Nutrizionista: competenze e disturbi trattati

Pubblicato il 29 Febbraio 2020 da ProntoPro
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin

Quella del nutrizionista è una professione che sta avendo molto successo negli ultimi anni in quanto sempre più persone decidono di rivolgersi ad un professionista per seguire una corretta dieta alimentare.

Per diventare nutrizionisti è necessario seguire determinati corsi di studi universitari ed essere iscritti all’Ordine dei nutrizionisti. 

Chi decide di intraprendere questo percorso, può lavorare come dipendente o libero professionista. Ma cosa quali sono le competenze di un nutrizionista? A parlarci di questo settore è il Dott. Alberto Steriti, 36 anni, di Cagliari.

Il Dott. Alberto Steriti svolge la sua professione di nutrizionista da 10 anni nel suo studio di Cagliari e di Elmas (provincia di Cagliari).

Questi 10 anni son passati veramente alla velocità della luce dandomi la possibilità di conoscere e aiutare tante belle persone che avevano solo bisogno di trovare la loro giusta strada, una piccola motivazione e una spinta in più, pur avendo dentro di sé ciò che serviva loro per raggiungere i propri obiettivi” ci racconta.

Per chi avesse piacere di leggere qualcosa in più sulla sua storia e sul suo percorso che lo ha portato ad essere il titolare di due studi, può visitare il suo sito personale www.albertosteriti.com consultando la sezione Chi Sono.

Alberto esercita la professione di Biologo Nutrizionista ed è specializzato nel campo dell’alimentazione. (Diete per la perdita del peso, per ritrovare il proprio equilibrio e quindi la salute, intolleranze e allergie accertate, colon irritabile – Vegetariani / Vegani).

È stata la passione a spingerlo in questa direzione, come lui stesso ci racconta:

Sono appassionato da sempre fin da ragazzo, di tutto ciò che riguarda la salute ed il benessere in generale e nel capire come poter migliorare la forma fisica e mantenerla nel tempo – prosegue – sono arrivato ad avere una visione olistica del corpo umano della salute e della vita”.

Secondo Alberto la salute non è un compartimento stagno ma è dipendente da vari fattori tutti interconnessi tra di loro che si auto-influenzano e necessitano sempre di essere in equilibrio tra di loro.

Il colloquio con il paziente

Gli abbiamo chiesto in che modo procede alla valutazione dello stato nutrizionale e fisico del paziente. Ci ha risposto che è fondamentale per il suo lavoro prima di procedere alla stesura di un corretto ed equilibrato piano alimentare che calzi a pennello alla persona, procedere con un adeguato colloquio (anamnesi) con il paziente che generalmente dura circa un’ora e mezza.

La prima visita conoscitiva è il punto di partenza insostituibile per identificare le specifiche cause del sovrappeso (nel caso in cui il paziente si fosse rivolto a me per tale motivo), e andare poi a individuare il tipo di costituzione specifica in base alle caratteristiche della persona” dice.

Alberto ci spiega infatti che ogni costituzione è completamente differente da un’altra e una dieta deve essere settata in base a tale costituzione che differisce per zona in cui il grasso è accumulato (glutei e/o gambe, pancia o viscere) altezza e conformazione ossea (molto importante secondo me perché dalla mia esperienza negli anni, anche lo spessore e lunghezza delle ossa incide sul consumo totale del paziente e quindi sul metabolismo basale).

Tutte queste caratteristiche naturalmente differiscono da persona a persona ed è essenziale quindi valutare una strategia di attacco ben calibrata.

Valutazione alimentare e stesura della dieta

Dopo questa prima importante fase di anamnesi con domande mirate, il Dott. Steriti passa ad una valutazione alimentare dove si individueranno gli alimenti graditi o meno e si cercherà di capire, insieme al paziente, quali possano essere le nuove introduzioni alimentari che possano dare sin da subito giovamento alla costituzione del paziente.

Infine, l’ultima parte della visita che va a completare il puzzle che gli permetterà di stilare un corretto piano alimentare riguarda le misurazioni numeriche che brevemente cita: peso, altezza, indice di massa corporea, grasso totale, grasso viscerale, massa muscolare e metabolismo basale, circonferenze iniziali in punti specifici e pliche (spessore del grasso sottocutaneo) in punti specifici per lui di riferimento.

Prima di salutare il paziente per il successivo incontro dove verrà consegnata e spiegata la strategia alimentare, ci si confronta insieme al paziente sugli obiettivi specifici, i tempi e le strategie alimentari per raggiungerli

Gli strumenti del nutrizionista

Gli strumenti del nutrizionista

Alberto ha poi stilato un breve elenco delle tecnologie utilizzate a supporto della sua professione di nutrizionista.

Nel mio lavoro gli strumenti utili sono: in primis, l’esperienza personale maturata, i miei occhi che grazie al primo strumento citato mi danno fin da subito un iniziale quadro del paziente, l’ascolto attento e le giuste domande (fondamentali), e naturalmente ciò che offre la tecnologia a supporto di tutto ciò.”.

A tal proposito, cita il bioimpedenziometro, una bilancia elettronica, un semplice metro misuratore corporeo a nastro e un picometro.

Ognuno di loro è uno strumento utile ma ciò che conta è la loro interazione che può veramente descrivere il paziente in maniera precisa” dice.

I disturbi alimentari più frequenti

I disturbi alimentari che ha riscontrato con maggior frequenza nel corso della sua esperienza lavorativa sono stati in primis l’obesità, principalmente causata da dipendenza dal cibo come mezzo di evasione e rifugio dai problemi e/o dallo stress della vita, e casi di bulimia da dipendenza da cibo in cui si è reso necessario un forte aiuto complementare da parte dello Psicologo.

Assunzione di cibi altamente proteici: giusto o sbagliato?

Nei confronti dei cibi con elevato contenuto di proteine, secondo il parere del nutrizionista, se utilizzati con coscienza ed equilibrio e anche moderazione, non danno nessun tipo di problematiche collegate alla salute se si tiene conto dello stato di salute fisica-metabolica di base della persona e in base alla sua attività motoria e del loro inserimento con moderazione all’interno della propria dieta.

Dieta che però deve essere di per sé equilibrata. Questi cibi vanno utilizzati all’interno di un piano alimentare equilibrato e razionale che contenga le giuste quantità di micro e macronutrienti, in modo tale da non favorire la perdita di minerali e/o sostanze utili all’organismo nella loro scissione all’interno dell’organismo. 

Quindi per non correre a rischi e problematiche collegate all’uso di prodotti proteici, il suo consiglio è quello di valutare alcuni fattori prima di inserirli nella propria strategia alimentare, qualunque essa sia.

Innanzitutto, consiglia di non utilizzarli giornalmente e di valutare il giusto apporto in base alla propria alimentazione, conteggiando i grammi di proteine che già si assumono con l’alimentazione ed equilibrandoli in base ai propri kg di peso.

Inoltre, è importante tenere conto nella valutazione del livello di attività sportiva che si svolge (meno attività meno grammi di proteine giornaliere su kg di peso e viceversa) e valutare il proprio stato di salute tramite degli esami del sangue che ci aiutano a capire il livello di funzionalità del proprio fegato/reni.

Infine, consiglia di valutare sempre la qualità dei prodotti che si acquistano e non solo il prezzo.

Condividi l'articolo:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin
Pubblicato il da ProntoPro
TAG:
Articoli correlati:

CODICI E CODICILLI - Madrelingua traduttrice, proofreader, ed insegnante di inglese e italiano

Traduzioni a Firenze
scritto da Roberto S il 20/11/2017
Mi sono avvalso di Eleonora Harris per la traduzione in inglese del nostro sito web aziendale. Oltre all'indubbia capacità tecnica ho potuto...

GS di Simonelli Giacomo

Idraulico a San Secondo Parmense
scritto da Maddalena B il 20/11/2017
Bravissimo Giacomo che ha risolto il problema in brevissimo tempo con un'ottimo risultato! da ricontattare sicuramente se dovessi averne anc...

Antennista elettricista

Elettricista generico a Ciampino
scritto da Cristian V il 20/11/2017
Sono stati professionali, rapidissimi, e hanno risolto brillantemente il problema. Trattamento economico e giusto, mi hanno poi offerto un m...

Luca Gomiero

Rifacimento intonaco pareti a Treviso
scritto da Vukadinovic M il 20/11/2017
Che dire... non potevo fare una scelta migliore! Ho contattato Luca per l'isolamento di una terrazza e la dipintura interna di casa. Il lavo...

Birolini manutenzioni srl

Manutenzione o revisione caldaia a Bergamo
scritto da Mara I il 19/11/2017
Eccellente servizio, puntuale, preciso e professionale. Il preventivo è stato chiaro ed il tecnico molto corretto nella spiegazione e applic...

Bolzonella Andrea posa levigatura e restauro pavimenti e scale in legno

Lucidatura parquet a Dolo
scritto da Antonio M il 19/11/2017
Bolzonella Andrea, ottimo artigiano è un vero professionista del parquet, competente, serio, gentile e puntuale ha eseguito la lamatura, st...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Come funziona ProntoPro

Fai la richiesta
1

Fai la richiesta

Indica di che cosa hai bisogno in pochi click.
Confronta i preventivi
2

Confronta i preventivi

In poche ore riceverai fino a 5 preventivi personalizzati.
Scegli il professionista
3

Scegli il professionista

Scegli il professionista più adatto a te dopo aver confrontato le offerte e consultato i profili.