Foodding, mangiare con responsabilità

Siamo qui oggi con Chiara Cardile di Foodding che ci ha parlato del suo blog che tratta di cibo e dei locali in cui trovare le pietanze migliori.

Da cosa è nata l’idea per questo blog? Come si è sviluppata?

L’idea di fondare un blog dedicato esclusivamente ai locali presenti in Italia e all’estero è nata da una grande passione per il food e per la ricerca dei prodotti di qualità. E’iniziato tutto quando gli amici, quotidianamente, ci interrogavano sui locali da provare nei luoghi in cui si trovavano. E da qui la voglia di trasferire la nostra passione per la cultura gastronomica in una guida online.

Molto spesso si pensa più a mangiare in quantità che a mangiare con gusto….il motto di foodding è quello di consigliare agli amici e ai nostri lettori affezionati i locali più esclusivi presenti nella nostra nazione. La nostra è una guida da poter consultare non solo sui social network più in voga, come facebook e instagram ma anche tramite google.

 

Che cosa ti aspetti di ottenere?

Il nostro obiettivo non è mai stato quello di un ritorno economico bensì solo ed esclusivamente quello di consigliare un locale da non perdere!

Non percepiamo alcunché ma solo notorietà tramite gli articoli che scriviamo con passione e tramite il passaparola, indipendentemente dal numero di visite o dal numero di fan su Facebook. Inoltre capita sempre più spesso di scrivere articoli che rispondono alle esigenze dei nostri lettori, come ad esempio sulla celiachia.

 

Quali saranno le prossime novità?

Essere redattori del food non è affatto semplice perché si deve continuamente studiare, lavorare e scrivere contenuti di interesse dei lettori. La mente è sempre in continua elaborazione sia per poter dar libero sfogo alla creatività ma anche per creare una maggiore contestualizzazione e ottimizzazione di quello scritto grazie all’attività di SEO. La nostra idea è quello di creare un’app tramite la quale è possibile conoscere il locale più vicino nel luogo in cui ti trovi grazie alla geo localizzazione. Un affacciarsi maggiormente al mondo della tecnologia creando quel connubio perfetto con il food.

Ringraziamo Chiara per l’intervista, ricordiamo che potete trovare il suo blog qui

Condividi l'articolo: