La fotografia e la sua costante evoluzione nel tempo

Pubblicato il 11 aprile 2017 da Fabio
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin

Il fotografo Stefano Bacci ci parla dei generi di fotografia, dell’evoluzione da analogico a digitale, fino alla “sfida” attuale tra reflex e mirrorless.

fotografia

Come ti è nata la passione per la fotografia e qual è stato il tuo percorso formativo?

La passione per la fotografia è per me una storia infinita: la prima macchina reflex, la mitica Pentax K1000, l’ho comprata addirittura nel 1982. Preistoria.
Ma la pellicola aveva i suoi limiti, sebbene in quegli anni ho stampato molto in camera oscura.

La vera “rinascita” della fotografia, per me, è stata l’avvento del digitale: attraverso di esso si sono ridotte di molto le differenze tra i grandi maestri e gli umili artigiani della fotografia, come ritengo di essere io.

Riguardo alla mia attività, ormai da un decennio opero in maniera costante e professionale nel campo della fotografia.

Quali sono i principali generi fotografici?

I generi fotografici sono molteplici e si possono distinguere sia per la tipologia della fotografia, sia per il risultato stesso della foto.
In altre parole, possiamo scegliere sia in base a quali soggetti fotografare (ritratto, macro, natura morta, paesaggio, ecc.), sia sul risultato che vogliamo ottenere (colore, bianco e nero, seppia, ecc.).

Per quanto riguarda il tipo di fotografia, è la natura stessa del soggetto che immortaliamo ad influire sulla scelta del genere fotografico.
Per quanto riguarda invece il risultato, dipende da cosa vogliamo mettere in evidenza: il bianco e nero drammatizza sempre un pò l’immagine, il colore al contrario esalta le differenze cromatiche.

Io, nella post produzione, mi lascio sempre impressionare dal risultato della mia stessa foto e – parafrasando il titolo di un famoso libro – “vado dove mi porta il cuore”, ossia l’istinto del momento.

Dalla foto analogica in bianco e nero, a quella analogica a colori, fino alla fotografia digitale. Cosa cambia in tali tipologie di foto? Perché a volte oggi si opta ancora per il bianco e nero?

Le tipologie di tali foto cambiano non solo nella tecnica materiale dell’acquisizione dell’immagine (si passa da una reazione chimica della fotografia analogica ad una reazione fisica in quella digitale), ma anche nella filosofia creativa che ci sta dietro.

Un esempio che vale per tutti, seppur banale, è il fatto che con un rotolino analogico l’impostazione della sensibilità è fissa per tutti gli scatti, mentre in una macchina digitale si può variare la sensibilità del sensore anche scatto per scatto.

Il bianco e nero è la regina delle fotografie – e lo dice uno che è un appassionato del colore.
Quando si vuole veramente valorizzare una foto, farla sbocciare in tutti i suoi dettagli e in tutte le sue sfumature, c’è solo il bianco e nero che può riuscirci.

Parliamo di mirrorless, che stanno aumentando la loro presenza sul mercato. Quali sono le principali differenze tra mirrorless e reflex? Quando consiglieresti di usare l’una o l’altra?

Beh, prima di tutto il funzionamento fisico delle due macchine è differente: nella mirrorless il sensore viene aperto come un interruttore della luce, nella reflex invece c’è anche il materiale spostamento dello specchio e l’apertura dello “pseudo” otturatore per permettere all’immagine di giungere al sensore.

A parte questo, le principali differenze sono legate alle dimensioni e quindi al peso e all’ingombro delle due macchine. Di conseguenza la prima riflessione sulla loro scelta o sul consiglio da dare è proprio legata a questa loro fisicità: se si va a fare un’escursione in montagna una reflex diventa molto impegnativa, dato che con essa ti devi portare anche gli obiettivi da sostituire. In tali casi una macchina più leggera è senz’altro più consigliabile.

Ritengo, tuttavia, che la qualità delle prestazioni (parlo di “prestazioni” non qualità delle foto) è ancora ampiamente a favore delle reflex.
In condizioni di luce, velocità di esecuzione “normale” delle foto, scene più o meno statiche, le prestazioni possono anche equivalersi. Ma se si pensa a forti contrasti di luce o di colore, soggetti in forte movimento, distanze molto elevate, scelta ed esasperazione della profondità di campo, beh, non c’è paragone: le reflex vincono sempre.

Provate con una mirrorless a fare una foto così:
fotografia

Le immagini hanno un importante ruolo nella comunicazione di oggi. Quali tipologie di foto hanno un maggiore potenziale commerciale?

Questa è la domanda più difficile.
A parte il fatto che non sono un esperto di marketing, questi parametri variano anche di Paese in Paese: in Italia, per esempio, l’aspetto sessuale (se non talvolta sessista) rappresenta un richiamo sempre molto forte. La classica ragazza nuda che pubblicizza le gomme dell’automobile è un classico.
All’estero questo non è altrettanto vero né valido.

Io ritengo, tuttavia, che la qualità di una foto sia sempre l’ingrediente fondamentale per avere successo.
Attualmente, purtroppo, si è smarrito il senso del bello e spesso la mediocrità e la volgarità hanno la meglio sull’arte, che la fotografia, bene o male, rappresenta.

 

Ringraziamo il fotografo Stefano Bacci per la gentile intervista che ha rilasciato a ProntoPro.

Condividi l'articolo:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin
Pubblicato il da Fabio
Postato in: Il tuo tempo libero
Articoli correlati:

CODICI E CODICILLI - Madrelingua traduttrice, proofreader, ed insegnante di inglese e italiano

Traduzioni a Firenze
scritto da Roberto S il 20/11/2017
Mi sono avvalso di Eleonora Harris per la traduzione in inglese del nostro sito web aziendale. Oltre all'indubbia capacità tecnica ho potuto...

GS di Simonelli Giacomo

Idraulico a San Secondo Parmense
scritto da Maddalena B il 20/11/2017
Bravissimo Giacomo che ha risolto il problema in brevissimo tempo con un'ottimo risultato! da ricontattare sicuramente se dovessi averne anc...

Antennista elettricista

Elettricista generico a Ciampino
scritto da Cristian V il 20/11/2017
Sono stati professionali, rapidissimi, e hanno risolto brillantemente il problema. Trattamento economico e giusto, mi hanno poi offerto un m...

Luca Gomiero

Rifacimento intonaco pareti a Treviso
scritto da Vukadinovic M il 20/11/2017
Che dire... non potevo fare una scelta migliore! Ho contattato Luca per l'isolamento di una terrazza e la dipintura interna di casa. Il lavo...

Birolini manutenzioni srl

Manutenzione o revisione caldaia a Bergamo
scritto da Mara I il 19/11/2017
Eccellente servizio, puntuale, preciso e professionale. Il preventivo è stato chiaro ed il tecnico molto corretto nella spiegazione e applic...

Bolzonella Andrea posa levigatura e restauro pavimenti e scale in legno

Lucidatura parquet a Dolo
scritto da Antonio M il 19/11/2017
Bolzonella Andrea, ottimo artigiano è un vero professionista del parquet, competente, serio, gentile e puntuale ha eseguito la lamatura, st...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Come funziona ProntoPro

Fai la richiesta
1

Fai la richiesta

Indica di che cosa hai bisogno in pochi click.
Confronta i preventivi
2

Confronta i preventivi

In poche ore riceverai fino a 5 preventivi personalizzati.
Scegli il professionista
3

Scegli il professionista

Scegli il professionista più adatto a te dopo aver confrontato le offerte e consultato i profili.