Mondo parquet: tutto ciò che c’è da sapere per scegliere il parquet adatto alla propria casa

Il signor Giovanni ci spiegherà quanti tipi di parquet esistono, quali sono i possibili trattamenti. ed infine quali sono i diversi sistemi e tipi di posa.

parquet

Quali sono i tipi di parquet presenti sul mercato?

Se parliamo di varietà di legno utilizzati per parquet, ce ne sono tante e di vari colori, che arrivano da tutti i continenti: i chiari, Acero (americano o europeo), Acacia, Betulla, Faggio, Rovere (americano, di Slovenia o francese) , Frassino; quelli di colore giallo bruno: Iroko, Afrormosia, Teak (burma o Asia), Cabreuva, Ipè, Noce (americano o europeo), Olivo, Olmo, Muhuhu; quelli che hanno colori sul rosso: Ciliegio (americano o europeo), Doussiè, Jatoba, Merbau, Mogano, Padouk, Pero; ed infine quelli che hanno colori molto scuri o addirittura neri: Noce mutenye, Panga panga, Ebano, Venge.

Tra di loro, oltre al colore, variano anche nulla durezza, generalmente, per il parquet, si usano legni più duri di quelli che si usano per i mobili. Naturalmente non significa che il legno duro sia migliore di quello tenero, anzi il legno tenero e più stabile dell’altro (di più facile usura), il legno duro (meno stabile) e più soggetto a movimento tipo imbracatura, perciò i legni medi (quelli più usati) sono il Rovere o Doussiè.

Se parliamo invece del tipo di lavorazione, iniziamo dal parquet tradizionale in massello che prima si posa e successivamente viene levigato e lucidato; poi del pre-levigato che è un parquet con lo strato superiore di nobile da mm. 2,5, (minimo consentito per essere classificato parquet), fino a 5/6 mm. di spessore e uno strato di supporto, normalmente di betulla, per aumentare la stabilità, che viene posato e successivamente viene solo trattato; e alla fine parliamo del predefinito, che ormai è il principale prodotto sul mercato ora in commercio, formato anche da uno strato di nobile e da un supporto ed è lucidato. La sua praticità e velocità di posa permette che il giorno dopo il pavimento è calpestabile.

Il parquet predefinito può essere posato a terra, o incollato o flottante, ossia solo poggiato su un materassino sotto pavimento (per attutire il suono) ed incollato maschio-femmina o con sistema a click che ha una fresatura laterale a sistema di bloccaggio per poter agganciare senza colla.

Quali sono i diversi sistemi di posa?

Il parquet può essere posato a terra: incollato, flottante o fluttuante (già descritto precedentemente); inchiodato a dei megatelli affogati nel massetto con sistema di inchiodatura a scomparsa; oppure avvitati, solitamente per i parquet da esterno, con delle viti acciaio inox e ganci a scomparsa.

Invece quali sono i tipi di posa?

TIPI DI POSA TOLDA DI NAVE – Tolda di nave, Cassero irregolare o a Correre: i singoli elementi (anche di diverse misure) vengono disposti nella loro lunghezza in modo che le giunzioni di testa arrivino in posizioni del tutto irregolari. Per realizzare questo tipo di geometria, si posizionano gli elementi, paralleli alla parete o in diagonale. Prima di iniziare la posa parallela alla parete, è importante verificare eventuali fuori squadra delle pareti. Nel secondo caso gli elementi vengono posati inclinati: di 45° o 30° rispetto alla pareti, partendo dalla porta d’ingresso andando in direzione alla luce principale o seguendo il camminamento dell’ambiente. A differenza della posa dritta, questa nasconde le eventuali fuori squadra.

CASSERO REGOLARE – I singoli elementi devono essere di uguale lunghezza e vengono disposti nella loro lunghezza in modo che le giunzioni di testa arrivino in posizione regolare nella stessa mezzeria o comunque in posizione costante in confronto alla riga precedente, sia in posa dritte che posa in diagonale.

SPINA DI PESCE – I singoli elementi vengono disposti a 90° tra di loro, secondo file parallele e in modo che la testa di uno si unisca al fianco dell’altro. La posa a spina di pesce può essere eseguita in due modi: dritta o diagonale. Realizzando questa posa inoltre si ha la piacevole sensazione di avere utilizzato legni di differenti tonalità e questo grazie al diverso angolo di impatto della luce con la pavimentazione. Questo tipo di posa può essere fatta anche a spina di pesce doppia: invece della testa di un singolo elemento che si affianca al lato dell’ altro elemento a 90°, due teste di due elementi si affiancano a 90° al lato dell’altro elemento.

Mi parli dei possibili trattamenti per il parquet?

PARQUET VERNICIATO – Esso possiede un film protettivo elastico molto resistente, può essere: poliuretanico, acrilico o acril-poliuretanico che ha la funzione di proteggere il pavimento dalle sollecitazioni meccaniche e chimiche. La vernice può essere: super opaca, opaca, semilucida o lucida; la sua brillantezza si misura in GLOSS.

PARQUET OILIATO – Gli oli per parquet sono del tipo essiccativo, sono formati da miscele di oli, resine e cere. Il suo sistema ad impregnazione fa esaltare la naturalezza del legno, ha una grande resistenza meccanica, si notano meno i segni dell’ usura ed è molto facile ripristinare ma ha bisogno di più manutenzione rispetto a quello verniciato.

PARQUET A CERA – Le cere sono realizzate in pasta o liquide, le prime di solito si usano per il trattamento iniziale, le seconde per le manutenzioni successive. L’aspetto estetico è naturale come quello ad olio, non fa film; la protezione all’acqua è limitata, però è facile ripristinarlo nei trattamenti successivi.

PARQUET DECAPATO – La decapatura è una tecnica che genera sul legno le venature bianche con un fondo scuro, oppure venature argentate su un fondo nero. Di solito si esegue sul rovere o su legni fiammati che grazie a questo tipo di trattamento rende il parquet un materiale più pregiato.

PARQUET COLORATO – Al parquet tinto viene applicato una verniciatura colorata per personalizzare il colore del legno ed adattarlo all’ambiente circostante.

PARQUET SBIANCATO . Si definisce tale il parquet al quale viene applicata una tinta bianca. La colorazione e la tonalità varia in base alla densità e alla quantità di materiale utilizzato.

PARQUET SPAZZOLATO – La spazzolatura è un trattamento che serve ad avere la superficie del legno più ruvido. Si effettua con l’ausilio di spazzole rotanti e mettono a rilievo le venature del legno. Il parquet rovere spazzolato possiede una buona resistenza all’usura e alla compressione in quanto viene rimossa la parte più tenera del legno.

PARQUET PIANO SEGA – Il piano sega è un trattamento meccanico che si esegue perpendicolare alle venature del legno, costituita da una rigatura provocata da una sega a nastro. Se il legno viene pigmentato, il rilievo delle segature vengono ingigantite.

PARQUET DESTRUTTURATO – La superficie del legno viene sottoposta a sollecitazione meccanica in diverse direzioni. Il risultato è simile ad una tela.

PARQUET PIALLATO – La piallatura può essere eseguita a mano o con una macchina, quella fatta a mano è facilmente riconoscibile per la sua casualità a differenza dell’altra con una piallatura più regolare.

PARQUET TERMOTRATTATO – Il legno viene cotto a temperature da 190° in su; il legno cambia le sue caratteristiche, diventa più scuro, più stabile dimensionalmente, più stabile alla compressione ma leggermente più fragile. Il legno si considera termotrattato quando viene trattato su tutto lo spessore del legno nobile; se viene graffiato non cambia colore a differenza di quello colorato.

PARQUET EVAPORATO – l’evaporazione si esegue con getti di vapore immessi in fase di essiccazione del legno, rende ad esso una tonalità più calda. Si considera evaporato quando il trattamento viene eseguito su tutta la superficie; in caso di graffio il solco non cambia colore e non si nota.

PARQUET FUME’ O SCALDATO CON PIASTRE – Può essere trattato con tecniche di evaporazione o termo-trattate in combinazione. Il trattamento con piastre si presenta come delle bruciature irregolari sulla superficie.

I DIVERSI TIPI DI TRATTAMENTO POSSONO ESSERE COMBINATI Es: piallato a mano e decapato.

Si ringrazia Giovanni Cantoro per la sua disponibilità.

 

PARQUET CD S.r.l. semplificata – Via Belvedere, 46 SCERNE – 64025 PINETO (TE) 

https://www.prontopro.it/MI/milano/pavimenti-e-parquetvLe foto sono state prese da Parquet CD

Condividi l'articolo: