Il mercato edilizio e la figura del geometra al suo interno: ci parla Aldo Raggi

Oggi per il blog di ProntoPro abbiamo il piacere di intervistare Aldo Raggi, geometra presso la città di La Spezia. Aldo ci racconta con passione della sua professione e ci parla del mercato edilizio odierno.

Ci parli della sua attività e di come è nata

La mia attività di geometra libero professionista parte da lontano, influenzata da mio zio paterno, che già esercitava la professione. Nel corso degli anni sentendo parlare un linguaggio tecnico piano piano ne sono stato attratto. Prima di diplomarmi mi sono occupato della gestione dei beni di famiglia, sia dal  punto di vista tecnico che fiscale, attività  eseguite con tanta fatte incoscienza giovanile. Nel 1983 ho avuto il primo incarico di amministratore condominiale nel fabbricato dove sono nato, immobile che tutt’ora amministro. Nel corso degli anni ho acquisito maggiore esperienza e capacità che mi hanno permesso di valutare al meglio ogni situazione che mi si e’ presentata.

La professione di Geometra me la sento cucita addosso, come un bel vestito sempre  pulito e alla moda. Non ha mai avuto tentennamenti, in quanto la libertà sia economica che intellettuale e’ alla base della mia vita e lo sara’ sempre. Certo nel corso degli anni ci sono stati notevoli cambiamenti nella società e grandi difficoltà, che hanno messo a dura prova chi esercita una libera professione, ma la costanza, la preparazione, la formazione continua, l’onestà, sono armi con cui si può e si deve superare ogni ostacolo. Altro grande aiuto è venuto dall’informatica, che fa’ parte della vita quotidiana del geometra , in quanto  la maggioranza delle pratiche che giornalmente eseguiamo (catasto, comune, attestazioni energetiche)  seguono  la via on-line con pagamenti,  firme digitali, etc.

Il geometra resterà sempre una figura essenziale nel rapporto fra il cittadino privato e gli enti pubblici, un cuscinetto fra lo Stato e le famiglie che con la sua opera risolve molti problemi quotidiani. La professione del geometra e’ una professione polivalente, in quanto con il calo dell’edilizia si e’ riversata in altre attività polivalenti quali il catasto, il tribunale come C.T.U., le consulenze di parte C.T.P., le stime immobiliari, le stime per beni provenienti da fallimenti, l’amministrazione di beni immobili, gestioni di patrimoni privati, etc.

Inoltre attualmente il Geometra può essere anche laureato, seguendo un programma di studi più completo ed efficace per entrare nel mondo del lavoro, ma e’ bene chiarire che tali figure professionali resteranno sempre e comunque dei Geometri, e non saranno mai dei mezzi ingegneri o dei mezzi architetti.

Consiglio ai giovani, fortemente motivati, di intraprendere la carriera di geometra libero professionista, in quanto anche se difficile, dura ed irta di difficoltà, alla lunga darà notevoli soddisfazioni.

Come è la situazione attuale del mercato edilizio? ci sono state evoluzioni recenti?

Il mercato edilizio attuale risente molto della crisi economica che stiamo vivendo, l’avvento della moneta unica l’ Euro ha di fatto dimezzato il potere d’acquisto delle famiglie italiane.

Ad una prima partenza euforica del mercato immobiliare, quello che costava in lire pari pari si tramutava in euro, raddoppiando di fatto le somme di vendita, e’ seguita una forte recessione, con il mercato fermo per anni.

Alla data odierna il mercato mostra segni di ripresa;  attualmente dovremmo ritornare al valore degli immobili espresso in lire, cioè il valore dell’immobile in euro ma che corrisponda alle lire,  con il vantaggio che chi puo’ disporre  puo’ fare buoni  affari.

Ci sono poi i moltissimi fallimenti (di imprese semplici, di societa’ etc.), che i  interessano i tribunali, ed immettono sul mercato molti beni a prezzi decisamente appetibili.

Anche qui chi puo’ disporre puo’ fare buoni affari.

Lo standar urbanisti che va’ per la maggiore è adibire le unita’ immobiliari all’interno dei condominii a case vacanze, da affittare a turisti per brevi periodi.

Anche questo e’ un segno dei tempi che stiamo attraversando, con l’aumento della vocazione turistica della città della Spezia.

Quali sono i parametri che tenete in considerazione per una consulenza immobiliare?

I parametri da utilizzare per una consulenza immobiliare sono molteplici. Quando si esprime una consulenza in merito ad un immobile si deve tener conto delle caratteristiche estrinseche ed intrinseche dell’immobile stesso:

  • caratteristiche estrinseche , sono quelle dell’immobile in riferimento alla zona in cui e’ ubicato (zona urbanistica, servizi pubblici, uffici pubblici, destinazione dell’edificio in cui e’ ubicato l’immobile, epoca di costruzione, stato di manutenzione, pertinenze condominiali, etc.)
  • caratteristiche intrinseche, sono quelle proprie dell’immobile (superfici locali, volumi locali, ubicazione, proprietà, dati catastali, conformità urbanistica, etc.)

Si deve tener conto anche  dei valori medi indicati dall’ O.M.I. (osservatorio mercato immobiliare)  che raggruppa le quotazioni medie rilevate a semestre in ogni zona territoriale omogenea in ogni comune italiano.

Ringraziamo il geometra Aldo Raggi per la sua disponibilità.

Condividi l'articolo: