La digitalizzazione aziendale

Pubblicato il 5 febbraio 2016 da Matteo
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin

In Italia sono indubbiamente necessari ancora molti sforzi per accelerare il processo di digitalizzazione delle aziende. Non pesano solo le carenze infrastrutturali ma anche l’attitudine dell’imprenditoria nostrana nei confronti dell’innovazione e dello sviluppo del web. Per ottenere un quadro più chiaro ed esaustivo sull’argomento abbiamo interpellato un esperto.

digitalizzazione

Qual è la situazione infrastrutturale nel nostro Paese per quanto riguarda l’accesso a Internet ed agli strumenti base per una vera digitalizzazione aziendale? 

Una premessa importante: la digitalizzazione, come processo aziendale, fa leva su due fattori chiave. Il primo fattore è quello infrastrutturale, il secondo è quello della formazione continua della forza lavoro.

Considerando il fattore infrastrutturale, ci sono più luci che ombre. Analizzando i dati Istat riferiti al 2015 (http://www.istat.it/it/archivio/176914), infatti, si nota un’ulteriore crescita del numero di imprese che si connettono a Internet mediante banda larga, mentre è vicina alla saturazione la quota di imprese che la utilizzano. Sta aumentando, inoltre, la percentuale di imprese con almeno 10 addetti e con connessione in banda larga mobile dal 60,0% al 63,3% (49,8% nel 2013).

Poi c’è da tenere in considerazione un altro dato positivosono in aumento le imprese che utilizzano la fatturazione elettronica in un formato adatto all’elaborazione automatica (dal 5,4% del 2014 al 15,5% del 2015) e quelle che adottano software specifici per la condivisione interna di informazioni sulla clientela.

 

Si possono riassumere in tre punti quali sono le mancanze più gravi del nostro sistema?

La comunicazione su canali digitali ha ampi margini di crescita dal punto di vista quantitativo e qualitativo: se è vero infatti che il 70,7% delle imprese con almeno 10 addetti dispone di un sito web, solo un’impresa su quattro ha sul sito un link al proprio profilo social e solo il 37,3% utilizza un social media, soprattutto per finalità di marketing.

La formazione, inoltre, è un eterno “Aspettando Godot”. L’approccio aziendale alla formazione, soprattutto su tematiche legate alla comunicazione digitale, è spesso fatto di paure e di investimenti in corsi non calibrati sulle esigenze della specifica realtà aziendale.

Infine, direi che grammatiche e paradigmi sono ancora “1.0”: la comunicazione tramite social media segue troppo spesso gli stessi paradigmi e le stesse grammatiche della comunicazione utilizzata negli anni del Web 1.0, con largo utilizzo di locandine e comunicati stampa pubblicati indifferentemente su Facebook, Twitter e altri canali social. I risultati in termini di visualizzazioni ed engagement dei post sono disastrosi.

Le imprese italiane sono davvero pronte per la digitalizzazione?

Dal punto di vista infrastrutturale, la risposta è sì. Se invece analizziamo la cultura d’impresa, la risposta non può essere così decisa. Stiamo ancora scontando il peso di ritardi legati a inefficienze in ambito educativo, dalla scuola dell’obbligo al sistema universitario, le quali si ripercuotono sulla qualità delle scelte strategiche dei decision maker aziendali.

Che cosa potrebbe concretamente accelerare il processo di digitalizzazione?

Il primo consiglio è di informarsi in modo continuo sui trend e sulle nuove opportunità offerte alle imprese dagli strumenti digitali, con riferimento a tutta la filiera aziendale.

È ugualmente importante il ricorso a intermediari come Prontopro.it per selezionare professionisti assieme ai quali disegnare il processo di digitalizzazione aziendale, e di formazione continua della forza lavoro.

 

La ricetta per modernizzare il paese ed il mondo dell’imprenditoria necessita senz’altro di una forte digitalizzazione del lavoro. Si tratta di un aspetto da considerare di pari passo con lo sviluppo delle aziende e del commercio internazionale. Nel nostro paese il processo di digitalizzazione richiede attenzioni urgenti da parte di tutti gli attori coinvolti: istituzioni pubbliche, enti di formazione, imprenditori e lavoratori.

Ringraziamo Paolo Vanadia di www.webmarketingitaly.com per il contributo

Condividi l'articolo:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin
Pubblicato il da Matteo
Articoli correlati:

CODICI E CODICILLI - Madrelingua traduttrice, proofreader, ed insegnante di inglese e italiano

Traduzioni a Firenze
scritto da Roberto S il 20/11/2017
Mi sono avvalso di Eleonora Harris per la traduzione in inglese del nostro sito web aziendale. Oltre all'indubbia capacità tecnica ho potuto...

GS di Simonelli Giacomo

Idraulico a San Secondo Parmense
scritto da Maddalena B il 20/11/2017
Bravissimo Giacomo che ha risolto il problema in brevissimo tempo con un'ottimo risultato! da ricontattare sicuramente se dovessi averne anc...

Antennista elettricista

Elettricista generico a Ciampino
scritto da Cristian V il 20/11/2017
Sono stati professionali, rapidissimi, e hanno risolto brillantemente il problema. Trattamento economico e giusto, mi hanno poi offerto un m...

Luca Gomiero

Rifacimento intonaco pareti a Treviso
scritto da Vukadinovic M il 20/11/2017
Che dire... non potevo fare una scelta migliore! Ho contattato Luca per l'isolamento di una terrazza e la dipintura interna di casa. Il lavo...

Birolini manutenzioni srl

Manutenzione o revisione caldaia a Bergamo
scritto da Mara I il 19/11/2017
Eccellente servizio, puntuale, preciso e professionale. Il preventivo è stato chiaro ed il tecnico molto corretto nella spiegazione e applic...

Bolzonella Andrea posa levigatura e restauro pavimenti e scale in legno

Lucidatura parquet a Dolo
scritto da Antonio M il 19/11/2017
Bolzonella Andrea, ottimo artigiano è un vero professionista del parquet, competente, serio, gentile e puntuale ha eseguito la lamatura, st...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Come funziona ProntoPro

Fai la richiesta
1

Fai la richiesta

Indica di che cosa hai bisogno in pochi click.
Confronta i preventivi
2

Confronta i preventivi

In poche ore riceverai fino a 5 preventivi personalizzati.
Scegli il professionista
3

Scegli il professionista

Scegli il professionista più adatto a te dopo aver confrontato le offerte e consultato i profili.