L’importanza della struttura di un sito in ottica SEO

Pubblicato il 14 maggio 2018 da ProntoPro
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin

Uno degli aspetti più sottovalutati quando si realizza un sito web è quello della sua struttura e di come questa può influenzare l’indicizzazione e il posizionamento del sito stesso.

Oggi la maggior parte dei siti sono realizzati con dei CMS (e spesso utilizzando contenuti demo pre caricati o page builder), quindi capita sempre più spesso in fase di analisi per una consulenza SEO di imbattersi in situazioni di strutture generate in automatico ed estremamente male organizzate e penalizzanti per il sito.

Una struttura chiara e lineare aiuta Google nella fase di crawling, permettendogli di individuare facilmente il focus del sito e gli argomenti principali e allo stesso tempo facilita la navigazione dell’utente, che sarà in grado di trovare in pochi click le informazioni di cui ha bisogno.

Al contrario una struttura confusa si rivela un problema sia per Google che per l’utente: entrambi avranno difficoltà a navigare il sito, a catalogare i contenuti e ad individuare quelli più importanti. Google ci assegnerà un ranking basso e l’utente difficilmente tornerà a visitare il nostro sito.

Ma quali sono i problemi più frequenti per la struttura di un sito? Vediamoli insieme.

Contenuti demo non rimossi

Non è raro trovare su un sito pagine piene di “lorem ipsum” e altri contenuti demo non rimossi. Questo oltre a denotare una scarsa cura del webmaster e a darci quindi subito una cattiva idea del sito, ha effetti negativi anche agli occhi di Google, che non riesce ad individuare con precisione il focus del sito, oltre a trovare contenuti duplicati che sono presenti anche su migliaia di altri siti.

sito

Tag usati senza cervello

Oggi molti siti sono realizzati in WordPress ed è facile che chi si occupa del blog senza avere in mente una strategia SEO si faccia prendere la mano, cominciando ad inserire tag a caso su un articolo, come se stesse pubblicando una foto su Instagram.

Ma su WordPress il tag ha una funzione ben diversa, in quanto si tratta di un’etichetta, di un aggregatore trasversale di articoli di categorie diverse ma con un argomento comune. Il classico esempio di utilizzo corretto dei tag è il blog di cucina che ha come categorie “antipasti”, “primi”, “secondi” e “dolci”, mentre i tag potrebbero essere “ricette natalizie”, “ricette vegetariane”, ecc.

Soprattutto non va dimenticato che per ogni tag aggiunto, WordPress crea una pagina, così come avviene per le categorie: se usato bene il tag è un ottimo strumento di categorizzazione, ma se al contrario si aggiungono ad ogni articolo 4/5 tag senza nessun criterio, ci si ritroverà in breve con centinaia di pagine slegate tra loro e zeppe di contenuti duplicati.

Scarso o errato utilizzo dei link interni

I link interni sono uno strumento fondamentale per tracciare una struttura del sito, sia per facilitare la navigazione e il collegamento delle risorse, che per organizzare i contenuti. Come per i backlink, anche i link interni devono essere utilizzati con criterio, per creare strutture verticali e, attraverso il cross linking, individuare i contenuti più importanti. Anche in questo caso bisogna fare attenzione agli anchor text che si utilizzano!

Come ottimizzare la struttura di un sito web

Un ottimo strumento per analizzare la struttura di un sito web per avere un colpo d’occhio generale della situazione e vedere quali sono i punti su cui lavorare è sicuramente Screaming Frog. Questo programma, nella versione gratuita permette di analizzare siti con un massimo di 500 pagine, mentre per siti di dimensioni maggiori è necessario acquistare una licenza.

Screaming Frog simula lo spider di un motore di ricerca e analizza il sito, offrendo un preciso report riepilogativo per avere un quadro completo della struttura di un sito, che ci permette di capire subito quali sono gli aspetti da corregere.

Condividi l'articolo:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin
Pubblicato il da ProntoPro
Postato in: Marketing
Articoli correlati:

CODICI E CODICILLI - Madrelingua traduttrice, proofreader, ed insegnante di inglese e italiano

Traduzioni a Firenze
scritto da Roberto S il 20/11/2017
Mi sono avvalso di Eleonora Harris per la traduzione in inglese del nostro sito web aziendale. Oltre all'indubbia capacità tecnica ho potuto...

GS di Simonelli Giacomo

Idraulico a San Secondo Parmense
scritto da Maddalena B il 20/11/2017
Bravissimo Giacomo che ha risolto il problema in brevissimo tempo con un'ottimo risultato! da ricontattare sicuramente se dovessi averne anc...

Antennista elettricista

Elettricista generico a Ciampino
scritto da Cristian V il 20/11/2017
Sono stati professionali, rapidissimi, e hanno risolto brillantemente il problema. Trattamento economico e giusto, mi hanno poi offerto un m...

Luca Gomiero

Rifacimento intonaco pareti a Treviso
scritto da Vukadinovic M il 20/11/2017
Che dire... non potevo fare una scelta migliore! Ho contattato Luca per l'isolamento di una terrazza e la dipintura interna di casa. Il lavo...

Birolini manutenzioni srl

Manutenzione o revisione caldaia a Bergamo
scritto da Mara I il 19/11/2017
Eccellente servizio, puntuale, preciso e professionale. Il preventivo è stato chiaro ed il tecnico molto corretto nella spiegazione e applic...

Bolzonella Andrea posa levigatura e restauro pavimenti e scale in legno

Lucidatura parquet a Dolo
scritto da Antonio M il 19/11/2017
Bolzonella Andrea, ottimo artigiano è un vero professionista del parquet, competente, serio, gentile e puntuale ha eseguito la lamatura, st...

One thought on “L’importanza della struttura di un sito in ottica SEO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Come funziona ProntoPro

Fai la richiesta
1

Fai la richiesta

Indica di che cosa hai bisogno in pochi click.
Confronta i preventivi
2

Confronta i preventivi

In poche ore riceverai fino a 5 preventivi personalizzati.
Scegli il professionista
3

Scegli il professionista

Scegli il professionista più adatto a te dopo aver confrontato le offerte e consultato i profili.