Come scegliere il frigo perfetto in funzione alle proprie esigenze?

In questo articolo vedremo quali sono i segnali di allarme per il proprio vecchio frigorifero e come sceglierne uno nuovo.

frigo

Quali sono i campanelli d’allarme che si hanno quando il proprio frigorifero inizia a funzionare male?

Ci sono tre campanelli d’allarme molto importanti che ci consentono di capire se il frigorifero funziona male; il primo segnale ovviamente è che non fredda o fredda poco e sentire i cibi e le bevande caldi ( il burro che è morbido ad esempio ), il secondo segnale al contrario è che fredda troppo e magari fa tanto ghiaccio, il terzo segnale è trovare acqua nel frigorifero sotto al cassetto delle verdure o per terra intorno al frigo.
Questi sono i tre casi più frequenti in cui è necessario l’intervento di un tecnico esperto per controllare il frigorifero.

Nel momento in cui bisogna acquistare un frigorifero, come fare a sceglierne uno di alta qualità e che ci causerà pochi problemi in futuro?

Dirvi che esiste un frigorifero o una marca meglio di altri non è corretto e poco veritiero, posso però darvi 3 consigli per scegliere un frigorifero nuovo:
1- fare attenzione alla classe di efficienza energetica che deve essere almeno una A+ .
2- prendere una marca conosciuta che abbia una storia alle spalle e che possa garantire un servizio di assistenza e ricambi efficiente.
3- controllare che sia un modello nuovo e non un residuo di magazzino.

Si possono riparare frigoriferi che hanno oltre 20 anni?

Ci sono 3 motivi per cui non è conveniente e possibile riparare un frigorifero di 20 anni e oltre:
1- alcuni vecchi modelli potrebbero montare uno dei gas HCFC ( tra cui il FREON 12 ) diventati fuori legge nel 15/2/2006 e tolti dal commercio in quanto dichiarati nocivi.
2- non è conveniente visto che arrivati a 20 anni e oltre possono cominciare a dare una serie di problematiche una di seguito all’altra.
3- è molto probabile che le case costruttrici non producano più i pezzi di ricambio.

Come avviene l’installazione di un frigorifero?

L’installazione di un frigorifero avviene nei seguenti modi, abbastanza semplici, a seconda del tipo di frigo che sia esso a libera installazione o ad incasso:
Libera installazione- dobbiamo posizionarlo in luoghi non incassati o con un po’ di spazio intorno per l’areazione, una volta scelto il luogo posizionarlo e lasciare almeno 5 cm di aria tra il frigo e il muro in modo da permettere il corretto raffreddamento della parete posteriore del frigorifero.
Incasso- inseriamo il frigo nell’incasso del mobile dopodiché utilizziamo le due staffe superiori, le due inferiori e le due laterali (per i frigoriferi combinati) con le viti in dotazione per fissarlo al mobile di legno, subito dopo dobbiamo fissare i sportelli del frigo alle ante dell’armadio con delle speciali guide scorrevoli sempre in dotazione è il gioco è fatto!

Si può sostituire un frigorifero ad incasso?

Come abbiamo detto e spiegato nella precedente domanda la risposta è: assolutamente si è possibile sostituire un frigo ad incasso, basta fare attenzione a prendere bene le misure di altezza e larghezza in modo da prendere lo stesso frigorifero per poi seguire la procedura spiegata e descritta nella precedente domanda.
Si ringrazia www.ateroma.it per aver risposto alle nostre domande
Condividi l'articolo: