Guida nella scelta degli infissi: intervista a Riccardo Margagliotti

Pubblicato il 3 maggio 2018 da ProntoPro
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin

Oggi per ProntoPro intervistiamo Riccardo Margagliotti.

La ditta Margagliotti nasce da un’idea di Giovanni Margagliotti (mio nonno) nel 1980, il quale dopo una lunga esperienza lavorativa a Milano per nostalgia della sua amata Cagliari ha deciso di rientrare e portare per primo a Cagliari la porta blindata. Nel 1984 ha poi costruito il primo stabilimento e da li abbiamo iniziato a produrre le nostre porte. Ad oggi nonno nonostante i suoi 83 anni ogni mattina si presenta in ufficio e continua con la stessa passione di sempre a parlare ai clienti delle nostre porte blindate.

Esistono tantissime porte blindate, purtroppo suddivise in classi, le classi sono 1-2-3-4-5 dalla sei in poi si parla di porte per cavou più che per abitazione.

 

infissi

La classe di una porta è però data però solo ed esclusivamente dallo spessore della lamiera della porta e non fa nessun riferimento alla serratura che è la cosa più importante, di conseguenza molti acquistano un classe 4 o addirittura 5 spendendo una marea di soldi convinti di essere al sicuro quando invece si trovano senza nemmeno saperlo una porta robustissima ma con una serratura che in 30 secondi viene aperta senza nemmeno lasciare segni di scasso.

Per una buona porta bisogna dimenticarsi dell’esistenza delle classi 1 e 2 perchè si tratta praticamente di porte in legno e partire quindi almeno dalla 3 che in linea di massima è costruita con una lamiera da 8/10 assicurandosi sempre che abbia una serratura di tipo europeo con blocco anti effrazione, un cilindro anti bumping e un defender anti shock più avanti spiegherò cos’è il bumping e perchè si consiglia questo tipo di serrature.

infissi

 

Ovviamente appurato che la porta scelta abbia una buona serratura, maggiore è la robustezza della porta meglio è, le nostre porte vengono costruite con una lamiera d’acciaio da 30/10 di spessore e una piastra di rinforzo in acciaio al manganese a protezione della serratura. Altro fattore importantissimo per la sicurezza e soprattutto per la durata nel tempo è il montaggio, è bene infatti affidarsi a professionisti per l’installazione di una porta blindata piuttosto che a un muratore improvvisato perchè ci sono delle regolazioni che se fatte male potrebbero causare il malfunzionamento della porta e spesso si può restare chiusi dentro o fuori di casa.

Parlando di costi in giro si trova di tutto, ovviamente se una cosa costa poco è perché vale poco, consiglio di diffidare da porte che costano meno di 1200 euro perché sicuramente per avere un prezzo basso vengono costruite con materiale scadente soprattutto per quanto riguarda deviatori e serrature e quindi spesso si bloccano, ci sono porte che costano 400 o 500 euro e a prima vista sono classe 3 e hanno un cilindro europeo e un defender ma ci sono cilindri che costano 2 euro e cilindri che ne costano 300 quindi occhio alle favole!

Parlando di infissi invece sul mercato si può trovare l’alluminio, l’alluminio taglio termico, il legno, il legno alluminio e il pvc.

L’alluminio non taglio termico va assolutamente evitato, perché è un prodotto superato che da problemi di condensa ed essendo un metallo trasmette il freddo dentro casa d’inverno e il caldo d’estate.

E’ nato infatti l’alluminio taglio termico che isola dal freddo e dal caldo perché al suo interno ha del materiale isolante che appunto permette di mantenere la casa calda d’inverno e fresca d’estate, ovviamente per raggiungere un buon risultato bisogna assicurarsi che gli infissi abbiano un buon taglio termico quindi che il materiale isolante al suo interno sia tanto, se no si rischiano fregature con degli infissi spacciati per taglio termico che però al loro interno hanno pochissimo materiale isolante e quindi il risultato finale è praticamente uguale all’alluminio non taglio termico.

infissi

 

Il legno è di per se un materiale isolante quindi raggiunge un ottimo isolamento da solo ma anche se negli ultimi anni le vernici hanno fatto dei passi da gigante, soprattutto all’esterno può richiedere qualche manutenzione nel tempo dovute al sole e alla pioggia, il legno alluminio nasce proprio per evitare tutto questo infatti combinando la bellezza e l’isolamento del legno all’interno con la durabilità e la resistenza dell’alluminio all’esterno si ottiene un prodotto bello efficiente e di lunga durata nel tempo,

Infine il pvc. Il pvc come il legno è un materiale isolante e offre l’isolamento migliore rispetto a tutti i suoi concorrenti, gli infissi in pvc inizialmente nascono per i paesi più freddi come la Russia e la Germania dove lo sbalzo termico tra dentro e fuori casa è altissimo, poi nel tempo sono stati perfezionati anche per noi, attualmente sono sicuramente la scelta consigliata e va detto che tra tutti è pure il più economico.

Parlando di costi infatti gli infissi in legno alluminio e in legno sono i più cari e possono arrivare a costare il doppio se non il triplo rispetto al pvc, l’alluminio taglio termico con un buon taglio termico costa circa un 30% in più rispetto al pvc,

Fondamentale è inoltre la canalina riscaldata infatti all’interno dei due vetri si trova una canalina che sugli infissi di vecchia generazione è in alluminio e può creare condensa e muffa sul vetro mentre sugli infissi di ultima generazione è in sughero anche questo un materiale isolante che quindi fa si che i due o più vetri restino isolati.

Per quanto riguarda la scelta di duo più vetri dipende dalla zona climatica in cui ci si trova diciamo che fino ad uno sbalzo termico di 20 gradi tra dentro e fuori casa il doppio vetro va bene con uno sbalzo termico maggiore è meglio passare al triplo, sui vetri inoltre c’è una vastissima scelta dall’antieffrazione all’antiproiettile oltre ai sistemi soundcontrol per ridurre ulteriormente i rumori esterni tipo traffico o altro.

Così come nelle porte è importantissimo il montaggio infatti anche l’infisso con le prestazioni migliori se montato male non renderà a dovere e si rischia di avere dei risultati addirittura peggiori rispetto agli infissi precedenti, un buon infisso montato a regola d’arte può farti risparmiare fino al 30% sui costi di riscaldamento in un anno.

Inoltre le spese sostenute per i tuoi infissi così come per le porte blindate rientrano nella detrazione fiscale del 50%.

Le serrature.

Ad oggi chi ha una porta blindata installata prima del 2013 deve necessariamente aggiornare la propria serratura, non è necessario cambiare tutta la porta ed è un operazione fattibile su tutte le porte blindate, le nuove serrature devono essere di tipo europeo con un sistema di blocco anti effrazione cioè hanno all’interno un sistema che riconosce qualora il ladro sfili il cilindro in maniera scorretta e manda giù una lamiera bloccando l’accesso a qualunque attrezzo, il cilindro (parte più importante) dev’essere anti bumping, il bumping è uno dei metodi per aprire un cilindro europeo di vecchia generazione, consiste nell’inserire un arnese purtroppo facilmente reperibile su internet chiamato chiave ad urto che una volta inserito e battuto nel cilindro fa rimbalzare i pistoni all’interno del cilindro facendo scattare la serratura, questo con i cilindri anti bumping non succede perché i pistoni del cilindro sono fatti in modo da resistere a questo tipo di attacchi, altro sistema utilizzato dai ladri è quello di spaccare il cilindro sistema che nel nostro caso verrebbe già neutralizzato dal fatto che la serratura avendo un sistema di blocco si bloccherebbe qualora questo succedesse ad ogni modo il cilindro anti bumping ha una barra d’acciaio proprio per resistere a questi attacchi e ha inoltre un sistema che lo fa spaccare di proposito in punta in modo che per il ladro sia poi impossibile riuscire a fare leva per spaccarlo a metà dove c’è la vite di fissaggio, prima di riuscire a fare tutto questo il ladro deve però fare i conti con il defender, il defender è una palla d’acciaio pieno fissata dall’interno della serratura da due viti fatte per tenere 4200 kg allo strappo, inoltre la parte finale del defender è svasata proprio per far scivolare eventuali tubi usati per stracciarlo (lo shock sopra citato) . le chiavi dei cilindri anti bumping sono a duplicazione protetta da tessera in modo che se una chiave doveste essere lasciata a una domestica o altro, qualora cessi il rapporto con questa persona al momento della restituzione delle chiavi si è certi che questa persona non abbia potuto duplicarla e quindi non si ha l’ansia di dover nuovamente cambiare la serratura.

 

Ringraziamo Riccardo Margagliotti per la disponibilità!

Condividi l'articolo:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin
Pubblicato il da ProntoPro
Articoli correlati:

CODICI E CODICILLI - Madrelingua traduttrice, proofreader, ed insegnante di inglese e italiano

Traduzioni a Firenze
scritto da Roberto S il 20/11/2017
Mi sono avvalso di Eleonora Harris per la traduzione in inglese del nostro sito web aziendale. Oltre all'indubbia capacità tecnica ho potuto...

GS di Simonelli Giacomo

Idraulico a San Secondo Parmense
scritto da Maddalena B il 20/11/2017
Bravissimo Giacomo che ha risolto il problema in brevissimo tempo con un'ottimo risultato! da ricontattare sicuramente se dovessi averne anc...

Antennista elettricista

Elettricista generico a Ciampino
scritto da Cristian V il 20/11/2017
Sono stati professionali, rapidissimi, e hanno risolto brillantemente il problema. Trattamento economico e giusto, mi hanno poi offerto un m...

Luca Gomiero

Rifacimento intonaco pareti a Treviso
scritto da Vukadinovic M il 20/11/2017
Che dire... non potevo fare una scelta migliore! Ho contattato Luca per l'isolamento di una terrazza e la dipintura interna di casa. Il lavo...

Birolini manutenzioni srl

Manutenzione o revisione caldaia a Bergamo
scritto da Mara I il 19/11/2017
Eccellente servizio, puntuale, preciso e professionale. Il preventivo è stato chiaro ed il tecnico molto corretto nella spiegazione e applic...

Bolzonella Andrea posa levigatura e restauro pavimenti e scale in legno

Lucidatura parquet a Dolo
scritto da Antonio M il 19/11/2017
Bolzonella Andrea, ottimo artigiano è un vero professionista del parquet, competente, serio, gentile e puntuale ha eseguito la lamatura, st...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Come funziona ProntoPro

Fai la richiesta
1

Fai la richiesta

Indica di che cosa hai bisogno in pochi click.
Confronta i preventivi
2

Confronta i preventivi

In poche ore riceverai fino a 5 preventivi personalizzati.
Scegli il professionista
3

Scegli il professionista

Scegli il professionista più adatto a te dopo aver confrontato le offerte e consultato i profili.