Fotografia: innovazione e tradizione

Pubblicato il 5 Gennaio 2017 da Fabio
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin

Oggi abbiamo intervistato Giovanni Romano, che ci ha raccontato la sua storia con la fotografia.Gioroman

Raccontaci di te stesso e della tua attività. Com’è nata la passione per la fotografia?

Mi chiamo Giovanni Romano e vivo a Pontinia (Lt). Ho 44 anni e la mia passione per la fotografia è iniziata 34 anni fa quando, in occasione della Prima Comunione, ricevetti in dono 2 Kodak110. Iniziai ad usarle per immortalare i soggetti che popolavano la mia infanzia: fiori, lucertole, gatti e i miei familiari. Durante l’adolescenza, questa passione si fece più forte grazie all’influenza esercitata da mio cugino che possedeva una Reflex Canon. Finalmente, alla vigilia di Natale di qualche anno dopo, comprai la mia prima reflex Canon. Avevo 16 anni e lo sguardo della mia macchina si poggiava su soggetti diversi da quelli dell’infanzia: paesaggi e persone comuni impegnate in attività quotidiane.

A 18 anni mi posi una domanda: come diventare fotografo professionista? La leva obbligatoria mi costrinse a rinviare la risposta all’anno successivo quando, cercando il modo per diventare un fotografo di professione, mi imbattei nell’Istituto Superiore di Fotografia di Roma (ISF). Mi iscrissi ma, per mantenermi agli studi, dovetti trovare un lavoro: la mattina lavoravo e il pomeriggio prendevo quel treno che accorciava le distanze tra me il mio sogno. Presso la scuola conobbi una realtà ampia e variegata: tecniche fotografiche, correnti, stili e i fotografi che li incarnavano. Poiché ero anche un appassionato di musica rock e jazz, mi avvicinai alla fotografia musicale.

Finiti gli studi, avviai una collaborazione con l’agenzia fotografica e foto giornalistica Phocus Agency  e con la rivista musicale Jazz It. Queste collaborazioni mi diedero la possibilità di entrare nel mondo dello spettacolo, di conoscere artisti e attori. Immortalavo le serate jazz presso il locale Palma Club di Roma e la Casa del Jazz; ho fatto parte dello staff di fotografi durante le kermesse musicali organizzate presso l’Auditorium “Parco della Musica”; al  Festival del cinema di Roma ho immortalato molti attori sul red carpet; ho lavorato al festival Umbria Jazz. Ho collaborato anche con testate giornalistiche: Repubblica, Xl, Il Manifesto, Touring Club Italia, il F.A.I.

Quali sono i fotografi che più ti hanno influenzato? Cosa hai fatto tuo della loro visione fotografica?

Nel 1997 aprii il mio studio fotografico e mi specializzai in servizi di matrimonio che, ancora oggi, assorbono gran parte della mia produzione. Nei miei lavori mi sono sempre ispirato ad alcuni fotografi principali: R. Capa, C. Bresson, G. B.  Gardin, A. Adams, W. Claxton, M. Jodice. Da questi autori ho ereditato la predilizione  per soggetti e scene della realtà quotidiana e per la tecnica del bianco e nero. Anche se ho avuto la fortuna di approcciare alla fotografia usando la pellicola e la camera oscura, oggi lavoro maggiormente in digitale. Tuttavia, il ricordo del momento in cui l’immagine compariva dallo sviluppo è ancora vivo tanto da spingermi, quando posso, a riutilizzare la pellicola per realizzare non solo foto private ma anche lavori su commissione. Utilizzo, come corpo macchina, le Reflex e preferisco le ottiche fisse, tra cui il 35 mm e il 50 mm ad elevata luminosità, perché riescono a ricreare lo sguardo umano.

La mia formazione e i fotografi a cui mi sono ispirato continuano ad influenzare il mio lavoro di fotografo di matrimoni la cui realizzazione conserva una spiccata attenzione per il reportage e il ritratto.

 

Ringraziamo Giovanni Romano per l’intervista rilasciataci, vi rimandiamo al suo sito per maggiori informazioni:

www.romanogiovanni.com

Condividi l'articolo:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin
Pubblicato il da Fabio
Postato in: Il tuo tempo libero
Articoli correlati:

CODICI E CODICILLI - Madrelingua traduttrice, proofreader, ed insegnante di inglese e italiano

Traduzioni a Firenze
scritto da Roberto S il 20/11/2017
Mi sono avvalso di Eleonora Harris per la traduzione in inglese del nostro sito web aziendale. Oltre all'indubbia capacità tecnica ho potuto...

GS di Simonelli Giacomo

Idraulico a San Secondo Parmense
scritto da Maddalena B il 20/11/2017
Bravissimo Giacomo che ha risolto il problema in brevissimo tempo con un'ottimo risultato! da ricontattare sicuramente se dovessi averne anc...

Antennista elettricista

Elettricista generico a Ciampino
scritto da Cristian V il 20/11/2017
Sono stati professionali, rapidissimi, e hanno risolto brillantemente il problema. Trattamento economico e giusto, mi hanno poi offerto un m...

Luca Gomiero

Rifacimento intonaco pareti a Treviso
scritto da Vukadinovic M il 20/11/2017
Che dire... non potevo fare una scelta migliore! Ho contattato Luca per l'isolamento di una terrazza e la dipintura interna di casa. Il lavo...

Birolini manutenzioni srl

Manutenzione o revisione caldaia a Bergamo
scritto da Mara I il 19/11/2017
Eccellente servizio, puntuale, preciso e professionale. Il preventivo è stato chiaro ed il tecnico molto corretto nella spiegazione e applic...

Bolzonella Andrea posa levigatura e restauro pavimenti e scale in legno

Lucidatura parquet a Dolo
scritto da Antonio M il 19/11/2017
Bolzonella Andrea, ottimo artigiano è un vero professionista del parquet, competente, serio, gentile e puntuale ha eseguito la lamatura, st...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Come funziona ProntoPro

Fai la richiesta
1

Fai la richiesta

Indica di che cosa hai bisogno in pochi click.
Confronta i preventivi
2

Confronta i preventivi

In poche ore riceverai fino a 5 preventivi personalizzati.
Scegli il professionista
3

Scegli il professionista

Scegli il professionista più adatto a te dopo aver confrontato le offerte e consultato i profili.