Il mondo delle telecamere e della videosorveglianza

Pubblicato il 4 gennaio 2018 da ProntoPro
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin

Oggi intervistiamo per il Blog di ProntoPro il Sig. Rovagnati di videospy.it esperto nel settore della videosorveglianza.

Ci parli della sua attività

Nasciamo nel 1996 come web designer. Siamo stati una delle primissime web agency di Milano.
Nel 2010 abbiamo sviluppato il sito Videospy con l’intento di farne un laboratorio per apprendere competenze specifiche sulle vendite online e sullo sviluppo tecnico di un sito di vendita che fosse semplice, elastico e versatile. A quello sono seguiti gli studi sul posizionamento nei motori di ricerca e delle problematiche e metodologie “pratiche” nella gestione di una vendita online, come la logistica, la gestione dei corrieri, l’organizzazione del magazzino, ecc.

All’epoca la nostra idea era di costruirci un know-how da rivendere ai clienti che cominciavano a chiederci sempre più spesso una consulenza a tutto tondo nello sviluppo di un ecommerce.
La scelta della nicchia di prodotti da vendere in questa fase sperimentale non è stata casuale, conoscevamo e apprezzavamo queste attrezzature proprio perché avevamo sviluppato un sito per uno dei primissimi rivenditori di materiale per investigatori privati in Italia ed eravamo rimasti molto affascinati da quel mondo.
Inoltre avevamo intuito che, all’epoca, esisteva un vuoto commerciale in quanto i siti di vendita diretta di quel settore erano praticamente inesistenti. Il grosso del materiale veniva smerciato solo tramite portali dove chiunque poteva vendere (inizialmente solo ebay, ora anche Amazon) e su quelle piattaforme era, ed è tutt’ora, difficile capire se si ha di fronte un venditore professionale e preparato che può offrire garanzia ed assistenza su ciò che vende, oppure un ragazzino che per quel mese vende quel tipo di materiale ed il mese successivo qualcosa di completamente diverso. La clientela a cui volevamo rivolgerci era piuttosto esigente e voleva avere un interlocutore unico certo e rintracciabile in futuro.

Onestamente, visto che lo scopo originale del sito era di sperimentazione tecnica, non avevamo particolari velleità o speranze di farne un successo commerciale, inoltre avevamo prezzi piuttosto alti ed i prodotti erano decisamente pochi, anche perché abbiamo fin dall’inizio applicato una rigorosa selezione su cosa secondo noi fosse valido e cosa invece no.

Poi nel 2012 Google ha fatto un grosso aggiornamento dei suoi algoritmi e ha spazzato via dai suoi risultati di ricerca centinaia di siti “spazzatura” con il risultato che ci siamo trovati, da un mese con l’altro, in prima pagina ed al primo posto per moltissime ricerche su questi prodotti e a quel punto hanno cominciato ad arrivarci parecchi ordini.  Con l’aumentare delle vendite abbiamo potuto aumentare i quantitativi acquistati quindi abbassare i prezzi e cominciare a cercare i prodotti migliori ed anche e soprattutto a farli produrre su nostre specifiche seguendo le richieste dei clienti.

Inoltre, nel frattempo, i prodotti che vendevamo non erano più molto di nicchia. La clientela, che inizialmente era costituita quasi esclusivamente da membri delle forze dell’ordine e investigatori privati, era diventata globale.

Le telecamere spia o “spycam”, le microspie audio, i tracciatori GPS, ecc… erano ormai diventati prodotti popolari molto richiesti. I dispositivi offerti dal mercato erano sempre di più ma, essendo quasi tutto materiale di produzione cinese, era (ed è) spesso di qualità veramente troppo bassa.
Il fatto di aver sempre severamente testato tutti i prodotti e messo in vendita solo quei pochi che a nostro giudizio meritavano, se da un lato ha frenato la nostra crescita perché avevamo meno materiale della concorrenza, dall’altro ha contribuito a creare una buona fama del nostro sito ed a costruire anche una clientela che ciclicamente acquista qualcosa conscia di comprare il meglio che si può trovare nel settore.

Da allora ad oggi molte cose sono cambiate. Si può dire che il Know-how che abbiamo accumulato ce lo siamo tenuti stretto e non lo abbiamo rivenduto come era nelle intenzioni iniziali. Il web design è un attività ormai marginale per noi ed più che altro rivolta a migliorare esclusivamente il nostro sito. Siamo completamente assorbiti dalla ricerca di nuove telecamere e prodotti per videosorveglianza e controllo che vadano a riempire quelle nicchie di mercato che i nostri clienti ci fanno quotidianamente scoprire con le loro richieste. Abbiamo raggiunto accordi di collaborazione con alcune fabbriche di Hong Kong che stanno sviluppando o modificando i loro prodotti basandoci sui nostri feedback e sui nostri consigli. I loro prodotti vengono rivenduti in tutto il mondo e pare che quelli con le modifiche studiate da noi di Videospy siano quelli globalmente più venduti ed apprezzati, ed è davvero una bella soddisfazione. Il prossimo passo sarà progettare e realizzare in proprio dispositivi a nostro marchio. Il prodotto perfetto, infatti, ancora non esiste ed abbiamo alcune idee su come dovrebbe essere. E queste idee le abbiamo grazie la fatto che riceviamo giornalmente decine e decine di telefonate di persone con le più svariate esigenze e ci siamo fatti un quadro preciso di cosa serve e di cosa manca sul mercato.

videosorveglianza

 Quali sono i tipi di telecamere che hanno più successo?

In breve si può dire che le telecamere che vendiamo di più sono quelle che si vedono di meno.

In effetti non vendiamo molte attrezzature da videosorveglianza “classica” che spesso richiedono un installatore, il quale normalmente preferisce installare prodotti che procura lui, sia perché li conosce meglio, sia perché ha il suo margine. Noi commercializziamo quasi esclusivamente “telecamere spia” o “spycam”, che altro non sono che telecamere miniaturizzate da nascondere autonomamente o fornite addirittura già nascoste in oggetti apparentemente comuni, anche in versione indossabile, dotati batteria e DVR (registratore video digitale) integrati. Articoli per lo più pronti all’uso, di semplice utilizzo, senza bisogno di nessuna installazione. Sono prodotti invisibili che permettono di sorvegliare ogni ambiente in modo segreto e senza complicazioni. Abbiamo anche venduto molti prodotti ad inviati di famose trasmissioni televisive che spesso realizzano servizi utilizzando telecamere nascoste.

Questo però non significa che vendiamo solo a chi vuole, legittimamente o meno, spiare qualcuno. E’ bene tener presente che una videosorveglianza di tipo non individuabile è anche a prova di elusione o sabotaggio.

videosorveglianza

 Quali nuove tecnologie ci sono nel mondo delle videosorveglianza?

Nel mondo della videosorveglianza in generale è sicuramente la fusione di più sistemi in uno, la domotica, gli impianti di allarme e le telecamere in un unico sistema dotato di riconoscimento facciale, lettura targhe, apertura e chiusura porte finestre e cancelli, combinatori telefonici, attivazione allarmi, richiesta assistenza o soccorso, ecc… il tutto integrato e gestibile da cellulare o tablet, nemmeno più da pc che sta invece cominciando ad essere considerato obsoleto e riservato ad una clientela professionale.

Nel nostro piccolo mondo delle telecamere spia invece la tendenza è quella dei prodotti wifi. La miniaturizzazione dell’elettronica ora consente di inserire un trasmettitore wifi in praticamente qualunque oggetto. E’ un evoluzione delle primissime spycam wireless che trasmettevano il segnale video via radio, con portata limitata e consumi enormi e che richiedevano un apposito ricevitore. Ora invece si appoggiano alle reti wifi informatiche e tramite queste sono visibili da ovunque nel mondo, via internet, utilizzando una semplice app da installare sul proprio cellulare. Ormai chiunque può controllare in diretta… ovunque, e senza dover installare quasi nulla ed in modo nascosto.

E chi lo trovasse inquietante pensi che il cellulare che ha sempre in mano è in assoluto il primo e più vulnerabile strumento per essere spiati che si possa immaginare, molto peggio delle telecamere nascoste. Ed il settore dei software spia per cellulari è in grandissima crescita perché sta parimenti crescendo la domanda. Noi non ce ne occupiamo perché è un tipo di prodotto che proprio non ci piace, ma conosciamo comunque bene cosa offre il mercato in quel ramo e siamo dell’idea che, se uno non vuole assolutamente correre il rischio di essere spiato, la prima cosa che dovrebbe fare è rinunciare allo smartphone.

videosorveglianza

 Qual è l’utilizzo maggiormente diffuso per le telecamere?

Per la nostra nicchia di mercato l’uso in assoluto più diffuso è quello della sorveglianza contro furti o atti vandalici ripetuti verso la propria abitazione e soprattutto verso la propria auto. Abbiamo ovviamente la nostra fetta di clientela fatta di persone che sospettando dell’infedeltà del partner, ma sono meno di quanto si possa pensare. Un’altra esigenza davvero molto sentita è quella di sorvegliare le persone anziane o le baby-sitter quando vengono lasciate con i bambini.

Un altro settore, abbastanza scollegato dalle spycam, di cui ci siamo sempre occupati con grande soddisfazione e che ultimamente sta crescendo tantissimo è quello delle telecamere per auto, non tanto per sorvegliare l’auto in sosta ma per documentare cosa accade durante la guida. Anche qui il discorso sarebbe lungo ed interessante e richiederebbe un intervista a parte.

L’aspetto normativo delle telecamere nascoste

Concludendo vorrei chiarire un aspetto normativo in merito all’occultamento delle telecamere in quanto molti sono convinti che sia vietato installarle in modo nascosto e senza mettere un cartello che avvisa della loro presenza. Non è così, non del tutto almeno. Moltissimi nostri clienti sono stati invitati proprio dalle forze dell’ordine ad installare una telecamera nascosta quando andavano sporgere denuncia perché vittime, ad esempio, di atti vandalici da parte di ignoti.
Bisogna poi tener presente che, senza avvisare, è permesso registrare praticamente qualunque cosa sia in ambiti privati (se di nostra proprietà) sia in ambiti pubblici, se resta a nostro esclusivo uso, così come se l’avessimo visto con i nostri occhi. Allo stesso modo chiunque effettua foto e video, ad esempio in spiaggia, senza doversi (penalmente) preoccupare di non immortalare eventuali ignari passanti.
Quello che è severamente regolamentato è ciò che si fa in seguito con le immagini registrate. Ad esempio è assolutamente proibito renderle pubbliche senza il permesso dei soggetti presenti. Il cartello serve proprio a questo, cioè ad avvisare che in quell’ambiente la tua presenza e le tue azioni potrebbero essere rese pubbliche.
Per “rese pubbliche” non si intende solo, ad esempio, la pubblicazione su internet. Anche portare il filmato come prova in ambito giudiziario è considerato “renderla pubblica” quindi, in teoria, le riprese effettuate con telecamere nascoste e non segnalate non possono essere usate in ambito giudiziario. Ma non è sempre così: non si possono usare a meno che il giudice non lo consenta o anche a meno che non serva per difendermi da accuse infondate. In tal caso posso usare ugualmente i filmati in tribunale, anche se ripresi da telecamere non segnalate.

Come fonte io di solito cito questo articolo tratto dal Corriere della Sera, estremamente chiaro e conciso, che riporta un intervista fatta ad un avvocato esperto di questioni di privacy all’indomani della diffusione, per denunciare un disservizio, di alcune riprese effettuate di nascosto in un pronto soccorso:

http://www.corriere.it/digital-edition/CORRIEREFC_NAZIONALE_WEB/2017/01/17/19/e-permesso-registrare-tutto-purche-per-uso-personale_U432701008275306dFI.shtml

Ringraziamo ancora il Sig. Rovagnati per la disponibilità.

Condividi l'articolo:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin
Pubblicato il da ProntoPro
Postato in: Il tuo tempo libero
Articoli correlati:

CODICI E CODICILLI - Madrelingua traduttrice, proofreader, ed insegnante di inglese e italiano

Traduzioni a Firenze
scritto da Roberto S il 20/11/2017
Mi sono avvalso di Eleonora Harris per la traduzione in inglese del nostro sito web aziendale. Oltre all'indubbia capacità tecnica ho potuto...

GS di Simonelli Giacomo

Idraulico a San Secondo Parmense
scritto da Maddalena B il 20/11/2017
Bravissimo Giacomo che ha risolto il problema in brevissimo tempo con un'ottimo risultato! da ricontattare sicuramente se dovessi averne anc...

Antennista elettricista

Elettricista generico a Ciampino
scritto da Cristian V il 20/11/2017
Sono stati professionali, rapidissimi, e hanno risolto brillantemente il problema. Trattamento economico e giusto, mi hanno poi offerto un m...

Luca Gomiero

Rifacimento intonaco pareti a Treviso
scritto da Vukadinovic M il 20/11/2017
Che dire... non potevo fare una scelta migliore! Ho contattato Luca per l'isolamento di una terrazza e la dipintura interna di casa. Il lavo...

Birolini manutenzioni srl

Manutenzione o revisione caldaia a Bergamo
scritto da Mara I il 19/11/2017
Eccellente servizio, puntuale, preciso e professionale. Il preventivo è stato chiaro ed il tecnico molto corretto nella spiegazione e applic...

Bolzonella Andrea posa levigatura e restauro pavimenti e scale in legno

Lucidatura parquet a Dolo
scritto da Antonio M il 19/11/2017
Bolzonella Andrea, ottimo artigiano è un vero professionista del parquet, competente, serio, gentile e puntuale ha eseguito la lamatura, st...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Come funziona ProntoPro

Fai la richiesta
1

Fai la richiesta

Indica di che cosa hai bisogno in pochi click.
Confronta i preventivi
2

Confronta i preventivi

In poche ore riceverai fino a 5 preventivi personalizzati.
Scegli il professionista
3

Scegli il professionista

Scegli il professionista più adatto a te dopo aver confrontato le offerte e consultato i profili.