Il mondo delle applicazioni web

Oggi abbiamo intervistato Alessio Arrigoni che ci ha parlato del mondo delle applicazioni web e degli strumenti più usati.

programmazione web

Parlaci di te e di come è nata la tua azienda.

Fin da bambino la tecnologia mi ha sempre affascinato, quindi poi è stata una naturale conseguenza intraprendere studi che mi hanno portato ad operare in tale settore.

Cos’è un’applicazione web: come funziona e quali sono i linguaggi che utilizzi per svilupparla?

Un’applicazione web, in termini molto semplicistici la possiamo definire in due modi:

  • come un normale sito internet ma al cui interno sono racchiuse molteplici funzionalità che lo rendono a tutti gli effetti un software vero e proprio
  • come un software destinato a girare su piattaforma web e quindi ad essere utilizzato mediante un comune browser web

Ci sono applicazioni che nascono per essere sviluppate su piattaforma web, proprio per la tipologia di servizi che offrono, pensiamo ad esempio a piattaforme come Amazon o ai servizi online che mette a disposizione la pubblica amministrazione, o ai remote banking dei vari istituti bancari. In altri casi non tanto per necessità, ma per comodità si sceglie di intraprendere questa strada, per poter operare senza necessariamente essere in ufficio.

Da un punto di vista tecnico, oltre che la configurazione di un database server, che ci vuole sempre e comunque anche se non è un’applicazione web, è richiesta la configurazione del web server su cui verrà installata l’applicazione, dopo di ché i client possono essere infiniti e non occorre alcuna installazione aggiuntiva perché basta un browser web per il suo utilizzo. Lo svantaggio è che richiede un maggiore occhio di riguardo dal punto di vista della sicurezza perché quando si parla di web si parla di internet, e quindi il server potrebbe essere potenzialmente esposto ad attacchi esterni, la comunicazione fra client e server potrebbe essere intercettata da malintenzionati, ecc…

I linguaggi adottati dipendono dal sistema operativo del server: Windows o Linux. Personalmente ho lavorato su entrambe le piattaforme, ma la mia preferenza va di gran lunga sul mondo Windows.

Aggiungo che operando in questo ambito viene poi naturale il dover avere anche competenze sistemistiche.

Quali sono gli strumenti di sviluppo utilizzati nel tuo campo?

Gli strumenti sono vari tuti più o meno validi, ognuno ha i suoi pregi e difetti. Come per gli utilizzatori finali, i software, i dispositivi tecnologici, si evolvono per facilitare la vita e farci fare le cose più in fretta, anche per i programmatori gli strumenti di sviluppo si evolvono per agevolare la progettazione e lo sviluppo.

Ad oggi quali sono le richieste più frequenti delle aziende che fornisci?

Non essendo specializzato su uno specifico settore, non ho una richiesta particolare più frequente che mi viene fatta, i miei sono tutti progetti su misura per il cliente secondo le sue specifiche esigenze.

La ragione che porta i clienti fare una scelta di questo genere, rispetto a prendere un prodotto commerciale, è di poter avere un software che si adatta alle esigenze dell’utente e non viceversa.

 

Ringraziamo Alessio Arrigoni per la collaborazione. Potete dare un’occhiata al suo sito qui: Alessio Arrigoni

Condividi l'articolo: