La betoniera: anche le macchine semplici incontrano l’innovazione

Nel tempo la betoniera, macchina semplice ma essenziale per l’edilizia, ha subito molte innovazioni, fino alla “betoniera in scatola” di Lino Sella World.

betoniera

Qual è la storia di Lino Sella World e quali servizi principali offre?

Lino Sella World viene fondata nel 1963 dal Sig. Lino Sella, come azienda di macchine per l’edilizia: dal 1965 si specializza nella produzione di betoniere a bicchiere, che diventano il suo maggiore settore produttivo.

Negli anni ’70, grazie al boom nel settore delle costruzioni, la produzione raggiunge ottimi traguardi, portando all’inaugurazione della nuova sede di Ponte di Nanto, da parte dell’allora Presidente del Consiglio dei Ministri On. Mariano Rumor.

L’attuale titolare e figlio del fondatore, il Sig. Paolo Sella, continua il potenziamento dell’azienda vantando un network di oltre 450 rivenditori in tutto il mondo, confermando l’azienda come leader di mercato: la qualità e durata dei nostri prodotti si combinano con una serie di vantaggi competitivi che differenziano la nostra azienda sul mercato e ci rendono la scelta dei costruttori di tutto il mondo.

Offriamo ai nostri clienti tutta la nostra esperienza: dalla scelta del prodotto al suo acquisto.
Il cliente viene consigliato nella scelta del prodotto più appropriato in base alle sue esigenze, grazie all’aiuto del nostro personale, che si avvale della propria esperienza per proporre soluzioni personalizzate in base alle necessità più specifiche.

Il nostro obiettivo con i clienti è anche quello di creare una forte collaborazione di lunga durata, perché la nostra crescita dipende anche dagli apprezzamenti e consigli che riceviamo dalle persone che utilizzano, vendono o noleggiano le nostre betoniere e le adoperano nel loro lavoro quotidiano.

Cos’è e a cosa serve una betoniera?

La betoniera si può definirla una “macchina semplice da utilizzare”, la cui funzione è quella di miscelare tra di loro i componenti della malta o del calcestruzzo.

Quali parametri bisogna considerare per scegliere la tipologia di betoniera più adatta?

Premettiamo che la betoniera è una macchina essenziale per chi opera nel campo dell’edilizia.

Collegandoci ad alcune significative parole dell’importante ingegnere Abu Sakh Mohammed, che conferma l’importanza della miscelazione dell’impasto, possiamo affermare che una betoniera deve appunto possedere delle caratteristiche uniche per ottenere un impasto finale ottimale.

Alcune di queste principali caratteristiche sono:

  • La velocità di rotazione del bicchiere e la predisposizione delle pale all’interno del bicchiere.
    Tali elementi assieme fanno si che il materiale, una volta raggiunta la parte superiore del bicchiere, possa precipitare per essere riafferrato ed essere nuovamente impastato.
  • Il controfondo nel bicchiere.
    Dettaglio importantissimo per evitare che il materiale si depositi nel fondo del bicchiere (ciò significherebbe una errata miscelazione e materiale fermo non impastato dentro al bicchiere).
  • Le pale devono essere imbullonate e non saldate.
    In tal modo si permette un’eventuale facile sostituzione; oltre al fatto che la saldatura indebolirebbe il bicchiere.
    Anche per questo motivo è da preferire un bicchiere con una sola saldatura centrale.
  • Un telaio robusto con una cabina per il motore che permetta una buona areazione.
    Una betoniera con motore diesel o benzina sarebbe opportuno che montasse degli antivibranti, al fine di preservare la struttura del telaio e limitare le vibrazioni durante l’utilizzo.

Quali sono state le innovazioni più recenti nell’ambito delle attrezzature edili? Ci puoi fare degli esempi?

Sicuramente una recentissima innovazione è la realizzazione e l’introduzione nel mercato di una betoniera professionale ma allo stesso tempo completamene smontabile per offrire ancora più vantaggi al cliente.

Queste betoniere sono completamente verniciate a polvere, ma parzialmente smontate e imballate in scatola di cartone.
L’imballo in scatola permette di facilitare le operazioni di carico e scarico, risparmio sui costi di trasporto e permette un’ottimizzazione dello spazio in termini di stoccaggio. Oltre a ciò, la betoniera arriva a destinazione senza alcun graffio.

L’assemblaggio della macchina viene fatto esclusivamente con viti e bulloni senza bisogno di saldature e in breve tempo. Anche il motore (elettrico o diesel o benzina) arriverà separato e sarà da assemblare con la macchina.

 

Ringraziamo Paolo Sella di Lino Sella World per la gentile intervista concessa a ProntoPro.

Condividi l'articolo: