Pitture ecologiche e vernici naturali: come ridipingere casa in modo ecosostenibile

Arriva la primavera e molti si accingono a dare un’imbiancatura alla propria casa. TriArt Imbiancature ci parla delle tipologie di pitture e vernici.
pitture

Come nasce TriArt Imbiancature?

Triart Imbiancature nasce dall’esperienza decennale del suo responsabile, Damiano Montini, nel campo dell’edilizia civile.

Dopo anni di pratica e di conoscenza delle tecniche di lavorazione, nonché dei materiali, seguendo le loro evoluzioni, nel 2010 decido di mettermi in gioco personalmente e creare TriArt, ditta artigianale composta da tre ragazzi, tra i quali il sottoscritto.

Da subito abbiamo cercato di dare spazio ed importanza all’aspetto qualitativo del lavoro, facendolo diventare il “marchio d’impresa” attraverso il quale ci distinguiamo dalla massa.

La nostra ditta è in grado, grazie all’esperienza acquisita, di offrire un servizio di progettazione del lavoro, cercando di soddisfare l’esigenza del cliente in base alle proprie necessità o desideri.

Oltre ai lavori di imbiancatura, offriamo un servizio di ristrutturazione di ambienti interni completo e chiavi in mano, garantendo professionalità, puntualità e tecniche di costruzione all’avanguardia.

Quali sono le pitture e le vernici da interno e quali quelle da esterno? In cosa differiscono?

Le vernici da interno sono solitamente idropitture acriliche o viniliche a base d’acqua con la quale eseguiamo la maggior parte dei lavori, a queste si aggiungono le pitture decorative silossaniche, le pitture decorative ad effetto, le pitture a calce e gli smalti murali.

Per esterno vengono usate le idropitture al quarzo, le pitture silossaniche per esterno, i silicati di potassio ed i rivestimenti minerali.

La sostanziale differenza consiste nella resistenza che le pitture per esterno devono avere per contrastare gli agenti atmosferici, le temperature e lo smog, purtroppo, presente nella nostra città. Un’altra differenza è il tipo di supporto (intonaci o malte) sulle quali vengono applicati, che differisce da quelli usati in interno.

Parliamo di ambienti interni. Quali sono le tecniche di tinteggiatura di maggiore tendenza?

Le tecniche maggiormente usate in interno sono le imbiancature o tinteggiature con idropitture acriliche o viniliche, le velature, le pitture decorative ad effetto seta, metallizzate, iridescenti, effetti finta pietra, smalti murali opachi o semilucidi, senza dimenticare le finiture più pregiate (quali i grasselli di calce, gli stucchi antichi e le bellissime tappezzerie).

Le vernici naturali e le pitture ecologiche che differenze hanno rispetto a quelle classiche?

Bisogna fare un distinguo tra vernici naturali e pitture ecologiche.

Le prime sono composte esclusivamente da materie prime di origine vegetale e terre alle quali vengono aggiunti resine naturali e pigmenti naturali. Sono completamente atossiche ed hanno un’ottima copertura ed un effetto superficiale molto raffinato.

Le seconde sono dette ecologiche ma in realtà hanno solo un coefficiente organico volatile (COV) più basso rispetto alle idropitture classiche. Questo significa solamente che disperdono nell’ambiente meno sostanza chimica. L’origine di queste ultime è, comunque, sempre sintetica.

Cos’è il “trompe l’oeil”? In che contesti si adatta maggiormente?

Realizziamo anche il trompe l’oeil, a parete, a soffitto e anche su mobili.

Sostanzialmente si tratta di creare un disegno su soggetto predefinito cercando di riprodurre, con un effetto di prospettiva e tridimensionalità, l’illusione che nell’ambiente dove viene inserito il soggetto stesso sia realmente presente.

I contesti dove si può applicare sono svariati, dalle abitazioni private agli ambienti pubblici, tenendo però in considerazione che sono effetti impegnativi, che modificano radicalmente l’aspetto esteriore del posto in cui vengono applicati.
Sono molto belli anche se, chiaramente, non accessibili a tutti dal punto di vista economico.

 

Ringraziamo Damiano Montini per la gentile intervista rilasciata a ProntoPro. Vi ricordiamo che per maggiori informazioni potete visitare il sito dell’azienda.

Condividi l'articolo: