Come si organizza un evento che attiri l’attenzione e che abbia successo?

Qui di seguito vedremo quali sono i principi base per organizzare un evento, per bambini o per adulti, che sia in grado di coinvolgere tutti gli invitati.

evento

Qual’è il tipo di animazione adatta ad un party per bambini?

Le attività da proporre in un’animazione per bambini sono molteplici e strettamente legate all’età.

Il party per bambini è in assoluto il più complesso da organizzare in quanto non bastano attività ben formulate, musica e qualche pennarello. Ciò che rende magica l’animazione è quel qualcosa che non si vede e che si crea tra bambini e animatore. Come mi diceva qualche giorno fa il mio collega-attore Filippo Timi “Entri in un contesto che non conosci e devi immediatamente stabilire una relazione magica che assomiglia a quella tra attore e pubblico”.

Per questo motivo delle attività quali magia, mega-bolle di sapone, cantastorie in bicicletta, burattini, puppets sono sempre eseguite in modo comico e con il coinvolgimento dei bambini. Particolarmente esigente è la fascia 10-15 anni e MisterMaxParty organizza per loro spettacoli e animazioni originali che uniscono al valore ludico anche quello pedagogico e di sana competizione come “merende con delitto” “laboratori di giocoleria e acrobatica”, ed infine “disco e karaoke party”.

Sono importanti le mie collaborazioni con location già ben attrezzate: grande è il successo dell’escape game in esclusiva con The Impossible Society, l’unica escape room seriale che a Milano che ha lanciato il format KIDS accanto al format adulti. Ottima quindi per le famiglie.

Mentre invece che tipo di animazione di può scegliere per un party tra adulti?

Il party per adulti invece deve seguire necessariamente uno stile, avere un filo conduttore in linea col tipo di evento e si deve creare un’atmosfera unica. Lo staff di MisterMaxParty ama costruire un party tailor made, non forniamo semplici servizi perché la cosa più importante è la regia di tutto l’intrattenimento.

Ho visto che organizzate “eventi giapponesi”, mi spiega cosa sono e come funzionano?

La mia passione per la cultura Giapponese e i miei viaggi in Giappone hanno fornito uno spunto per proporre alcune attività e animazioni uniche in Italia attraverso la conoscenza di artisti giapponesi che vivono nel nostro paese. La cosa più delicata è unire lo stile e la sensibilità giapponese all’ambiente italiano, infatti è necessaria una profonda conoscenza affinché questo accostamento abbia successo. Tutte le attività come ad esempio shodoo, kamishibai, manga, origami, sushi e okonomiyaki party  devono essere realizzate con una adeguata presentazione e organizzazione logistica.

Quali elementi deve avere un evento aziendale per riuscire al meglio?

Le attività giapponesi sono ad esempio utilizzate anche nei nostri eventi aziendali e per team building  diventando quindi un inusuale veicolo di comunicazione per evidenziare meglio i valori incarnati dall’azienda.

L’evento aziendale infatti non può mai prescindere dai valori dell’azienda e da quello che l’azienda vuole comunicare o l’immagine che vuole dare.

Anche nel divertimento è necessario che vi sia, seppur in maniera subliminale, un contenuto in linea con la storia e lo stile dell’azienda. Mentre recitavo in una puntata di Camera Cafè pronto poi ad abbandonare velocemente gli studi per presentare un evento aziendale “Luca e Paolo” mi dissero scherzando che non bisogna adattare le battute all’azienda, ma costruirle su di essa. Questo consiglio calza in ogni occasione.

Si ringrazia Massimo Tomassoni per la sua disponibilità

 

 

 

Condividi l'articolo: