Come cucinare le lenticchie: alcune ricette

Pubblicato il 1 ottobre 2018 da ProntoPro
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin

È comune associare le lenticchie al cotechino di Capodanno, ma in realtà con questi legumi si possono realizzare tantissimi piatti, come zuppe, vellutate, minestre e contorni in umido e insalate.
Il nome della lenticchia deriva dalla sua forma a lente e ne esistono numerose varietà soprattutto in base al colore. Esse, infatti, possono essere rosse, verdi, marroni, di Puy, bionde e giganti (tipiche di Altamura).

Ma adesso, vediamo come cucinare questo gustoso legume!

lenticchie

Preferisci rivolgerti ad uno chef a domicilio?
Richiedi un Preventivo Gratis

 

Come cucinare le lenticchie secche

Per cucinare le lenticchie secche, bisogna prima pulirle e poi metterle a bagno in una bacinella d’acqua fredda per sciacquarle. Dopo aver fatto ciò, le lenticchie vanno lasciate in ammollo per almeno un’ora per farle ammorbidire e far sì che possano essere utilizzate per realizzare gustosi piatti.

Dopo aver concluso queste fasi, inizia il momento della preparazione. Infatti, si mettono le lenticchie in una pentola piena di acqua, insieme a uno spicchio di aglio in camicia schiacciato e una foglia di alloro. Si lascia cuocere il tutto a fuoco lento per almeno un’ora, facendo attenzione a non far evaporare l’acqua di cottura perché in tal caso si rischia di far asciugare troppo i legumi. Inoltre, è sempre opportuno ricordare che, quando si cucinano le lenticchie, bisogna aggiungere il sale soltanto alla fine per far sì che non si induriscano.

La preparazione a secco è sicuramente una delle modalità più semplici per cucinare le lenticchie poiché lascia liberi di arricchire il piatto come più si desidera. Questo tipo di lenticchie può essere preparato semplicemente con un filo di olio extravergine d’oliva oppure insieme a carote, sedano e cipolla. Se, invece, si desidera insaporire maggiormente il piatto, si possono aggiungere dei pomodori pelati o della passata di pomodoro. Infine, non bisogna dimenticarsi di insaporire il tutto con un po’ di pepe e sale.

 

Come cucinare le lenticchie senza ammollo

Le lenticchie che non hanno necessariamente bisogno di essere messe in ammollo, come quelle egiziane e quelle umbre, possono essere cucinate in una pentola a pressione oppure in una pentola con dell’acqua che le ricopra appena. Anche in questo caso, alla preparazione si possono aggiungere del sedano, dell’aglio, dei pomodorini, una foglia di alloro e del pepe. In seguito, si lascia cuocere il tutto per circa 40 minuti.

Molto spesso, però, non si ha sufficientemente tempo per cucinare e proprio per questo esistono le lenticchie in barattolo. Queste, infatti, sono già precotte e si possono utilizzare per tantissime ricette, arricchendole con aglio, alloro, pomodorini e olio extravergine di oliva. Infine, per dare ancora più gusto e sapore al piatto, si può aggiungere un po’ di prezzemolo, di rosmarino o di curcuma.

Come cucinare le lenticchie in umido

Le lenticchie in umido si contraddistinguono per il loro gusto saporito e cremoso e sono ottime da servire insieme a secondi di carne o pesce. Ma come cucinarle? Per prima cosa vanno lasciate del tempo in ammollo, poi si mettono in padella insieme a un soffritto di olio, cipolle e zenzero grattugiato e infine, si aggiunge del brodo vegetale lasciando cuocere il tutto per circa un’ora. Come ultima cosa, bisogna ricordarsi di inserire praticamente a fine cottura del sale, del curry e del pepe per insaporire il tutto.

Ma al di là di queste modalità di cottura, le lenticchie possono accompagnare anche molti altri alimenti, tra cui la pasta e il mitico cotechino.

Pasta e lenticchie

Pasta e lenticchie è un piatto molto cucinato dagli italiani ed è anche molto facile e veloce da realizzare. In particolar modo, in Puglia, sono famosi i tagliolini con le lenticchie. Ed è semplicissimo cucinarli. Basta lasciare in ammollo le lenticchie per qualche ora e poi cuocerle in acqua con aglio, pomodorini freschi e alloro. Nel frattempo, si realizza l’impasto per i tagliolini, che deve essere fatto da 400 grammi di semola di grano duro insieme a dell’acqua tiepida. Dopo averlo ottenuto, si stende la pasta, la si lascia asciugare e poi la si taglia a strisce sottilissime. Fatto tutto questo, si fanno cuocere i tagliolini e si condiscono con le lenticchie insieme a un po’ di sale, di olio e di peperoncino. Ma come rendere la pasta ancora più saporita? Il trucco è quello di aggiungere qualche striscia di pancetta affumicata!

 

Lenticchie e cotechino

Come abbiamo già detto, molti sono soliti associare le lenticchie al cotechino di Capodanno, ma oltre a fare parte di questa tradizione, questo è sicuramente un legume che si presta a varie ricette. Vediamo, dunque, subito un esempio di piatto gustoso e facile da preparare: il passato arricchito da palline di ricotta. Come realizzarlo? Basta lasciare in ammollo le lenticchie e farle bollire in acqua con del prosciutto, della buccia di limone, due foglie di alloro e due spicchi d’aglio. Nel frattempo, si lessa il cotechino e in un’altra padella si soffrigge della cipolla tagliata con delle lenticchie cotte, aggiungendo al tutto un cucchiaio di farina. In seguito, si cuoce il cibo per circa 10 minuti, eliminando l’alloro e l’aglio e poi si frulla il tutto. È importante ricordarsi di lasciare cuocere la crema ottenuta per almeno altri 10 minuti, aggiungendo 2 cucchiai di concentrato di pomodoro diluito con un po’ di brodo vegetale e condito con sale e pepe. Ora manca solo la ricotta, che si distribuisce a palline sulla crema con un po’ di olio e di pepe. E voilà, ora il piatto è pronto per essere messo in tavola!

Riassunto
recipe image
Nome ricetta
Come cucinare le lenticchie
Autore
Pubblicato il
Valutazione media
51star1star1star1star1star Based on 1 Review(s)

Condividi l'articolo:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin
Pubblicato il da ProntoPro
Postato in: Il tuo benessere
Articoli correlati:

CODICI E CODICILLI - Madrelingua traduttrice, proofreader, ed insegnante di inglese e italiano

Traduzioni a Firenze
scritto da Roberto S il 20/11/2017
Mi sono avvalso di Eleonora Harris per la traduzione in inglese del nostro sito web aziendale. Oltre all'indubbia capacità tecnica ho potuto...

GS di Simonelli Giacomo

Idraulico a San Secondo Parmense
scritto da Maddalena B il 20/11/2017
Bravissimo Giacomo che ha risolto il problema in brevissimo tempo con un'ottimo risultato! da ricontattare sicuramente se dovessi averne anc...

Antennista elettricista

Elettricista generico a Ciampino
scritto da Cristian V il 20/11/2017
Sono stati professionali, rapidissimi, e hanno risolto brillantemente il problema. Trattamento economico e giusto, mi hanno poi offerto un m...

Luca Gomiero

Rifacimento intonaco pareti a Treviso
scritto da Vukadinovic M il 20/11/2017
Che dire... non potevo fare una scelta migliore! Ho contattato Luca per l'isolamento di una terrazza e la dipintura interna di casa. Il lavo...

Birolini manutenzioni srl

Manutenzione o revisione caldaia a Bergamo
scritto da Mara I il 19/11/2017
Eccellente servizio, puntuale, preciso e professionale. Il preventivo è stato chiaro ed il tecnico molto corretto nella spiegazione e applic...

Bolzonella Andrea posa levigatura e restauro pavimenti e scale in legno

Lucidatura parquet a Dolo
scritto da Antonio M il 19/11/2017
Bolzonella Andrea, ottimo artigiano è un vero professionista del parquet, competente, serio, gentile e puntuale ha eseguito la lamatura, st...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Come funziona ProntoPro

Fai la richiesta
1

Fai la richiesta

Indica di che cosa hai bisogno in pochi click.
Confronta i preventivi
2

Confronta i preventivi

In poche ore riceverai fino a 5 preventivi personalizzati.
Scegli il professionista
3

Scegli il professionista

Scegli il professionista più adatto a te dopo aver confrontato le offerte e consultato i profili.