Come costruire un sito aziendale che contribuisca allo sviluppo della propria azienda?

Qui di seguito vedremo quali sono le regole per costruire un sito aziendale che faccia sentire i propri clienti accolti e che migliori il proprio business.

sito aziendale

Qual è l’importanza che il sito web riveste nel successo di una azienda?

Un’azienda che ai giorni nostri non abbia un sito web online è quasi come se non esistesse, infatti essere presenti sul web è fondamentale per farsi conoscere e per aumentare la propria visibilità.

L’importanza di un sito web per una azienda varia in base alla tipologia di azienda ed alla tipologia di beni e/o servizi che la stessa offre. Per un’azienda  operante su di un mercato B2B generalmente il sito web svolge una funzione d’immagine, di prestigio per il o i propri brand.

Possiamo affermare, usando una metafora, che un sito web svolge la stessa funzione di una sala riunioni accogliente, un tour guidato in azienda, un catalogo illustrato o dei gadget promozionali: accoglie i suoi clienti ed i suoi potenziali clienti, cercando di far si che questi si sentano compresi ed al sicuro e che sviluppino un’immagine positiva della realtà aziendale che il sito presenta.

Non è raro comunque che anche un’attività B2B possa utilizzare il proprio sito per ricevere ordini online o addirittura esporre e vendere alcuni suoi prodotti nuovi od usati.

Tra i nostri clienti abbiamo per esempio un’azienda che opera esclusivamente B2B. Questa produce e commercializza macchinari per lavorazioni metalmeccaniche di dimensioni notevoli e sovente ritira e ricondiziona tali macchie usate, le quali per le loro dimensioni non sono certamente movibili a fini espositivi, quindi questi macchinari vengono fotografati e messi sul sito web aziendale dotandoli di dati tecnici relativi. Questo è un esempio di come un’azienda possa esporre e vendere alcuni beni in tutto il mondo; se questa opzione non fosse disponibile allora sarebbe molto complicato vendere e commercializzare questo tipo di prodotti.

Altri nostri clienti che operano sia nell’ambito B2B che in quello B2C utilizzano il proprio sito sia come catalogo online, che come strumento di acquisizione ordini online differenziando questi ultimi tra ordini effettuati da altre aziende e ordini inoltrati direttamente dal consumatore finale.

Per quanto riguarda le aziende e le attività commerciali B2C il sito web ha moltissime funzioni, esso promuove e fa conoscere il proprio brand, i beni ed i servizi offerti, fidelizza ed informa i cliente tramite newsletter periodiche, offerte e promozioni e crea opportunità su mercati geograficamente lontani, che diversamente sarebbero raggiungibili solo con strutture commerciali richiedenti investimenti considerevoli e in moltissimi casi offre l’opportunità di vendere direttamente online.

Dopo questa breve descrizione delle funzioni svolte da un sito web aziendale, direi si possa affermare che il sito web svolge un ruolo di primaria importanza nel contribuire al successo di un’azienda.

Come deve essere strutturato un sito aziendale?

Per sviluppare un sito web che abbia una certa efficacia, occorre che un webmaster studi l’azienda che richiede di costruirle un sito ed in base alle peculiarità della stessa il sito sarà strutturato come un vestito su misura. L’immediatezza e la semplicità della comunicazione sono caratteristiche fondamentali in qualsiasi caso.

Rimanendo nell’ambito delle metafore il webmaster è come un biografo che debba scrivere la vita di un’azienda, quindi è fondamentale che il cliente sappia descrivere al webmaster le caratteristiche della propria azienda ed i traget che desidera raggiungere.

Fondamentale è che un sito web sia strutturato in modo da risultare piacevole alla vista e facilmente fruibile dai navigatori; tuttavia queste due caratteristiche non sono le uniche che devono essere implementate affinché il sito abbia successo.

Un buon webmaster quando sviluppa un sito web sa perfettamente che i soggetti per i quali sta sviluppando un sito sono due, il primo è come abbiamo detto precedentemente è l’utente, il quale guarda il sito con gli occhi, i secondi invece sono i motori di ricerca, i quali visualizzano e indicizzano il sito tramite i robot / spider.

I robot / spider sono dei software che navigano in Internet autonomamente, visitano i siti e ne memorizzano la struttura, ergo li rendono visibili ai navigatori tramite le pagine di ricerca dei motori.

Non mi soffermerò sui dettagli tecnici riguardanti la scrittura di un sito in modo efficace per i motori di ricerca, in quanto si entrerebbe in tecnicismi di scarso interesse per i non addetti ai lavori, rimane comunque il fatto che un buon sito sviluppato a livello professionale ha delle caratteristiche che lo rendono visibile sui motori di ricerca, diversamente un sito molto bello ma non rintracciabile in rete servirebbe a poco se non a nulla.

Quali sono le evoluzioni che il mestiere di webmaster ha subito negli ultimi 10 anni?

Se si lavora come webmaster è importantissimo tenersi costantemente informati su quali sono le novità del settore, infatti negli ultimi 10 anni la rete Internet e le metodologie di sviluppo web hanno subito numerosi e radicali cambiamenti, e di conseguenza anche il modo di fare SEO  è cambiato e cambia in maniera veloce e continua.

Tali evoluzioni sono in costante addivenire e hanno un ritmo incalzante, ma sono un bagaglio professionale indispensabile ad ogni buon professionista del settore.

Un esempio su tanti è l’avvento delle tecniche responsive nello sviluppo dei siti web che si è affermato tra il 2012 ed il 2013.

Responsive è un aggettivo che  indica semplicemente un sito web il quale per sua natura ha la capacità di adeguarsi e modificarsi in relazione al display del device col quale viene visualizzato. In parole povere il sito responsive viene visualizzato in modo ottimale adeguandosi automaticamente al display del vostro smartphone, del vostro computer o tablet.

Tale tecnica si è affermata in quanto si è visto che il numero di visitatori che si reca su un sito utilizzando il suo smartphone o tablet è in constante aumento, e quindi è essenziale che i siti internet siano ottimizzati per mobile, al fine di essere facilmente consultabili anche su dispositivi che abbiano un display di dimensioni inferiori e le quali proporzioni siano diverse rispetto a quelle dei classici computer.

Come sceglier e una web agency che sviluppi il nostro sito aziendale

Noi della WMA Web Agency diciamo sempre che il nostro lavoro con il cliente inizia quando abbiamo terminato lo sviluppo del sito richiestoci. Questa frase è diventata parte integrale della nostra politica verso i nostri clienti, in quanto nel tempo abbiamo notato che purtroppo nel nostro settore, come del resto in molti altri, vi sono i professionisti del mordi e fuggi. In buona sostanza molti sviluppatori tendono a realizzare il sito per il cliente, a collocarlo su qualche server a basso costo, dopo di che non seguono più il cliente nelle sue esigenze future, abbandonando sito e cliente a se stessi.

A fronte di questo diffuso atteggiamento negativo, WMA ha fatto sua una politica che prevede una costante assistenza al cliente, un costante aggiornamento delle parti software che compongono i siti web.

I clienti desiderano avere un sito che sia sviluppato in maniera semplice e che gli consenta di aggiornare i contenuti dello stesso in maniera semplice ed autonoma. Inoltre per i clienti è fondamentale avere un sito che sia stato creato utilizzando strumenti di larga diffusione, affinché possano essere liberi di rivolgersi, se dovessero ritenerlo opportuno, ad altri professionisti del settore e senza dover impazzire per trovare qualcuno che conosca la metodologia di sviluppo adottata.

In ultimo posso evidenziare che WMA possiede dei propri server di qualità sui quali ospita i siti dei propri clienti.

Si ringrazia Claudio Coiana di WMA Web Agency per aver risposto alle nostre domande.

 

 

Condividi l'articolo: