AXS: Architettura Sostenibile

Pubblicato il 26 Gennaio 2017 da Fabio
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin

Rodolfo Collodi ci parla di architettura sostenibile.

Studio AXS: di cosa si occupa?

AxS è l’acronimo di Architettura per Sostenibilità proprio perché lo studio lavora sui temi dell’architettura e del paesaggio ma con attenzione alle questioni energetiche e ambientali, poiché strettamente legate alla dimensione dell’abitare quotidiano. Progetto bioclimatico, materiali naturali, utilizzo di energie da fonti rinnovabili, finiture ed arredi eco-friendly, miglior rapporto tra investimento e benefici ottenuti, sono i naturali strumenti di lavoro. Ciò che maggiormente ci interessa non è trovare la soluzione bella in assoluto e da mostrare, bensì creare ambienti che risultano accoglienti per le persone che li vivono e nei quali è possibile rigenerarsi, ponendo molta attenzione anche agli aspetti economici e ambientali.

Raccontaci qualche progetto che vi ha particolarmente reso orgogliosi.

Nel nostro caso le ristrettezze economiche e i budget contenuti ci costringono ad essere creativi ed ogni volta a trovare soluzioni estremamente ottimizzate, per questo ogni progetto per noi è motivo di orgoglio. Volendo parlare in particolare di uno posso dirti di un lavoro recentemente concluso che ha riguardato un intervento di riqualificazione energetica e di restauro di un antico fabbricato in pietra, all’interno di un borgo storico tutelato architettonicamente. In questo caso la sfida era abbastanza ardua dato che si trattava di un edificio rimasto fermo nel tempo, privo anche delle dotazioni basilari. Seppure con un budget limitato siamo riusciti a dare di nuovo la sicurezza statica con interventi puntuali e a migliorare le prestazioni energetiche – ambientali tramite lo sfruttamento solare e l’efficientamento dell’involucro, mirato alla quasi totale autonomia energetica. Mantenendo i caratteri originari dell’edificio e con l’impiego di materiali bio ed ecocompatibili (come la canapa e l’argilla cruda, a vantaggio anche della qualità ambientale interna), siamo riusciti a rendere l’abitazione confortevole secondo i parametri odierni. Considera che a fronte di una spesa per restauro e riqualificazione energetica di meno di 900 euro al mq, l’edificio adesso è in classe A+, è dotato di tecnologie evolute, è salubre, molto confortevole e rimanendo fedele all’essenzialità antica ha mantenuto tutti gli elementi caratteristici: scale in legno, solai in cotto e legno, cucina in muratura. Tutto questo è possibile grazie alla scelta accurata degli interventi da fare, all’utilizzo di materiali tradizionali e in alcuni casi anche di recupero già disponibili in loco, perché l’architettura sostenibile non è obbligatoriamente più costosa. A questo proposito aggiungo che l’applicazione di metodi costruttivi “bio” può essere anche la chiave di volta per riuscire a fare interventi edilizi altrimenti impossibili, come ampliamenti in zone già sature o in aree agricole. E qui potrei raccontarti di un lavoro attualmente in corso, ma sarà per una prossima volta.

Si parla sempre più spesso di “Comfort abitativo”. Ci puoi spiegare in cosa consiste?

Il comfort abitativo è dato dalla possibilità di un individuo di mantenere uno stato di benessere. Questo “star bene” è una condizione di equilibrio che viene condizionata sia da parametri misurabili che da sensazioni individuali. Un edificio, o una stanza, non può essere pensato come un contenitore neutro perché spazio, materiali, forme, luce, colori, suoni sono qualità con le quali ogni organismo umano interagisce. In pratica il nostro corpo è in costante adattamento per mantenere un equilibrio, attraverso autoregolazioni che possono portare anche a sensazioni spiacevoli e a manifestazioni di disagio, ad esempio la copiosa sudorazione per il troppo caldo o i brividi di freddo. Il fatto che una sensazione sia spiacevole è proprio l’indicazione della “fatica” che il corpo sta facendo per mantenere l’equilibrio. Lo star bene in un luogo allora dipende sia da condizioni ambientali oggettive (temperatura dell’aria e delle superfici, umidità, presenza/assenza di rumori, qualità dell’illuminazione, qualità dell’aria intesa in termini di purezza e assenza di sostanze tossiche per l’uomo, campi elettromagnetici) sia da altre variabili personali del tutto soggettive (abbigliamento e attività che si sta svolgendo, condizioni di salute, età). Se sui fattori soggettivi in quanto tali non è possibile influire in modo efficace e se i fattori acustici e termoigrometrici sono ormai materia trattata, anche grazie alla presenza di normative specifiche, discorso a parte va fatto per quello che riguarda gli aspetti di qualità dell’aria, di qualità della luce naturale e i campi elettromagnetici che sono spesso ignorati. E’ importante ricordare infatti che il modo in cui gli edifici sono costruiti influisce non solo sulle percezioni, ma sulla salute stessa delle persone. Esistono fondati studi che attribuiscono maggiori i rischi sanitari all’inquinamento interno rispetto a quello esterno e i dati acquisiscono maggiore rilevanza se correlati al tempo che ognuno di noi trascorre al chiuso: il 90% (casa, scuola, lavoro, svago). Cerco di fare degli esempi sempre in riferimento a parametri misurabili: – i materiali da costruzione o di finitura e gli arredi possono emettere sostanze nocive che rimangono in ambiente determinando reazioni, più o meno evidenti e permanenti fino a divenire patologie vere e proprie, nelle persone che trascorrono il proprio tempo in quel luogo. – le normative prese generalmente a riferimento, che definiscono le dimensioni minime delle finestre sono assolutamente inadeguate a definire condizioni di benessere riguardo alla presenza di luce naturale, che di fatto incide sul ritmo metabolico delle persone ed è fondamentale per il benessere psicofisico. Gli esempi possono essere ancora molti, ma prima di chiudere quello che mi preme dire è che per il comfort abitativo non sono importanti solamente gli impianti (per avere la giusta temperatura in ogni stagione), ma anche la biocompatibilità di tutti i materiali e i componenti che si sceglie di utilizzare, perché di fatto esiste una diretta relazione tra qualità dei materiali, prestazioni tecnologiche e comfort.

 

 

 

Ringraziamo Rodolfo Collodi per l’intervista concessa a ProntoPro. Scoprite di più su www.studioaxs.it

Condividi l'articolo:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin
Pubblicato il da Fabio
Postato in: La tua casa
Articoli correlati:

CODICI E CODICILLI - Madrelingua traduttrice, proofreader, ed insegnante di inglese e italiano

Traduzioni a Firenze
scritto da Roberto S il 20/11/2017
Mi sono avvalso di Eleonora Harris per la traduzione in inglese del nostro sito web aziendale. Oltre all'indubbia capacità tecnica ho potuto...

GS di Simonelli Giacomo

Idraulico a San Secondo Parmense
scritto da Maddalena B il 20/11/2017
Bravissimo Giacomo che ha risolto il problema in brevissimo tempo con un'ottimo risultato! da ricontattare sicuramente se dovessi averne anc...

Antennista elettricista

Elettricista generico a Ciampino
scritto da Cristian V il 20/11/2017
Sono stati professionali, rapidissimi, e hanno risolto brillantemente il problema. Trattamento economico e giusto, mi hanno poi offerto un m...

Luca Gomiero

Rifacimento intonaco pareti a Treviso
scritto da Vukadinovic M il 20/11/2017
Che dire... non potevo fare una scelta migliore! Ho contattato Luca per l'isolamento di una terrazza e la dipintura interna di casa. Il lavo...

Birolini manutenzioni srl

Manutenzione o revisione caldaia a Bergamo
scritto da Mara I il 19/11/2017
Eccellente servizio, puntuale, preciso e professionale. Il preventivo è stato chiaro ed il tecnico molto corretto nella spiegazione e applic...

Bolzonella Andrea posa levigatura e restauro pavimenti e scale in legno

Lucidatura parquet a Dolo
scritto da Antonio M il 19/11/2017
Bolzonella Andrea, ottimo artigiano è un vero professionista del parquet, competente, serio, gentile e puntuale ha eseguito la lamatura, st...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Come funziona ProntoPro

Fai la richiesta
1

Fai la richiesta

Indica di che cosa hai bisogno in pochi click.
Confronta i preventivi
2

Confronta i preventivi

In poche ore riceverai fino a 5 preventivi personalizzati.
Scegli il professionista
3

Scegli il professionista

Scegli il professionista più adatto a te dopo aver confrontato le offerte e consultato i profili.