Il gesso per le decorazioni

La ditta INGA di racconta e ci offre un focus sul settore delle decorazioni in gesso.

Page-1-Image-1

SOLUZIONI ARREDATIVE IN GESSO – COMPLEMENTI D’ARREDO – CALCHI D’ARTE – STUCCHI

 

 

Parlaci della tua attività, di cosa ti occupi? qual è la tua storia?

La ditta INGA ha sede a Cittadella (PD) e vanta una esperienza nel settore da più di mezzo secolo infatti è stata fondata da mio padre nel 1952 con la produzione a livello nazionale di gessi per lavagna.
Successivamente è stata introdotta negli anni 60 una linea di STUCCHI quali cornici e angoli , mensole e lesene , colonne in gesso ispirati a disegni classici e moderni per decorare e trasformare pareti e soffitti.
Mi ha sempre affascinato, fin da bambino la versatilità del gesso; polvere e acqua miscelati insieme, colati su stampi che come per magia prendono forma, questa passione mi ha portato ad ampliare la tradizionale produzione storica di stucchi decorativi; ho realizzato una collezione di busti e calchi d’ arte e una vasta gamma di bassorilievi in gesso fedeli riproduzioni di opere originali.

SOFFITTI IN GESSO

Ti occupi di decorazioni. Ci parli un pò di questo settore?

Il mercato si sta orientando sempre di più su prodotti artigianali, per decorare e trasformare ambienti , anche con un budget limitato si riesce ad ottenere ottimi risultati.
Architetti e designer propongono ai loro clienti sempre più spesso manufatti in gesso realizzati su disegno come cornici luminose o pareti con rivestimenti in gesso per esaltare i loro progetti.

BASS+BUSTI CATALOGO 2011

Sul mercato vi sono numerosi materiali e rivestimenti, quali consigliate ai vostri clienti e soprattutto perché?

Sul mercato si trovano attualmente dei surrogati che copiano i nostri manufatti , ma il gesso è un minerale che si trova in natura e quindi è ECOLOGICO al 100%,la sua flessibilità, l’impatto visivo e la durata nel tempo non hanno paragoni, non a caso i prodotti in gesso sono senza età, accompagnano la storia dell’uomo e fanno parte della nostra cultura da sempre.

Ringraziamo Paolo di www.inga.it per l’intervista concessa a ProntoPro.

Condividi l'articolo: