Perchè è importante optare per la bioedilizia

Ringraziamo Enos di Edilpiemme per l’intervista concessaci sul tema della bioedilizia e il fotovoltaico.Bioedilizia

Quali sono le potenzialità della bioedilizia? E le sfide da affrontare attualmente in questo ambito?

Le potenzialità della bioedilizia sono enormi, in termini di posti di lavoro, ecosostenibilità e riduzione dei consumi energetici.
Certamente resta sempre un settore di nicchia, per gli elevati costi dei materiali e della manodopera specializzata, ma se rivalutata in progetti di alto valore magari creando un brand di alto livello, verrà vista da un maggior pubblico come la soluzione ideale per una vita più sana.

Come possono fondersi bioedilizia e riqualificazione energetica?

La bioedilizia può sostituire in modo egregio i materiali isolanti sintetici, apportando benefici superiori sia per la protezione invernale che per quella estiva, oltre al confort termo-igrometrico e di salubrità ambientale, riducendo o annullando i sistemi impiantistici.

Quali sono i modi più comuni di utilizzare le energie rinnovabili?

I modi più comuni per sfruttare le energie rinnovabili nelle costruzioni, sono attraverso l’utilizzo di pompe di calore, pannelli termodinamici, pannelli solari, e in alcune zone specifiche, l’uso di pale eoliche e geotermia. Altra fonte rinnovabile utilizzata da sempre dall’uomo è la legna o biomassa nelle sue forme.

Quali benefici può apportare l’utilizzo di questo tipo di energia all’ambiente e all’uomo?

Questa energia é definita rinnovabile, perché non sono finite (come invece quelle fossili) e con tempistiche diverse si rinnovano continuamente; portando come esempio il fotovoltaico, questo si rinnova praticamente tutte le mattine sino a sera. I benefici sono soprattutto ambientali, in quanto l’energia che serve per la produzione dei sistemi captanti é di gran lunga inferiore a quella prodotta nella loro vita, evitando per questo produzione di gas serra e gas nocivi alla salute degli esseri viventi. Inoltre si ha un vantaggio economico notevole per chi li installa, producendo energia gratuita.

Come è e può essere promosso l’utilizzo dell’energia rinnovabile? Come si potrebbero sensibilizzare i cittadini sul tema?

Le energie rinnovabili sono normate a livello nazionale e regionale per quanto riguarda le nuove costruzioni, con l’obbligo del loro utilizzo a copertura della quota del 50% dei consumi di progetto. Per quanto riguarda il patrimonio edile esistente la normativa incentiva l’utilizzo delle fonti rinnovabili garantendo sconti fiscali del 50% e del 65% in base alle soluzioni adottabili. Esistono campagne governative per la sensibilizzazione, ma penso che sensibilizzare i cittadini sui problemi d’inquinamento, sui cambiamenti climatici in atto, e sul peggioramento delle condizioni sanitarie, debba essere fatto da ognuno di noi, partendo da professionisti proprio come noi che siano in grado di fornire le soluzioni più adatte ad ogni situazione, creando altresì una rete di persone attive che tramite il passaparola, la rete ed i social sensibilizzi il numero maggiore di persone. Ricordo inoltre che esistono delle società che hanno valori etici, sociali ed ecologici, che creano business facendo guadagnare il cliente finale e l’ambiente.

Parlando in modo finanziario durante la vita di uno stabile (circa 50anni) i costi energetici sono tripli rispetto al costo iniziale di costruzione, quindi riqualificare o costruire a consumo zero a chi conviene? All’impresa costruttrice o al proprietario dello stabile?

 

Pubblicato da ProntoPro

Condividi l'articolo: