Cosa significa essere freelancer in ambito grafico, l’esperienza di Marina Lombardi

Oggi intervistiamo per Il Blog di Prontopro Marina Lombardi, freelancer in ambito grafico, per quanto riguarda la sua esperienza lavorativa.

Come è nata l’idea di creare il sito marinalombardi.it?

L’idea di lavorare come freelance è scaturita principalmente da due bisogni: quello di prendere in mano le redini del mio lavoro e quello di poter organizzare meglio i ritmi della vita quotidiana. Questa decisione mi ha anche dato la possibilità di fare spazio alla ricerca nel campo visivo e di restituire personalità al mio stile grafico.

Sono trascorsi 7 anni dall’inizio di questa scelta e sono successe diverse cose, tra cui la nascita di tre figli (!). Lavorare come freelance oggi mi permette una maggiore flessibilità nella gestione dei flussi di lavoro, compatibile con la complessità della vita famigliare.

 

In cosa consiste nello specifico il tuo fare ricerca visiva?

Qualche anno fa mi sono avvicinata quasi casualmente alle tecniche di stampa manuale, e ne è nata una vera passione. Ho partecipato ad un corso approfondito e successivamente acquistato un torchio calcografico. La sfida quotidiana è quella di ritagliarmi del tempo per sporcarmi le mani di inchiostro e sperimentare nuovi effetti, nuove tecniche, nuove matrici. L’obiettivo finale è quello di dar maggior voce alla componente artigianale del mio lavoro, e darle sempre più spazio nei miei lavori grafici (identità aziendali, brochure, packaging).

 

Che consiglio daresti ad uno studente universitario a cui piace questo ambito in base alla tua esperienza personale?

Agli studenti consiglio di andare oltre alla semplice frequentazione di un corso universitario. Approfondire e allenare le tecniche affini ai propri interessi tramite corsi pratici, online, o da autodidatti. Alimentare la curiosità andando a visitare città, vedere mostre o altri spunti creativi.

Cosa più importante, mettersi alla prova già durante l’università in un ambiente lavorativo che dia la possibilità di imparare. Posso dire che i miei migliori insegnanti sono stati i professionisti nello studio dove ho lavorato 5 anni.

 

In italia c’è lavoro? È possibile lavorare solo di questo?

L’ambito del graphic design è sicuramente molto ampio e c’è una continua richiesta e offerta di lavoro. Per riuscire a trovare il proprio spazio è fondamentale sapersi distinguere per stile e professionalità. Una volta maturata l’esperienza e consolidato un bacino di clienti, mi sento di dire che investendo molto tempo è possibile lavorare di questo.

 

Ringraziamo ancora Marina Lombardi per la disponibilità e la cordialità riservata nei nostri confronti e per aver risposto alle nostre domande.

 

Condividi l'articolo: