Laura e la mindfulness: un aiuto efficace per raggiungere il benessere

Pubblicato il 26 Marzo 2020 da ProntoPro
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin

Spesso succede di vivere momenti strani e difficili da capire, di essere in dubbio su quello che vogliamo fare o di voler mollare tutto perché ci sentiamo stanchi e svogliati.

Quando ci sentiamo così, forse è il caso di affidarsi a qualcuno che ci dia una mano a rimetterci in pista e a guardare dentro di noi: quella persona potrebbe essere Laura, da anni professionista della mindfulness.

Una scelta professionale e di vita

Laura e la mindfulness siamo fenici

Laura Bongiorno, 44 anni, è nata a Catania ed è un’esperta in mindfulness. Le è sempre piaciuto ascoltare le persone e le loro storie. Così, a diciotto anni le è sembrato naturale iscriversi alla facoltà di Psicologia: ha preparato la prima valigia della sua vita, ha lasciato Catania ed è iniziata la sua avventura a Roma.

L’incontro con la psicoterapia della Gestalt mi ha aperto nuove e affascinanti strade”, ha detto, “è stato amore a prima vista e ha cambiato per sempre il corso della mia vita personale e professionale. Le pratiche di consapevolezza e la mindfulness sono state un’ovvia continuazione di questo percorso.”

Laura ha partecipato a tantissimi gruppi di formazione e psicoterapia, ha seguito tanti maestri, anche molto diversi tra loro. Da ognuno ha imparato qualcosa ed è grata a tutti, ma non riesce a riconoscersi seguace di nessuno.

Ho studiato tanto”, ci ha raccontato, “ma non è questo che ha fatto di me quella che sono (personalmente e professionalmente). Non è stato facile comprendere che per ascoltare e aiutare gli altri bisogna innanzitutto imparare ad amare e ascoltare se stessi. Così ho iniziato a fare esperienza di me stessa e non ho più smesso. Ho imparato cosa significa ascoltare senza giudicare, la responsabilità personale, l’autosostegno, il potere della narrazione, l’importanza dell’ironia e, soprattutto, la fiducia nella capacità dell’organismo di autoregolarsi e la possibilità di trasformare le difficoltà in opportunità.”

Ha concluso dicendo che il suo mestiere è diventato la sua salvezza: ha imparato a volersi bene e a trattarsi con rispetto. 

Una formazione completa e dei validi collaboratori

Come psicoterapeuta gran parte del suo lavoro è solitario. Le piace moltissimo lavorare in gruppo, quindi ha sempre cercato luoghi, associazioni, situazioni che le permettessero di condividere lavoro e progetti con colleghi, anche di altre professionalità.

La sua area di competenza principale è la psicoterapia: individuale, di coppia e di gruppo.

Laura ha una formazione specifica in psicologia oncologica, in tecniche per la gestione dello stress e della dipendenza affettiva.

Negli ultimi 10 anni si è dedicata molto allo studio della mindfulness e delle pratiche di consapevolezza, che insegna in diversi corsi per operatori sanitari, per insegnanti, e ai gruppi MBSR (Mindfulness based stress reduction).

Nel 2018, insieme a due colleghe, ha fondato Mindful Sicilia, un’associazione che si occupa di divulgare la mindfulness tra le persone, nelle scuole e nei luoghi di lavoro.

Si tratta di un gruppo di psicologhepsicoterapeute con storie e percorsi diversi, unite da una passione comune: il lavoro sulla consapevolezza e il desiderio di diffondere una cultura della salute. A tal punto che stanno organizzando il primo convegno regionale su “Mindfulness e Salute”.

Sulla pratica della Mindfulness dice che è un’esperienza, un percorso personale che va sperimentato in prima persona e coltivato fino a diventare un’abitudine salutare quotidiana.

La mindfulness come cura per vari disturbi

Il protocollo per la gestione dello stress (MBSR: mindfulness based stress reduction) nasce negli anni ‘70 grazie alla felice intuizione di J. Kabat-zinn di realizzare un protocollo per la gestione dello stress ispirandosi alle discipline orientali (come lo yoga) che lui stesso conosceva e praticava da tempo.

Quando parliamo di protocollo mindfulness quindi non ci riferiamo a una “nuova” scoperta ma a un insieme di pratiche strutturate in un corso di 8 incontri che viene proposto in tutto il mondo con la stessa struttura da oltre trentanni e che in Italia si è diffuso solo recentemente.

Il protocollo negli anni è stato valutato ampiamente e come dimostrato dall’enorme mole di dati scientifici a nostra disposizione è risultato efficace su tantissime condizioni di malessere psicofisico come ansia, attacchi di panico, depressione, disturbi cardiovascolari, patologie autoimmuni, disregolazione emotiva, disturbi ossessivi, ipertensione, insonnia e altro ancora.

Si può quindi affermare che il protocollo sia assolutamente accreditato nell’ambito scientifico.

Le pratiche di consapevolezza, insegnate nei percorsi mindfulness, mirano a insegnare ai partecipanti a stare con quello che c’è, in contatto con ciò che accade, limitando il continuo vagare della mente e imparando a regolare lo stato emotivo.

La partecipazione al gruppo permette inoltre di sperimentare strategie legate alla gestione delle situazioni spiacevoli e/o stressanti, alla comunicazione interpersonale, alla riduzione dell’autocritica. Una pratica quotidiana ha un’influenza determinante sulla gestione dello stress (individuale e interpersonale) e quindi su tutte le patologie stress-correlate.

A chi non riesce mai a raggiungere gli obiettivi che si pone, consiglia di smettere di lottare con se stessi.

Spesso le persone non riescono a raggiungere gli obiettivi perché, quando li scelgono, non tengono conto di alcuni dati di realtà”, afferma, “oppure scelgono obiettivi che non sono coerenti con le esigenze dell’organismo e si trasformano spesso in conflitti interni. Qualsiasi obiettivo, per essere raggiunto e mantenuto, richiede in egual misura determinazione, disciplina e gentilezza.”

Laura ci consiglia poi alcune pratiche giornaliere che possono aiutare a stare meglio: “Le pratiche sono tantissime e ogni persona deve farne esperienza e trovare quella più adatta a sé. Certamente alla base di tutto possiamo mettere le pratiche di respiro e di contatto con il corpo. L’allenamento a stare fermi, in contatto con il proprio respiro e con tutto quello che accade, è semplicissimo da spiegare ma difficile da attuare. Bisogna iniziare un po’ alla volta e piano piano entrare in confidenza con se stessi e col proprio corpo.”

Dalla mia esperienza”, conclude, “mi sembra che il suggerimento più utile potrebbe essere quello di iniziare a comprendere che prendersi cura di sé e della propria salute richiede molta dedizione, pazienza e gentilezza, la stessa che utilizzeremmo per un bimbo piccolo. Non esistono scorciatoie per questo ma alla fine quello che otteniamo in termini di qualità di vita non ha prezzo.”

Condividi l'articolo:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin
Pubblicato il da ProntoPro
TAG:
Articoli correlati:

CODICI E CODICILLI - Madrelingua traduttrice, proofreader, ed insegnante di inglese e italiano

Traduzioni a Firenze
scritto da Roberto S il 20/11/2017
Mi sono avvalso di Eleonora Harris per la traduzione in inglese del nostro sito web aziendale. Oltre all'indubbia capacità tecnica ho potuto...

GS di Simonelli Giacomo

Idraulico a San Secondo Parmense
scritto da Maddalena B il 20/11/2017
Bravissimo Giacomo che ha risolto il problema in brevissimo tempo con un'ottimo risultato! da ricontattare sicuramente se dovessi averne anc...

Antennista elettricista

Elettricista generico a Ciampino
scritto da Cristian V il 20/11/2017
Sono stati professionali, rapidissimi, e hanno risolto brillantemente il problema. Trattamento economico e giusto, mi hanno poi offerto un m...

Luca Gomiero

Rifacimento intonaco pareti a Treviso
scritto da Vukadinovic M il 20/11/2017
Che dire... non potevo fare una scelta migliore! Ho contattato Luca per l'isolamento di una terrazza e la dipintura interna di casa. Il lavo...

Birolini manutenzioni srl

Manutenzione o revisione caldaia a Bergamo
scritto da Mara I il 19/11/2017
Eccellente servizio, puntuale, preciso e professionale. Il preventivo è stato chiaro ed il tecnico molto corretto nella spiegazione e applic...

Bolzonella Andrea posa levigatura e restauro pavimenti e scale in legno

Lucidatura parquet a Dolo
scritto da Antonio M il 19/11/2017
Bolzonella Andrea, ottimo artigiano è un vero professionista del parquet, competente, serio, gentile e puntuale ha eseguito la lamatura, st...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Come funziona ProntoPro

Fai la richiesta
1

Fai la richiesta

Indica di che cosa hai bisogno in pochi click.
Confronta i preventivi
2

Confronta i preventivi

In poche ore riceverai fino a 5 preventivi personalizzati.
Scegli il professionista
3

Scegli il professionista

Scegli il professionista più adatto a te dopo aver confrontato le offerte e consultato i profili.