L’importanza di un’associazione di rivendite edili e piccoli produttori

Abbiamo avuto il piacere di intervistare Valentino Cotugno, presidente del Gruppo REA Rivendite edili associate, che ci ha spiegato la necessità delle piccole rivendite edili di unirsi in un’associazione, per contrastare i grandi player internazionali che operano nel mercato della distribuzione.

associazione

Ci parli di Gruppo REA Rivendite edili associate. Di cosa si occupa nello specifico?

Il Gruppo Rea Rivendite Edili associate nata nel Gennaio 2017 .
Il Fondatore e Presidente dell’associazione  Valentino Cotugno, Manager del settore edile, ha ricoperto diversi incarichi di responsabilità in numerose aziende Multinazionali. Da oltre 30 anni si occupa di distribuzione organizzata, frequentando da vicino le Rivendite Edili nazionali. E’ stato chiamato più volte in qualità di relatore come opinionista di associazioni di categoria delle rivendite edili nazionali e dalle istituzioni regionali trattando diversi argomenti sui materiali ,la sostenibilità e i vari cambiamenti del mercato della distribuzione. Lo scopo dell’associazione e quella di raggruppare tutte le piccole e medie rivendite  inserirle in un unico contenitore riconosciuto dal mercato digitale  e dar loro la possibilità di essere più visibili sia a livello territoriale, di essere presenti nel mondo digitale e di avere la possibilità di avere un’ulteriore vetrina e-commerce condivisa.

 

Come si svolgono i rapporti con i vostri associati? Che tipo di vantaggi traete da questo tipo di collaborazione?

I rapporti con i nostri associati e di massima collaborazione al fine di dargli tutte le informazioni riguardanti nuove normative, informazioni tecniche  e le segnalazioni di cui hanno bisogno. I vantaggi degli associati riguardano principalmente le rivendite edili e i rapporti con i produttori.
Le Rivendite edili, tramite l’associazione guadagnano visibilità sfruttando le miglia di visitatori del Gruppo REA, che ha già guadagnato molto riconoscimento nell mercato dell’edilizia.
Inoltre, il giornale degli associati è molto riconosciuto dalle rivendite edili e consente di aumentare ulteriormente la visibilità.
In generale, le rivendite associate hanno la possibilità di avere una vetrina in più per vendere i loro prodotti, oltre all’accesso al magazzino del gruppo.

Che requisiti si devono avere per entrar a far parte di questo tipo di
associazione?

Si accettano solo soci che hanno una rivendita edile o che sia un produttore di materiale edile

Che ruolo ha la digitalizzazione (e la creazione di un e-commerce) in
questo tipo di associazione?

Un ruolo importantissimo! Si deve considerare che oggi il 60% dei fatturati di tante aziende vengono fatti attraverso l’e-commerce. L’associazione dà la possibilità alle rivendite edili di intercettare un utenza qualificata, fatta da artigiani, piccole imprese, fai da te, e di aumentare i propri fatturati e nuovi clienti attraverso e-commerce. .  Nello stesso tempo il cliente che desidera usufruire del prezzo dell’e-commerce ma preferisce ritirare la merce presso i magazzini sicuramente la rivendita ne avrà tutti i benefici acquisendo nuova clientela anche sul territorio.
L’associazione mette a disposizione degli associati il giornale dove la rivendita edile e il produttori associati possono inserire i loro filmati, open day, eventi, interviste , spesso non pubblicate per mancanza di strumenti di comunicazione, il tutto sempre per rendere la rivendita edile e il produttore più visibile.
In questo periodo dove la GDO organizzata  e i grandi gruppi logistici come Amazon o AliBaba stanno polverizzando le piccole rivendite edili, diventa importantissimo per questi piccoli attori unirsi sotto una guida moderna, in modo tale da pianificare insieme delle strategie di mercato, fare gruppo e creare sinergie con i fornitori.

 

Ringraziamo Valentino Cotugno ( di cui proponiamo una foto), presidente e fondatore di www.magazzinoedile.it 

associazione

Condividi l'articolo: