I segreti di un interior designer

Abbiamo Intervistato per voi Marco Salvatori, interior designer, che ci ha raccontato della sua professione.

Ti occupi di interior design. Puoi parlarci più nel dettaglio della tua professione?

Mi chiamo Marco Salvatori e sono il titolare di una falegnameria con 6 operai, oggi il lavoro di artigiano è molto cambiato e questa professione è quasi in via di estinzione.
I pochi che riescono a mantenersi vivi sul mercato hanno diversificato e ottimizzato l’intero modo di lavorare, tant’è che io stesso per poter offrire piu servizi o prodotti finali ho dovuto creare un apparato molto organizzato e diversificato, cioè un buon falegname non rende al massimo se non segue un progetto dettagliato e un cliente non è sicuro di scegliere in modo giusto se non ha un’idea ben precisa, ecco che da un esigenza funzionale di arredo si passa prima ad un piccolo progetto poi ad una gamma di campioni da scegliere fino ad arrivare ad un prodotto finito costruito insieme….
Ovviamente questo fa di me un imprenditore ma anche un interior designer e un falegname.

Quali sono le principali difficoltà nel diventare a tutti gli effetti un interior design?

Credo che uno degli errori che piu si commettono nel creare un interno è il voler per forza inventare qualcosa di nuovo, mentre una delle cose piu difficili è fare le cose semplici e in un mercato povero come quello italiano un bravo designer deve saper copiare…..(a modo suo)

Raccontaci di un progetto di cui sei particolarmente soddisfatto.

Premetto che ogni volta che riesco a risolvere un problema funzionale in un ambiente ne sono soddisfatto, ma uno dei miei progetti più riusciti è senz’altro l’aver arredato una piccola mansarda, dove sono riuscito ad unire funzionalità ad estetica a prezzi contenuti….Ma soprattutto vedere nella mia cliente il piacere di aver realizzato proprio quello che cercava..
Ringraziamo Marco Salvatori per l’intervista concessa a ProntoPro.
Scoprite di più su www.laboratorio1618.com
Condividi l'articolo: