Cos’è l’oleodinamica

Oggi ho intervistato Carlo di fluidpower, il quale ci ha voluto spiegare in cosa consiste l’oleodinamica.

Parlaci di te, com’è nato fluidpower?

Ho lavorato diversi anni come progettista meccanico nel settore oleodinamica/fluidpower. Ho maturato un po’ di esperienza nelle valvole, nei blocchi oleodinamici e nella progettazione oleoidraulica più in generale. Nel 2012 un po’ per caso ho conosciuto un’azienda americana (VEST inc) che sviluppa software tecnici specifici per il settore in cui avevo lavorato per diverso tempo. Dopo un paio di colloqui, un po’ di discussioni e qualche rischio ho deciso di cambiare: vendere software tecnici per il medesimo settore dove avevo lavorato come tecnico.
Un mercato da espandere, opportunità in vista, un sacco di lavoro davanti. Avevo da tempo in mente l’idea di costruire un contenitore web dove coniugare informazioni tecniche per i progettisti, strumenti software, contatti, video tutorial. Registrare fluidpower.it, iniziare a riempirlo di contenuti, metterlo online è stata soltanto una logica conseguenza. Ho sempre sostenuto che quello che si sa fare ha vero valore se condiviso con altre persone.

Cosa sono i sistemi oleoidraulici?

L’oleoidraulica o oleodinamica è un ramo della fluidodinamica e si occupa del problema della trasmissione di energia tramite fluidi in pressione. Ricordando i miei studi di ingegneria meccanica a Padova ritrovo concetti di Idraulica, Fisica, Costruzione di Macchine, Macchine stesse, Meccanica delle vibrazioni, ecc. Un sistema oleodinamico è formato da componenti atti alla trasmissione di forze/energia usando un fluido (olio idraulico). Gli elementi base sono: una sorgente di potenza (centralina/centrale oleodinamica), organi di distribuzione (valvole, distributori, blocchi oleodinamici), componenti di collegamento (tubazioni rigide o flessibili), attuatori (cilindri, motori), organi di filtrazione, di accumulo, ecc.
Gru, argani, macchine utensili, presse, macchine agricole, macchine movimento terra sono soltanto alcuni degli innumerevoli settori di applicazione dell’oleodinamica nei diversi ambiti (agricolo, mobile, industriale)

Come contribuisce fluidpower alla creazione di un sistema oleoidraulico?

Fluidpower.it parla innanzitutto di software per la progettazione tecnica.

HyDraw CAD permette di disegnare il circuito oleodinamico di un sistema. Le funzioni caratteristiche di HyDraw CAD consentono di razionalizzare il lavoro, ridurre il tempo per realizzare uno schema ed estrarre le informazioni da esso, gestire in maniera ordinata tutte le caratteristiche tecniche legate alla rappresentazione 2d (circuito) di un impianto oleodinamico.
Per chi ha necessità di progettare blocchi oleodinamici la soluzione è MDTools, un software specifico molto verticale che lavora come modulo aggiuntivo per Inventor o Solidworks. Libreria, Regole, Controlli, Comandi specifici consentono di ridurre in maniera consistente il tempo necessario allo studio e alla progettazione di un blocco oleodinamico (detto anche Manifold).
Diversi video-tutorial consentono agli utenti di avere sempre un supporto a disposizione per capire, valutare come funzionano i software. Ho una buona esperienza nel settore e sono disponibile per training sia sul software che sulla progettazione stessa di Manifold.
Ricordo con piacere un’esperienza in collaborazione con Università di Modena per alcuni progetti in ambito oleodinamico.

Nella progettazione poi entrano in gioco aspetti tecnici come le tenute idrauliche, le perdite di carico, la progettazione di molle, gli accumulatori, ecc. In FluidPower.it si trovano un po’ di nozioni di base e alcune più avanzate, così da dare alcuni strumenti necessari alla comprensione.
L’idea alla base è sempre quella di pubblicare materiale che sia utile ad altri progettisti, con il fine di condividere le informazioni tecniche.

Ringrazio molto Carlo e vi invito a visitare fluidpower.it

Condividi l'articolo: