Celiachia: 5 luoghi comuni da sfatare

Pubblicato il 13 Maggio 2021 da Ufficio Stampa
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin

La celiachia è una malattia autoimmune in cui si scatena un’infiammazione cronica dell’intestino tenue nel caso venga ingerito del glutine, un ingrediente contenuto principalmente in alimenti come grano, farro, kamut, segale, avena e orzo. Secondo la Relazione annuale al Parlamento del Ministero della Salute sulla celiachia si stima che nella popolazione italiana il numero di celiaci si aggiri intorno ai 600.000, ma i casi diagnosticati vanno appena oltre i 225.000. Un pò per disinformazione generale e un po’ per semplificazione, nella mente delle persone la celiachia viene spesso concepita come una semplice intolleranza alimentare.

In occasione della Giornata Mondiale della Celiachia, che si celebra ogni anno il 16 maggio, abbiamo chiesto ad Arianna Borrelli, una delle nutrizioniste Top Pro iscritte al nostro portale, di scardinare alcuni dei luoghi comuni legati a questa infiammazione cronica dell’intestino.

  1. Poi passa vedrai!

    Il primo tranello sulla celiachia sta proprio nella definizione erroneamente diffusa. Essendo da molti considerata una semplice intolleranza, si pensa che sia sufficiente eliminare il glutine dalla propria alimentazione per poi reinserirlo gradualmente e riabituare successivamente il corpo alla sua assunzione: la celiachia, purtroppo, è per sempre e l’unica cura al momento possibile è la completa e costante eliminazione del glutine dai pasti.

  2. Chissà quanto peso perdi

    Un falso mito particolarmente condiviso: eliminare il glutine porta ad una perdita di peso garantita. E invece no, non esiste correlazione tra dieta priva di glutine e dimagrimento. Anzi, il dimagrimento è proprio uno dei campanelli d’allarme di una possibile celiachia: l’organismo di una persona celiaca non è in grado di assimilare alimenti contenenti il glutine, con conseguente perdita di peso, apparentemente inspiegabile. Una volta che la malattia viene diagnosticata e si inseriscono nel proprio piano alimentare piatti gluten free, il corpo riprende ad assimilare il cibo in maniera corretta e torna ad esserci un equilibrio tra calorie assunte e peso.

  3. Puoi baciare qualcuno che ha appena mangiato del glutine?

    Niente paura! Nessun rischio di contaminazione baciando qualcuno che ha appena mangiato un panino o un piatto di pasta. Per una contaminazione è necessaria un’assunzione di glutine compresa tra i 10 mg e i 50 mg al giorno per 90 giorni: un centimetro cubo di pane al giorno per 90 giorni, per intenderci. Dunque, è altamente improbabile che un bacio faccia danni.

  4. Quanto sei celiaco?

    Classica domanda che almeno una volta nella vita una persona celiaca si è sentita porre. Per la celiachia non ci sono gradi come per le intolleranze, o lo si è o non lo si è. Ci sono persone che hanno una reazione immediata all’assunzione, altre invece dopo qualche ora, i cosiddetti asintomatici non manifestano nessun disagio apparente: in qualsiasi caso le conseguenze intestinali sono comuni per tutti e della stessa intensità.

  5. Uno sgarro ogni tanto potrai farlo, no?

    Senza dubbio la fake news più promossa dalle nonne italiane! Ma con la celiachia gli sgarri sono altamente sconsigliati. La dieta priva di glutine va seguita scrupolosamente, anche dai soggetti asintomatici. Se si sgarra, o si sbaglia, il danno a livello intestinale si verifica comunque e questo potrebbe portare ad una maggiore probabilità di sviluppare complicanze nel medio-lungo termine, come disturbo della fertilità, tumori maligni, malattie intestinali, diabete, tiroidite ed epatite autoimmuni, osteoporosi precoce, fragilità ossea e intolleranza al lattosio.

Condividi l'articolo:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin
Pubblicato il da Ufficio Stampa
Postato in: Il tuo benessere
TAG:
Articoli correlati:

CODICI E CODICILLI - Madrelingua traduttrice, proofreader, ed insegnante di inglese e italiano

Traduzioni a Firenze
scritto da Roberto S il 20/11/2017
Mi sono avvalso di Eleonora Harris per la traduzione in inglese del nostro sito web aziendale. Oltre all'indubbia capacità tecnica ho potuto...

GS di Simonelli Giacomo

Idraulico a San Secondo Parmense
scritto da Maddalena B il 20/11/2017
Bravissimo Giacomo che ha risolto il problema in brevissimo tempo con un'ottimo risultato! da ricontattare sicuramente se dovessi averne anc...

Antennista elettricista

Elettricista generico a Ciampino
scritto da Cristian V il 20/11/2017
Sono stati professionali, rapidissimi, e hanno risolto brillantemente il problema. Trattamento economico e giusto, mi hanno poi offerto un m...

Luca Gomiero

Rifacimento intonaco pareti a Treviso
scritto da Vukadinovic M il 20/11/2017
Che dire... non potevo fare una scelta migliore! Ho contattato Luca per l'isolamento di una terrazza e la dipintura interna di casa. Il lavo...

Birolini manutenzioni srl

Manutenzione o revisione caldaia a Bergamo
scritto da Mara I il 19/11/2017
Eccellente servizio, puntuale, preciso e professionale. Il preventivo è stato chiaro ed il tecnico molto corretto nella spiegazione e applic...

Bolzonella Andrea posa levigatura e restauro pavimenti e scale in legno

Lucidatura parquet a Dolo
scritto da Antonio M il 19/11/2017
Bolzonella Andrea, ottimo artigiano è un vero professionista del parquet, competente, serio, gentile e puntuale ha eseguito la lamatura, st...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Come funziona ProntoPro

Fai la richiesta
1

Fai la richiesta

Indica di che cosa hai bisogno in pochi click.
Confronta i preventivi
2

Confronta i preventivi

In poche ore riceverai fino a 5 preventivi personalizzati.
Scegli il professionista
3

Scegli il professionista

Scegli il professionista più adatto a te dopo aver confrontato le offerte e consultato i profili.