La tua casa

Richiedi preventivi gratis

Cerca Professionista

La tua casa

Richiedi preventivi gratis

Cerca Professionista

Parquet, ma che fascino! Una scelta da non prendere alla leggera secondo gli esperti

Quali sono gli aspetti più importanti da considerare quando scegliamo il nostro parquet? Antonio Zilli ci parla di qualità dei materiali e delle vernici, della cura con cui deve essere effettuata la posa in opera e molto altro ancora.

parquet

Di cosa si occupa Cizeta Parquet? Quali sono i servizi che offrite?

La Cizeta Parquet ha sede a Roma ed è composta da due soci, Alessandro Cirulli e Antonio Zilli che dal 2002 si occupano di tutto ciò che gira intorno ai pavimenti in legno.

Siamo rivenditori ufficiali di marchi ormai affermati nel settore e ci occupiamo direttamente della posa in opera. Siamo convinti sostenitori dei parquet 100% made in Italy e dei prodotti per la posa del parquet a basso impatto ambientale.

Cerchiamo di far capire al cliente la differenza tra i tantissimi materiali che ci offre il mercato perché purtroppo nel nostro settore c’è ancora poca informazione a riguardo. Ci piace assistere il cliente dalla scelta del parquet fino alle istruzioni di manutenzione del parquet che abbiamo montato per lui. Ci occupiamo anche di ripristinare vecchi parquet, sempre attenti ad eseguire le lavorazioni con prodotti certificati e a norma.

Quando si rende necessaria la rilamatura del parquet? In che modo e con quali strumenti viene effettuata?

parquet

A mio avviso non c’è un periodo preciso entro il quale va necessariamente rilamato un parquet, anche perché, pur essendo per noi operatori un lavoro di routine, se l’appartamento è abitato per il proprietario diventa un’operazione abbastanza impegnativa (svuotare/spostare mobili, andare via di casa..).

E’ bene dire che un corretto utilizzo del parquet (ad esempio utilizzando feltrini sotto le sedie, le poltrone e i divani piuttosto che l’utilizzo di idonei detergenti) associato ad un buona buona finitura del legno ci aiutano a posticipare un po’ questo tipo di interventi.

La rilamatura del parquet consiste nel togliere il vecchio strato di vernice e quindi graffi più o meno profondi, stuccare tutte le fessure tra i listelli impastando la segatura stessa del legno ad appositi leganti per ottenere una colorazione identica al legno, eventualmente optare anche per lavorazioni extra come spazzolature del legno, anticature e mordensature, oppure procedere direttamente con la fase finale: il trattamento del legno. Il trattamento del legno a mio avviso è la parte più importante di tutto il lavoro.

Oggi l’offerta di vernici di finitura per pavimenti in legno è molto ampia, fortunatamente il mercato e’ sempre più orientato sulla tutela della salute, purtroppo parlare di prodotti “bio” al momento è ancora un azzardo perché sono ancora tante le componenti chimiche presenti, ma sicuramente quello che noi consigliamo al cliente è pretendere l’uso di vernici certificate a minor impatto ambientale e chiedere sempre le schede prodotto.

Consiglio anche a chi si appresta a dover fare un trattamento al parquet di prendere in considerazione anche i trattamenti ad olio-cera di ultima generazione, la maggior parte di questi sono composti da elementi naturali, trattamenti che non creano pellicole superficiali, lasciando al legno un effetto molto naturale e rispettando semplici regole di manutenzione si avrà un pavimento dall’effetto molto bello e gradevole.

Posa in opera; di cosa si tratta?

La posa in opera è il passaggio fondamentale che, se fatto male, rischia di vanificare tutta la bellezza che un pavimento in legno esprime.

Con l’avvento dei pavimenti prefiniti che non necessitano di trattamenti di verniciatura, molte sono state le persone che si sono improvvisate parquettisti, ma è bene sapere che sono tante le valutazioni che vanno fatte per poter montare un parquet; è importante saper valutare il piano di posa, capire se è bene fare trattamenti preventivi per migliorare l’adesione, è importante fare rilievi accurati dell’umidità ambientale e del sottofondo, possibilmente usando strumenti idonei (ad esempio se ci troviamo a dover misurare l’umidità di un nuovo massetto non basta usare igrometri da hobbisti), è indispensabile l’uso di appositi igrometri che agiscono per reazione chimica in modo da avere esattamente la percentuale di umidità residua.

parquet

Inoltre, prima di procedere con la posa del parquet bisogna assicurarsi che siano state eseguite tutte le rasature dei muri e quindi almeno le prime fasi della tinteggiatura e comunque mai montare il parquet se prima non sono stati montati gli infissi. E’ importante saper scegliere bene i materiali per la posa, se si tratta di un parquet flottante sappiate che il classico tappetino bianco anonimo (che in realtà nasce come materiale da imballaggio) non va bene e comunque non è a norma. Esigete sempre un tappetino idoneo per la posa del parquet, che abbia una adeguata barriera vapore e che sia accompagnato da una valida scheda tecnica.

Nel caso di una posa incollata sappiate che in commercio ci sono tantissime colle con caratteristiche diverse tra loro, anche qui pretendete una colla valida e certificata.

Cosa può succedere se la posa del parquet non viene effettuata nel modo e con i mezzi adeguati?

Il classico problema che che si verifica è il rigonfiamento del parquet, questo succede perché si va a montare il pavimento in legno su un piano di posa non perfettamente asciutto. Parlando di parquet tradizionali, se la levigatura non viene fatta bene, in controluce si nota che il pavimento non è perfettamente spianato e se la verniciatura non è fatta con cura è soggetta a difetti a imperfezioni come rullate o schivature.

Sui parquet prefiniti può sembrare tutto più semplice perché non dovendoci preoccupare della verniciatura ci lasciamo alle spalle oltre il 50% delle problematiche, però in questo caso è importante lavorare pulito in fase di incollaggio, il posatore deve aver cura di non sporcare di colla la superficie del parquet per evitare antiestetici aloni che difficilmente andranno via.

In sostanza quello che noi consigliamo e’ affidarsi ad operatori qualificati, valutare bene tutte le voci del preventivo, fare tutte le domande che vi vengono in mente e valutare bene le risposte che vi darà il tecnico perché il parquet è una scelta importante che non ci si può permettere di sbagliare.

Ringraziamo moltissimo Antonio della Cizeta Parquet per aver risposto alle nostre domande.


Hai bisogno di un Professionista per la tua casa? Trovalo su ProntoPro!

Cerca Professionista