Come realizzare una maxi affissione e quali sono le soluzioni espositive per far risaltare la propria attività?

Pubblicato il 26 Giugno 2017 da ProntoPro
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin

In questo articolo vedremo come si realizza una maxi affissione pubblicitaria e  quali sono le soluzioni espositive ideali per la propria attività.

Come si realizza,su un edificio, una maxi affissione che faccia effetto?

maxi affissionePer ottenere una maxi affissione che faccia effetto servono varie figure professionali con esperienza nel settore. Dando per scontato che la location sia di forte passaggio e che il messaggio o la grafica siano di impatto concentriamoci sulle varie tipologie di “finiture” che si possono proporre. La soluzione più semplice, e quindi meno impattante, prevede un perimetro realizzato in tubi di metallo, piastre a muro (o giunti per ponteggio come nella fotografia di fianco), ganci a S, specifici elastici e un telo in pvc stampato, possibilmente con macchinari UV o LED di ultima generazione. Come si vede dall’immagine la griglia a vista fa da cornice alla grafica, lasciando intravedere la struttura. Volendo più cura per i dettagli si può passare ad una griglia doppia. In questo caso, pur utilizzando gli stessi materiali il telo nasconderà la struttura andando a massimizzare la superficie stampata, risultando così più completo e armonioso.

Con questa tecnica si potranno anche realizzare varie porzioni per cambi grafica “stagionali”. Partendo dalle due tipologie più classiche si possono poi proporre diversi upgrade. Vediamo giusto i due più importanti: – Strutture Tridimensionali, come si nota nella fotografia del telo Michelin possono essere realizzati con polistirolo sagomato, vetroresina o elementi decorativi già esistenti. – Effetti di retroilluminazione, più o meno semplici, che possono partire dalle animazioni, grazie ad un impianto led e ad una centralina di comando, fino a spingersi al prodotto più complesso: il night & day, visibile nelle fotografie sottostanti.

Poche aziende di stampa hanno delle figure professionali al loro interno in grado di realizzare teli con questo livello di precisione. 

 

 

Quali soluzioni espositive esistono e come si realizzano?

Il campo è molto vasto ed è legato alla tipologia di prodotto offerto. Partiamo dalla soluzione più semplice: un fondale stampato che crea un’ambientazione al prodotto. Ci sono molte tipologie di materiali che si adattano a questa soluzione:

  • pannelli rigidi stampati con macchinari appositi in UV e su materiali come forex, alluminio, legno etc
  • adesivi o supporti magnetici stampati (come nella fotografia a destra)
  • tessuti stampati, come ad esempio la lycra, tensionati su strutture metalliche realizzate ad hoc (come nella fotografia sottostante)

Una sotto categoria del fondale è rappresentata dai pannelli luminosi. Il settore è in netta crescita, vuoi per l’abbassamento dei costi, vuoi per l’effetto impattante che hanno. Rispetto ai vecchi cassonetti a neon i Led hanno un vantaggio tecnologico incredibile: consumano nettamente meno, hanno una durata superiore, una luminosità regolabile e bastano meno di 5 cm per ottenere una luce uniforme. L’evoluzione di questi pannelli è già presente sul mercato con il Lumilite Pixel.

Esiste poi tutta una serie di espositori e soluzioni su misura che vengono create sul disegno del cliente. Il concetto è sempre lo stesso: dare un’ambientazione, uno spazio definito ad un prodotto che in questo caso risulta essere più tangibile e a contatto con il cliente. Le immagini chiariscono bene il concetto esposto.

Le tecnologie di stampa attuali nonché quelle di taglio a controllo numerico consentono oggi una grandissima precisione e flessibilità: si potranno così realizzare anche tirature limitate con costi accessibili.

 

Cosa sono e qual’è l’uso delle pellicole solari?

Il settore dell’efficienza energetica è diventato trainante negli ultimi anni e le pellicole solari per vetri sono uno dei modi più economici ed efficaci per risparmiare sui costi di rinfrescamento sia per abitazioni che per uffici e industrie. Una pellicola solare è particolare film in poliestere che grazie a tecnologie brevettate filtra i raggi solari e riflette il calore rendendo l’ambiente più confortevole. Gli architetti, da qualche anno, prediligono soluzioni con ampie vetrate, sono molto gradevoli esteticamente, purtroppo il vetro non è un materiale che riesce a schermare dal sole, così si deve correre ai ripari con tende, barriere esterne e soluzioni di dubbia estetica e scarsa praticità.

Grazie allle pellicole solari invece si può risolvere il problema dell’immissione del calore con semplicità. Sono applicabili sia all’esterno che all’interno a seconda della tipologia di vetro che si dispone e hanno una vita garantita fino a 10 anni.

In più, mediamente in 4 anni, l’investimento si è ripagato grazie ad una bolletta dell’elettricità nettamente più bassa; nel caso di luoghi di lavoro è stato stimato, ma è chiaro anche senza basi scientifiche, che un dipendente renderà di più in un ambiente fresco (all’incirca il corrispettivo di un euro in più al giorno a persona). Esistono moltissime pellicole, per semplicità prenderemo in considerazione le due tipologie più usate: quelle specchianti e quelle trasparenti. Le più preformanti sono quelle specchianti dato che grazie ad uno strato metallico riflettono meglio i raggi solari. Ci sono situazioni nelle quali è fondamentale mantenere la trasparenza del vetro, così LLUMAR ha pensato di realizzare una pellicola trasparente con nanoparticelle ceramiche. Il prodotto più performante di casa LLUMAR riesce a riflettere fino all’87% dell’energia solare e il 99,9% degli UV. Troverete diverse gallerie di immagini relative ai tre argomenti trattati sul sito www.eurodigitalservice.com

 

Si ringrazia Francesco Santi per aver risposto alle nostre domande.

Condividi l'articolo:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin
Pubblicato il da ProntoPro
Postato in: Marketing
Articoli correlati:

CODICI E CODICILLI - Madrelingua traduttrice, proofreader, ed insegnante di inglese e italiano

Traduzioni a Firenze
scritto da Roberto S il 20/11/2017
Mi sono avvalso di Eleonora Harris per la traduzione in inglese del nostro sito web aziendale. Oltre all'indubbia capacità tecnica ho potuto...

GS di Simonelli Giacomo

Idraulico a San Secondo Parmense
scritto da Maddalena B il 20/11/2017
Bravissimo Giacomo che ha risolto il problema in brevissimo tempo con un'ottimo risultato! da ricontattare sicuramente se dovessi averne anc...

Antennista elettricista

Elettricista generico a Ciampino
scritto da Cristian V il 20/11/2017
Sono stati professionali, rapidissimi, e hanno risolto brillantemente il problema. Trattamento economico e giusto, mi hanno poi offerto un m...

Luca Gomiero

Rifacimento intonaco pareti a Treviso
scritto da Vukadinovic M il 20/11/2017
Che dire... non potevo fare una scelta migliore! Ho contattato Luca per l'isolamento di una terrazza e la dipintura interna di casa. Il lavo...

Birolini manutenzioni srl

Manutenzione o revisione caldaia a Bergamo
scritto da Mara I il 19/11/2017
Eccellente servizio, puntuale, preciso e professionale. Il preventivo è stato chiaro ed il tecnico molto corretto nella spiegazione e applic...

Bolzonella Andrea posa levigatura e restauro pavimenti e scale in legno

Lucidatura parquet a Dolo
scritto da Antonio M il 19/11/2017
Bolzonella Andrea, ottimo artigiano è un vero professionista del parquet, competente, serio, gentile e puntuale ha eseguito la lamatura, st...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Come funziona ProntoPro

Fai la richiesta
1

Fai la richiesta

Indica di che cosa hai bisogno in pochi click.
Confronta i preventivi
2

Confronta i preventivi

In poche ore riceverai fino a 5 preventivi personalizzati.
Scegli il professionista
3

Scegli il professionista

Scegli il professionista più adatto a te dopo aver confrontato le offerte e consultato i profili.