Intervista ad una giovane fotografa ed artista: Jessica Zambellini

J.Z.:

Con le prossime parole non ho la presunzione di dare dei consigli che siano validi per tutti, invece proverò a condividere con voi il mio metodo di lavoro in previsione di uno shooting.

 

  1. Avere un progetto definito

La primissima cosa da fare se si intende realizzare uno shooting, è avere un’idea salda e definita, ciò significa mettere nero su bianco le caratteristiche principali del lavoro, ovvero: il mood (lo stile e l’atmosfera), il tipo di illuminazione, l’ambientazione (esterna o interna) e la destinazione delle foto (rivista, mostra, ecc. ecc.). E’ altrettanto importante, però, non essere eccessivamente rigidi, se durante lo shooting si presenta la possibilità di rendere ancora più efficace il lavoro modificando qualche particolare, è giusto essere flessibili.

 

  1. Il team di lavoro

Nei servizi fotografici di moda è necessaria (ma non obbligatoria) la presenza di diverse figure: fashion designer (colui/colei che realizza il capo indossato dalla modella), stylist (colui/colei che crea gli outfit, abbinando abiti, calzature e accessori), make up artist e hair stylist (è un ruolo spesso ricoperto dalla stessa persona) e ovviamente la modella/modello. È importante conoscere il lavoro e lo stile delle persone con le quali si va a collaborare, in modo da realizzare un prodotto che non abbia incongruenze.

 

giovane fotografa

 

 

  1. Rispettare i tempi

Spesso capita di essere in ritardo o di ridursi all’ultimo, soprattutto se il lavoro non è stato organizzato molto bene. È giusto che ognuno abbia la sua parte di tempo in modo da lavorare al massimo delle proprie capacità, ma è altrettanto giusto rispettare il lavoro degli altri ed impegnarsi al massimo per rientrare nello spazio che è stato concordato.

  1. Rispettare il parere altrui

Il fotografo deve essere presente dall’inizio, ovvero da quando la modella si siede sulla poltroncina di fronte allo specchio della make up artist, deve partecipare (senza infastidire, ovviamente) alla realizzazione del progetto. In un team, la complicità e la collaborazione tra gli individui è uno degli ingredienti fondamentali per la riuscita del lavoro. Ascoltare il parere altrui può essere di fondamentale importanza, sia che una persona si intenda della questione, sia che non se ne intenda. E’ possibile che gli altri notino qualcosa a cui noi non avevamo fatto caso, soprattutto se non si tratta del nostro campo. Allo stesso tempo, però, bisogna essere misurati e permettere ad ognuno di svolgere il proprio compito in serenità. Il fotografo è colui che riassume in un’immagine il lavoro e l’impegno di più persone.

 

  1. Essere preparati agli imprevisti

Dopo aver scongiurato qualsiasi imprevisto con un’organizzazione più che efficiente, è comunque importante non scoraggiarsi al presentarsi di qualche difficoltà e riuscire a tirare fuori il meglio da qualsiasi situazione, in modo da non definirla come una perdita di tempo.


Un ringraziamento a Jessica Zambellini per il suo contributo.

Condividi l'articolo: