L’arredo perfetto per la tua casa

Una curiosa intervista allo staff di Casa ABC, un’impresa artigianale specializzata nell’arredo, i quali ci hanno voluto dare degli interessanti consigli sull’arredamento di casa!

Quali sono le cose fondamentali da considerare quando si inizia ad arredare la propria abitazione?

Quando si arreda la propria abitazione, partendo da zero, la cosa fondamentale è avere un’idea chiara dello stile che le si vuole attribuire. Ci si può ispirare da riviste o siti internet, ma poi bisogna saper selezionare solo le tendenze davvero appropriate a noi, alla nostra casa e che bene si adattino al risultato finale che vogliamo ottenere.

Il secondo consiglio che mi sento di dare, e che potrebbe in apparenza sembrare in contrasto con il primo, è di non farsi trasportare troppo dalle tendenze, di non creare una casa “da rivista” uguale a tante altre, ma di metterci dentro la vostra personalità. Rendete la vostra abitazione unica con tocchi solo vostri, magari personalizzati da voi.

Quali saranno le tendenze del 2017 in fatto di arredi?

Sicuramente la grande tendenza che si sta diffondendo, sia per quanto riguarda la casa, ma anche la vita quotidiana è l’Hygge, il termine danese che indica uno stile di vita equilibrato e alla ricerca del benessere. Tutto questo si traduce in stanze luminose, accoglienti, armoniche e caratterizzate da elementi naturali, a questo stile di vita bene si adattano tutti gli arredamenti di stile scandinavo e naturale.

Da tenere in considerazione è il ritorno al plexiglass tipico degli anni ’70, utilizzato tanto dai designer italiani più famosi dell’epoca, che ora viene utilizzato in abbinamento ad arredi di altro materiale e dallo stile più classico o vintage, per creare un ottimo contrasto di materiali. Svolta etica invece è quella che riguarda le nuove soluzioni per avere un focolare in casa, si utilizzano nuove tecnologie green per farci avere sì, il calore di un caminetto in salotto, ma anche la consapevolezza di non fare del male al nostro pianeta.

E’ ancora importante, in questi anni di ristagno economico, l’artigianato nel vostro settore?

L’artigianato è ancora molto importante nel nostro settore, un mobile costruito da un artigiano dà un senso di calore, dà vita alla casa e contribuisce a definirne le caratteristiche uniche e irripetibili, aiuta a far sì che la personalità di chi abita la casa risulti sia originale che esclusiva.

Con l’era di internet noi singoli artigiani siamo diventati raggiungibili anche dall’altra parte del mondo, abbiamo quindi visibilità senza rinunciare alle qualità che ci contraddistinguono: personalità, unicità, cura per i dettagli e dedizione al cliente.

Ci racconti la storia della vostra azienda?

Casa ABC è stata fondata da mio padre, Ballauri Giovanni, nel 1964 con il nome Cucinplast, producevamo le prime cucine componibili in laminato che vendevamo tramite nostri rivenditori dislocati in tutto il Piemonte. Nel 1994, dopo trent’anni di attività, è nata ABC Arredamenti dove abbiamo potuto utilizzare l’esperienza maturata per rivolgerci direttamente ad una clientela composta prettamente da privati.

Dalle cucine su misura abbiamo ampliato la gamma dei nostri prodotti, arredo per abitazioni e negozi. Non dimenticando i serramenti, parte fondamentale di una casa sia per l’isolamento termico che come vera e propria componente estetica. Anche le porte interne, come i pavimenti in legno o laminato, sono considerati veri e propri elementi d’arredo .
Qualsiasi tipo d’arredo o infisso lo possiamo sviluppare direttamente nella nostra falegnameria.
Da circa un decennio siamo stati insigniti del premio Eccellenza Artigiana della Regione Piemonte, creato per mettere in risalto l’artigianato artistico di valore e comunicare ai consumatori la qualità delle lavorazioni dell’artigiano.
Nel 2004 abbiamo ampliato la nostra attività con il negozio online Levante Shop, per ampliare la nostra rete di vendita ad un pubblico nazionale.

 

Ringrazio tutto lo staff di Casa ABC  per la disponibilità, per ulteriori informazioni vi invito a visitare casaabc.it

Condividi l'articolo: