuovi climatizzatori sono in grado di raffrescare (o riscaldare in inverno) gli ambienti casalinghi controllando la temperatura, l’umidità, la qualità e la distribuzione dell’aria, migliorando il comfort e risparmiando sui costi in bolletta. Infatti, un climatizzatore in classe energetica A+++ può arrivare a consumare il 40% in meno rispetto ad un condizionatore di classificazione B. La scelta di un climatizzatore di ultima generazione è senza dubbio quella più consigliata poiché garantisce una migliore efficienza energetica e prestazioni più elevate.

5 consigli per ottimizzare le prestazioni del condizionatore e risparmiare in bolletta

Su ProntoPro, l’installazione dell’aria condizionata è il servizio più richiesto. La spesa per l’installazione di un nuovo impianto di categoria A richiede in media un investimento di 2.000 €, ma un buon condizionatore non basta per garantire ottimo refrigerio, senza pesare troppo sulle tasche dei consumatori. Nell’uso sbagliato del condizionatore si annida infatti il rischio di spreco. Ecco 5 consigli pratici, molto semplici, per non sprecare corrente elettrica durante l’estate, e risparmiare fino al 10% sulla bolletta.

  1. Non raffreddare troppo l’ambiente
    La temperatura ideale interna alla casa deve essere inferiore di 5-6 gradi °C massimo rispetto alla temperatura esterna. Questo anche per evitare sbalzi termici ed eventuali problemi di salute;
  2. Utilizzare la funzione deumidificatore
    Spesso può essere sufficiente l’attivazione della funzione “deumidificazione”, questo perché l’umidità presente nell’aria fa percepire una temperatura molto più elevata rispetto a quella reale: l’umidità dell’ambiente deve essere attorno al 30/40%;
  3. Chiudere porte e finestre
    Sembra scontato, ma non non lo è! L’arrivo di nuova aria calda lasciando aperta la finestra, obbliga il condizionatore a compiere un lavoro supplementare per riportare la temperatura e l’umidità ai livelli richiesti, con conseguente dispendio di energia;
  4. Utilizzare il timer e la funzione “notte”
    Usando il timer e la funzione “notte” è possibile ridurre al minimo il tempo di accensione del condizionatore, evitando inoltre di lasciare il climatizzatore acceso per l’intera giornata e soprattutto la notte. Dormire esposti alla corrente dell’aria condizionata infatti fa male e può causare tosse e bronchite;
  5. Attenzione alla posizione
    Se l’ambiente lo consente, è preferibile Installare il climatizzatore nella parte alta della parete perché l’aria fredda tende a scendere e si mescolerà più facilmente con quella calda (che invece tende a salire). Evitare di posizionarlo dietro divani o tende perché impediscono all’aria fresca di propagarsi, bloccandola in un determinato spazio.

ARTICOLO SCRITTO DA

Lo Staff di ProntoPro

Redazione

Hai bisogno di un Professionista per la tua casa? Trovalo su ProntoPro!

Cerca Professionista