Area Professionisti, I tuoi eventi, Il tuo tempo libero

Richiedi preventivi gratis

Cerca Professionista

Area Professionisti, I tuoi eventi, Il tuo tempo libero

Richiedi preventivi gratis

Cerca Professionista

JoviPeric.com, la storia della tua vita come non te l’ha mai raccontata nessuno

Sembra strano ma a volte ci immergiamo nei particolari di una foto come se ne veniamo completamente catturati. Un dettaglio, una sfumatura di luce inusuale, una serie di colori o paesaggi meravigliosi o anche una nostra posa che ci piace in modo particolare.

Da sempre le fotografie sono una delle cose più amate da tutti noi: quanto tempo trascorso con la famiglia a guardare le foto del matrimonio dei nonni o dei genitori, e le varie foto con gli amici, quando si usciva al pomeriggio e si tornava a tarda sera; che ricordi meravigliosi.

Certo non è semplice avere delle belle foto al giorno d’oggi. Siamo completamente sommersi da esse, ne scattiamo decine al giorno con lo smartphone e ne vediamo un’infinità attraverso i canali social di tutto il mondo, ma poche di queste sono così affascinanti e ben fatte da lasciare il segno e catturare la nostra passione.

Ma per fare e avere foto meravigliose e ben curate, non basta affatto possedere il miglior telefono o la reflex di ultima generazione, altrimenti saremmo tutti fotografi!

Al contrario è l’occhio che cattura l’attimo, quell’insieme di competenze che permettono a chi scatta di raccontare quel particolare evento, periodo e persona; tutte queste caratteristiche si ottengono solo con molto impegno, studio, passione sfrenata e tanta, tanta pratica.

A tal proposito, se sei alla ricerca di un vero fotografo, non del cugino dell’amico del tuo amico che fa dei bei selfie, seguimi nella lettura, sto per parlarti di un nome molto importante, di colui la cui passione porta alla strada della creatività.

I segreti di un fotografo

Il nome che voglio condividere oggi con voi è quello di Jovi Peric nato in Serbia il 1, febbraio 1982, e dal primo momento, da quando è arrivato in Italia, da bambino, non ha avuto problemi con la lingua. Quindi madrelingua italiana oltre ad essersi ambientato rispettosamente nell’ambiente in cui vive.

Ha lavorato e studiato duramente per mettere le basi solide a questa professione senza snaturare quello che lui stesso vuole raccontare; tiene ad essere estremamente professionale e ad essere sé stesso, su questo aspetto ci ha lavorato molto. È solito lavorare d’istinto quindi ad occupare per intero lo spazio che lo circonda, però non disdegna, anzi, a lavorare in squadra se le persone sono disponibili a capire i clienti dal suo punto di vista e soprattutto a condividere le sue modalità.

Principalmente si occupa della fotografia di wedding, engagement(fidanzamento), coppia e la famiglia. Riuscire a raccontare le dinamiche tra le persone è il maggior obiettivo di Jovi e, negli ultimi anni, la sua passione in questo senso è molto vivace. Ogni persona è diversa e ogni coppia esprime il legame a modo suo che cerca in ogni modo di far uscire nelle sue fotografie.

La motivazione per scegliere questo lavoro nasce dalla sua innata passione per la fotografia e l’arte in genere. Questa passione ha cercato di farla diventare il suo lavoro perché, come dice lui “ne sento il bisogno, è come un richiamo e quando lo faccio mi sento completamente immerso e soddisfatto”. Insomma, la sua è un’esigenza viscerale che nasce dal cuore, lo stesso che mette nel suo lavoro e nel rapporto con i suoi clienti.

Abbiamo chiesto a Jovi quali sono le peculiarità che contraddistinguono un racconto visuale, rispetto alle classiche fotografie: “Racconto visuale può essere composto anche da una sola fotografia, l’importante è che questa foto parli da sola. Solitamente si cerca di legare una serie di immagini per raccontare una storia, nel mio caso la coppia, la famiglia e il matrimonio. “Scrivere” una storia, nel caso del matrimonio, è un privilegio perché è un’esperienza molto speciale che resterà per tutta la vita sia agli sposi e alle famiglie e, nel mio piccolo, anche a me.” 

Quando era solamente una passione aveva capito di voler approfondire e imparare tutte le tecniche. Quindi cominciò a studiare libri cercando di capire i grandi maestri e fotografi professionisti, ha cercato i corsi che più si avvicinavano al suo modo di lavorare. Il suo consiglio a chi vuole avvicinarsi a questa passione/professione così articolata ma egualmente meravigliosa, anche se può sembrare banale, è quello di studiare il più possibile ed esercitarsi ancora di più.

I suoi strumenti di lavoro sono moderni e professionali, dipende molto dalla tipologia di lavoro. Ad esempio per il matrimonio usa due fotocamere professionali che registrano su due schede di memoria per essere sicuri il più possibile di non perdere i dati. Poi due obiettivi fissi e ognuno sono prettamente specifici per un certo tipo di uso, il 35 mm è più per raccontare la scena invece 85 mm è più da ritratto e per rubare qualche momento speciale stando più distanti. Da questa attrezzatura, che lui definisce estensioni del suo essere e dei suoi sensi, nasce l’art espressa sotto forma di fotografia e immagine.

L’obiettivo

La fotografia è luce e la luce può cambiare il modo di raccontare. L’obiettivo di Jovi Peric è, come fotografo, quello di capire come la luce può aiutarlo nelle varie situazioni. Un altro fattore molto importante è il legame o il rapporto che si instaura con il soggetto o i soggetti. Questa parte è fondamentale per la sua fotografia, non gli piace essere invasivo, al contrario cerca di accompagnare le persone per far uscire il meglio, e solo alla fine arriva l’immagine.

L’incredibile passione unita alla sua grande capacità di coinvolgere le persone, metterle a loro agio e tirare fuori da esse il meglio, gli permette di rendere i suoi scatti, i portrait, i ritratti delle vere e proprie opere d’arte.

Si dice che già prima di ogni fotografia scattata, un vero fotografo abbia già l’immagine ben definita nella sua testa; Jovi è uno di questi.


Hai bisogno di un Professionista per la tua casa? Trovalo su ProntoPro!

Cerca Professionista