Il bike trial

Oggi ho avuto il piacere di intervistare Paolo “pool” Patrizi. Un rider di bike trial. Molto probabilmente non sapete in cosa consiste tale disciplina, leggete allora tale interessante intervista.

Cosa fai nella vita Paolo?

Sono riuscito a realizzare il sogno di molti, ovvero a far diventare ciò che per me era un divertimento in un lavoro. Ho passato gli ultimi 12 anni della mia vita su questa bicicletta da trial conquistando 6 titoli di Campione Italiano Elite agonisti. Inoltre sono arrivando Ottavo nel campionato europeo Elite UCI e Nono al campionato mondiale sempre nella categoria Elite UCI.

È una disciplina tanto bella quanto, ahimè, deludente. In quanto non porta un guadagno nemmeno se lo si svolge ai massimi livelli mondiali. Perciò ho deciso di rendere proficua questa mia amata disciplina, proponendo uno spettacolo tutto mio, che ho chiamato “ShowTime”. Dispongo di strutture su cui saltare, un DJ,  un Vocalist e numerosi Riders di differenti discipline, in questo modo lo spettacolo è molto dinamico e differente in tutte le sue parti. Questo spettacolo è perfetto per le notti bianche, ma anche sagre o feste di paese.

In cosa consiste il trial che fai?

Il trial bike, nelle competizioni, consiste nel superare degli ostacoli posti lungo una pista cercando di non posare mai i piedi in terra. Ogni categoria ha un differente colore e l’obiettivo di ogni atleta è quello di superare tutte queste porte su differenti tipi di ostacoli. Questi tracciati sono chiamate Zone e devono essere conclusi assolutamente entro i 2 minuti. Vince chi, alla fine della gara, effettua meno penalità. Tuttavia i regolamenti variano in base alle categorie e alle competizioni, per spiegarli veramente tutti bisognerebbe scrivere un libro.

Come si compongono le “piste” devo fai trial?

Il trial è nato tra le rocce e il fango. Qui a Lazzate, in provincia di Monza e Brianza, abbiamo la grande fortuna di avere un campo adibito e allestito proprio per il moto trial ed il bici trial. Abbiamo a disposizione: terra, rocce e tronchi su cui salire e spostarci da una parte all’altra.

Che specifiche deve avere una trialbike?

Una bici da trial deve essere il più leggera e resistente possibile. Deve avere freni molto potenti e l’aspetto bizzarro per i non addetti ai lavori riguarda il fatti che non dispone di una sella su cui sedersi, perché? in quanto non serve, se ci fosse ne aumenterebbe il peso e oltretutto rischierebbe di ostruire il peso del pilota ogni qualvolta si deve muovere per bilanciare la bici.

Ringrazio Paolo per la disponibilità e invito tutti a visitare biketrialpool.it

Condividi l'articolo: