Cerchi un Certificatore energetico?

Richiedi preventivi gratis

Cerca Professionista

Cerchi un Certificatore energetico?

Richiedi preventivi gratis

Cerca Professionista

Che cos’è una certificazione energetica e perché è importante

La certificazione energetica è un documento ufficiale che si basa su un sistema di valutazione della qualità energetica degli immobili. Ha una validità di 10 anni e può essere prodotto solo da professionisti accreditati. Lo scopo di questo documento è quello di valutare e promuovere l’efficienza energetica e il miglioramento delle prestazioni energetiche degli edifici. 

APE, ACE, AQE

ACE, APE e AQE sono degli attestati di natura diversa. Forniscono informazioni chiare e trasparenti sulla qualità energetica secondo precisi sistemi di valutazione. Vediamo le principali differenze tra queste 3 certificazioni:

  • L’ACE o Attestato di Qualificazione Energetica riporta le caratteristiche energetiche di un immobile e il consumo annuale di energia.
  • L’APE o Attestato di Prestazione Energetica registra il consumo di energia annuale e assegna una classe energetica all’immobile, che va da un valore minimo (G) a un valore massimo (A4, che indica il più alto grado di efficienza energetica attribuibile a un edificio). Sia l’ACE che l’APE hanno l’obiettivo di promuovere il miglioramento dell’efficienza energetica di un edificio. 
  • L’AQE o Attestato di Qualificazione Energetica certifica che vengano rispettate le prescrizioni di miglioramento dell’efficienza energetica a seguito di modifiche o ristrutturazione di un immobile.

Come ottenere una certificazione energetica

Il primo passo per ottenere la certificazione energetica è affidarsi a un tecnico certificatore, che si occuperà di raccogliere la documentazione di base sull’edificio: visura catastale, planimetria dello stabile, libretto d’impianto e altri documenti che saranno chiariti dagli esperti per la realizzazione dell’attestato finale. Allo scopo di raccogliere le informazioni necessarie alla determinazione della qualità energetica, è necessario che l’esperto effettui un sopralluogo e verifichi gli elementi costruttivi e gli impianti. Dopo aver verificato la documentazione e l’edificio stesso, il tecnico si avvale di software certificati dal CTI (Comitato Termotecnico Italiano), in modo da ottenere i valori finali di prestazione energetica globale da inserire nella certificazione. 

L’esperto si occuperà non solo di sottoscrivere la certificazione, ma si occuperà anche di trasmetterà alla Regione o Provincia competente, restituirà al richiedente entro due settimane il documento finale. 

Quando è necessario fare la certificazione energetica?
La certificazione energetica è un documento ufficiale e in alcuni casi obbligatorio. Vediamo i casi in cui viene richiesto: 

  • Per gli edifici di nuova costruzione o sottoposti, dopo la demolizione, alla ricostruzione completa o parziale; 
  • Per edifici destinati alla compravendita o all’affitto e sottoposti a un nuovo contratto di locazione
  • In alcuni casi la certificazione energetica potrebbe essere richiesta in caso di ristrutturazioni, sostituzione o installazione di impianti.

La certificazione deve essere inoltre aggiornata nel caso in cui avvengano lavori di sostituzione, rifacimento di alcuni sistemi e/o isolamento termico. 

L’APE in particolare è uno dei documenti richiesti per accedere alle detrazioni fiscali previste per interventi migliorativi e per ottenere incentivi statali. 

Perché è importante richiedere una certificazione energetica

Il tecnico certificatore si occuperà di indicare possibili e specifici interventi migliorativi della qualità energetica dell’edificio. In questo senso, è utile considerare questo documento come una vera o propria opportunità di avere davanti agli occhi dati sicuri e trasparenti sugli edifici di proprietà. Inoltre, conoscere l’efficienza energetica di un edificio è un vantaggio per i proprietari nel caso in cui decidano di affittare o vendere. Infatti, il valore sul mercato di stabili cresce all’aumentare dell’efficienza energetica. Allo stesso modo, chi dovrà acquistare o prendere in affitto lo stabile, avrà chiari quali consumi aspettarsi e quali benefici ottenere in bolletta: un edificio con classe energetica A consumerà meno energia rispetto a uno con classe F o G.


ARTICOLO SCRITTO DA

Lo Staff di ProntoPro

Redazione

Hai bisogno di un Professionista per la tua casa? Trovalo su ProntoPro!

Cerca Professionista