Meglio da in piedi o da sdraiati? Ecco come scegliere tra doccia e vasca

Potrà non essere il dibattito dell’anno, ma sicuramente molti di voi si sono trovati di fronte a questa ardua scelta: doccia o vasca? Preferisco un getto d’acqua fredda per risvegliarmi o un bel bagno caldo per rilassarmi? Per chi ancora si trova nel limbo della decisione, ecco qualche consiglio per scegliere.

vasca

Innanzitutto bisogna tener conto dello spazio disponibile in bagno: normalmente una doccia di dimensioni standard occupa meno di una vasca, sebbene quest’ultima possa sfruttare una parete occupata da una finestra (cosa che non si può dire di una doccia).

Controlliamo poi il consumo di acqua: in doccia, si consumano 15 litri d’acqua ogni minuto, per riempire una vasca da bagno ne servono circa 150l (fonti: Focus, http://www.focus.it/ambiente/22032010-1549-222-sai-quanta-acqua-consumi). Quindi, con una doccia di 5 minuti si risparmia la metà che con un bagno; inoltre l’acqua per riempire la vasca è normalmente ad una temperatura maggiore. Se in più si chiudesse il rubinetto mentre ci si insapona, si farebbe un favore sia al proprio portafoglio che all’ambiente.

Infine consideriamo il fattore praticità: la vasca risulta molto utile per lavare anche oggetti ingombranti o per bambini e animali; con la doccia però è meno probabile che l’acqua esca sporcando il bagno ed è anche più veloce da ripulire.

Detto ciò, per non restare svegli la notte a decidere quale delle due opzioni sia meglio, scegliete la vasca combinata, ovvero una vasca da bagno con il box doccia; con questa soluzione si avrà la funzionalità di una doccia unita al comfort di una vasca.

Martina Mattiazzi

Condividi l'articolo: