Marketing

Richiedi preventivi gratis

Hai bisogno di un professionista?

Marketing

Richiedi preventivi gratis

Hai bisogno di un professionista?

Come migliorare la propria visibilità sui motori di ricerca con la SEM

In questo articolo un noto webmaster ci spiegherà come fare SEM per avere un ottimo posizionamento sui motori di ricerca.

SEM

Come è nata la sua attività?

Innanzitutto ringrazio il team di ProntoPro per permettermi di diffondere la cultura del Web Marketing: le sue potenzialità sono purtroppo ancora sconosciute a molte PMI italiane, che spesso diffidano dei mezzi digitali o per una conoscenza superficiale o per passate esperienze negative.Sono un consulente SEM, acronimo di Search Engine Marketing, ovvero il marketing applicato ai motori di ricerca ed in particolar modo a Google.

Il mio compito è quello di generare visite di qualità, targetizzate secondo il business in questione, ai siti web di aziende e professionisti, tramite attività di Consulenza SEO (search engine optimization) e campagne PPC (pay per click) con Google Adwords, la piattaforma di Google per la visibilità a pagamento nei risultati della serp di google.

Oltre a portare traffico di visita ai siti web, mi occupo di velocizzare il processo di conversione da visitatore a cliente, tramite l’ottimizzazione del sito.

La mia attività inizia 10 -15 anni fa con l’idea di coniugare le mie conoscenze di marketing “tradizionale”, maturate lavorando per una prestigiosa azienda dell’automotive con l’informatica. Connubio di cui allora iniziavano a essere chiare le potenzialità.

Mentre lavoravo a Barcellona per una importante multinazionale, ebbi la fortuna di frequentare dei corsi, con borsa di studio, di programmazione web che mi aiutarono ad acquisire le conoscenze di base per ottimizzare in modo autonomo i siti web.

Parallelamente approfondisco il web marketing e scopro quindi la SEO, l’arte di posizionarsi su Google in modo naturale (allora era molto più facile di oggi) e scopro l’approccio di ottimizzazione che si nasconde dietro quel (apparentemente) semplice strumento per la visibilità a pagamento che è Google Adwords.

A un certo punto, spinto dalla volontà di lavorare in modo indipendente, dove sia i miei successi, che i miei fallimenti sarebbero dipesi solo da me, decido di abbandonare un “meraviglioso” contratto a tempo indeterminato, per lanciarmi nell’avventura (e chi ne ha una sa cosa intendo) delle partite IVA.

Devo dire che i primi contatti arrivano velocemente, grazie a un sito ben studiato e posizionato su google con le keywords giuste, a una fitta rete di conoscenze, al passa parola dei primi clienti e …ovvio…a un po’ di fortuna!

Un aspetto veramente positivo della attività di consulente web marketing è che i risultati sono misurabili al 100%. Quindi se si è preparati e si riesce a portare un valore aggiunto all’azienda, i clienti non mancano.

Cosa consiglia alle aziende che hanno il bisogno di posizionarsi in una buona posizione sui motori di ricerca?

E’ fondamentale affidarsi a un professionista serio e competente! Come la SEO può farvi scalare la serp (search engine results page) di Google e portarvi numerosi clienti, allo stesso modo, se fatta male, può arrecare notevoli danni.

Voglio sottolineare che Google penalizza alcune pratiche SEO; per cui affidare il sito a una persona poco esperta può voler dire non soltanto non ottenere buoni risultati, ma anche dover spendere soldi per ripristinare la situazione iniziale.

Un secondo consiglio è partire sempre da un’analisi precisa e completa, coinvolgendo i lavoratori dell’azienda e in particolar modo il reparto commerciale; è fondamentale delineare il profilo dei nostri clienti e capire quali possono essere i potenziali acquirenti.

La SEO non vuol dire posizionarsi con parole chiave generiche che definiscono il nostro business e portano più visite, ma vuol dire “esserci” quando la query di ricerca dell’utente esprime un determinato bisogno interpretabile come desiderio di acquisto.

Senza entrare negli aspetti tecnici della SEO, un altro consiglio che mi sento di dare è di curare i contenuti del sito web: i testi devono essere originali, scritti per il web. Troppo spesso vedo e-commerce con tutte le schede prodotto scopiazzate dal sito del fornitore di turno.

Google premia il miglior risultato: chi copia i contenuti da un altro, resterà sempre e solo uno dei cloni per gli spiders del motore di ricerca e di conseguenza verrà preso molto meno in considerazione. Scrivere per il web significa poi riuscire a trovare il giusto equilibrio tra un testo snello e veloce da leggere per l’utente e un testo completo e chiaro per Google.

Bisogna mettersi in testa che la SEO non nasconde trucchi o scorciatoie; è una disciplina complessa, che richiede un determinato impegno, anche da parte di più reparti dell’impresa.

Quanto tempo ci vuole, partendo da zero, per posizionarsi sulla prima pagina dei risultati?

Questa è una domanda a cui devo rispondere con il classico “dipende”.

Dipende dal tipo di mercato in cui si opera, dai competitors, dal livello di qualità di partenza del sito su cui si andrà a lavorare, sul numero di persone che si riescono a coinvolgere nel progetto e molto altro.

Quello che è sicuro è che per posizionarsi nella prima pagina dei risultati di Google servono metodo e pazienza. Un miglioramento generale dovrebbe arrivare già dal primo mese, ma per i risultati importanti, quelli che riescono a incidere sull’andamento dell’azienda, ne servono di più.

Consiglia la SEA come attività parallela alla SEO?

Come consulente SEM mi occupo appunto di SEO e di SEA (search engine advertising); SEA corrisponde alla sopraccitata PPC, per cui la consiglio assolutamente!

L’attività di pubblicità PPC (pay per click) va a braccetto con la SEO. L’utilizzo di campagne di Google Adwords ben configurate aiuta, oltre che a raggiungere potenziali clienti, ad acquisire dati statistici di estrema importanza per il posizionamento SEO.

Se da un lato tramite l’analisi web posso intuire quali siano le keywords che potrebbero portare maggiore apporto alla mia azienda, dall’altra con la SEA otterrò dei dati realistici sulle keywords digitate dagli utenti che poi mi contattano per una richiesta di preventivo o effettuano un acquisto. Non dimentichiamo che una delle innumerevoli peculiarità del web marketing è la misurabilità dei dati e degli utenti; in pratica per ogni contatto avuto o vendita online effettuata posso tracciare il percorso di acquisizione dei clienti: che parole hanno cercato su Google? Tramite quale canale di traffico sono arrivati? Provenienza geografica e moltissimo altro…

In questo modo, affiancando un’attività SEA/PPC alla SEO otterrò informazioni e dati utili per concentrare le attività di posizionamento su quelle keywords che sono risultate più convenienti e ottimizzare in questo modo la strategia.

Aggiungerei poi che, mentre la SEO richiede mesi, con le campagne PPC possiamo avere visibilità in pochi giorni, giusto il tempo di configurarle, e in questo modo andare a sopperire velocemente a esigenze di mercato del nostro business.

Si ringrazia Piero Giordano – Consulente Web Marketing & SEO – www.edeaweb.net


Hai bisogno di un Professionista per la tua casa? Trovalo su ProntoPro!

Hai bisogno di un professionista?
MAGGIORI INFORMAZIONI