La rinascita della creatività nell’arredamento della casa

Intervistiamo oggi per Il Blog di Prontopro Isabella Pittiglio di LePorte.

Come nasce la vostra azienda.

In realtà  la nostra ditta  conta tre generazioni di falegnami, ma  Showroom Le Porte nasce 27 anni fa, con l’idea di rivolgerci direttamente al privato per la vendita diretta delle finiture per interni, in particolare le Porte interne e da qui la scelta del nome “inequivocabile”.

La vendita diretta al privato con uno showroom dedicato che all’epoca era davvero piccolissimo sembrava una cosa folle, eravamo forse due negozi in tutta la provincia di Milano e in tutta la Lombardia si potevano contare sulle dita di una sola mano ma è un progetto in cui abbiamo creduto e che nel tempo si è sviluppato su una visione a 360° gradi su tutto ciò che concerne  le finiture, dalle porte interne, ai serramenti esterni alle chiusure di sicurezza, ai sistemi di oscuramento ed infine a tutti i nuovi sistemi di arredo su misura nonchè i parquet.

Quali sono le ultime novità nell’ambito dell’arredamento per la casa?

Negli arredi la novità è che si è rivalutato molto il legno in molte sfumature moderne e di tendenza. In particolare le nuove texture delle superfici naturali, trattate ad olio o a cera che restano molto setose e danno la sensazione vellutata al tocco, sono molto apprezzate di chi non vuole rinunciare all’esperienza tattile del legno come materiale vivo e naturale. Però c’è ancora una grandissima richiesta delle finiture laccate, nel nostro settore soprattutto le porte laccate opaco più o meno lavorate sono sempre molto richieste perchè sono molto versatili e facili da abbinare. C’è anche una crescente richiesta di boiserie, un modo diverso di pensare e arredare il proprio spazio e di renderlo unico con rivestimenti e pareti attrezzate o vani “segreti” tutto su misura, tutto molto più personalizzato. La tendenza è guardare alle cose  del passato e rivisitarle, le cementine, le boiserie, lo stile industrial, ma anche la  pratica semplicità dello stile nordico…. sembra insomma che dopo l’austerità ed il rigore, sia tornata  la ricerca della creatività partendo proprio da quella più vicina ai valori autentici, veri, affettivi, manuali …ed una rivalutazione anche se in una fascia di nicchia della lavorazione artigianale.

Quanto incide la qualità del legno anche dal punto di vista estetico?

La qualità del legno è fondamentale soprattutto da un punto di vista estetico. Purtroppo oggi c’è una invasione di materiali “sintetici” finti qualcosa che imperano  nel mercato italiano. Bisogna però fare e saper fare una distinzione tra ciò che è materiale tecnologico e di qualità creato per essere migliore per alcune caratteristiche estetiche o performanti rispetto al loro “modello” vero e naturale e quella serie di materiali molto scadenti creati con l’unico presupposto del prezzo. Per vendere un buon materiale ci vuole molta passione, perchè la passione per la bellezza  ad esempio di un particolare tipo di legno o di una lavorazione sul vetro o di una finitura nasce dalla sua  conoscenza e per conoscere i materiali bisogna studiarli ed aggiornarsi costantemente, cosa che senza passione sarebbe impossibile fare.

Quali sono le differenze tra l’utilizzo di una porta a vetro e una porta classica?

Una porta a tutto vetro può essere ambientata anche in una casa classica, anzi, può attualizzare e rendere più luminoso l’ambiente e assolutamente impreziosirlo.  la scelta delle porte interne è fondamentale per contestualizzare tutti gli arredi e lo spazio abitativo. Per questo ogni casa fa un po’ a se, dipende da chi la abita, dal carattere che vuole dare agli spazi . Una porta interna non è solo funzionale, soprattutto nella zona giorno le porte arredano e se sono belle e luminose decorate o semplici possono imprimere un grande stile a tutto il contesto, inoltre dividono ma non chiudono gli ambienti, una cucina dove stai preparando manicaretti nel caos di tegami e pentoloni  mentre gli ospiti arrivano non ti sclude dalla “festa” se a separarti c’è una meravigliosa vetrata dalla quale sbirciare o che ti rende visivamente partecipe….

Grazie ancora ad Isabella Pittiglio per la disponibilità.

 

Condividi l'articolo: