La vita di un fotografo deve essere flessibile ai mutamenti esterni

Oggi Andrea Lando ha realizzato per il Blog di ProntoPro un articolo in cui, raccontandosi, ci dà qualche spunto di riflessione su quella che è la vita di un fotografo oggi. Sentite cosa ci ha detto!
vita di un fotografo

La mia passione per la fotografia nasce con me, iscrivendomi all’Istituto di Stato per la cinematografia e la televisione e conseguendo la qualifica di foto reporter e fotografo di scena.

Appena diplomato inizio da  subito a lavorare per l’Agenzia Sinkro  occupandomi di attualità, successivamente grazie all’esperienza maturata nell’agenzia riuscii ad ottenere un contratto di collaborazione con l’associazione non governativa FAO con la mansione di Fotografo commerciale per le conferenze.

Ricordo come uno dei periodi più faticosi, ma anche il più ricco di esperienza sia nel campo della fotografia sia per quanto riguarda le frequentazioni.

Con ambasciatori e delegati avevo un rapporto confidenziale basato sul rispetto, la puntualità e la fiducia e capitava spesso che mi chiedessero di fotografare anche serate mondane nelle loro residenze.

Dopo l’attentato alle Torri Gemelle i governi dei vari paesi decisero di non far rischiare i propri diplomatici così si chiuse il mio rapporto  di lavoro con l’ufficio conference e rilevai un negozio di fotografia. Presto mi accorsi però che preferivo fare fotografia, così, tramite le pubblicazioni sulla  testata giornalistica L’Attualita’ diretta dal prof. Salvemini, conseguii l’iscrizione all’ordine dei giornalisti del Lazio.

Nel poco tempo libero,tramite l’organizzazione CNA (Confederazione Nazionale dell’Artigianato) sto cercando, insieme a  colleghi attivi nei vari campi della fotografia, di sviluppare un’associazione per la riqualificazione della professione del fotografo tramite la formazione.

Attualmente mi occupo di corsi di fotografia base e avanzati sia per gruppi di 10 fotografi sia lezioni individuali, book fotografici in sala posa – sia per professionisti come attori, attrici, modelle e modelli, sia per persone comuni che vogliono un ritratto in cui venga valorizzata la propria immagine, detto ritratto d’autore.

Mai come in questo periodo storico la fotografia è alla portata di tutti e i professionisti soffrono per i ritmi frenetici ai quali il linguaggio fotografico si modifica e si trasforma.

Credo che in futuro esisteranno soltanto quei professionisti che sapranno modificare il loro modo di pensare e rapportarsi  a tutti quei mezzi che ruotano intorno alla fotografia. La mia filosofia si può’ racchiudere in una frase

“la vita e’ come una fotografia….. se sorridi viene meglio”.

Ringraziamo moltissimo Andrea per aver realizzato questo articolo per il Blog di ProntoPro.

Condividi l'articolo: