Progettare i tuoi living space

Pubblicato il 2 Giugno 2016 da Matteo
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin

Il lavoro del professionista

Giorgio della Santa è un architetto professionista italiano, titolare dell’omonimo studio (http://architettodellasanta.com/). In questa breve intervista, il nostro esperto proverà a descrivere le difficoltà della sua professione ed il suo approccio al lavoro.

architetto

Come nasce la tua passione nell’ambito dell’architettura?

Sin da bambino, ho sempre pensato che da grande avrei voluto fare un lavoro creativo: fortunatamente ci sono riuscito e da oramai più di dieci anno sono un architetto!

Tuttavia, crescendo e cominciando a lavorare in cantiere, ho capito che del mestiere dell’architetto, in realtà, non era solo l’aspetto più strettamente intellettuale e creativo ad affascinarmi, ma anche quello esecutivo.

Quello che più amo del mio lavoro è proprio pensare che, grazie ad esso, posso riuscire ad esaudire i desideri delle persone, creando per loro degli spazi abitativi capaci ogni giorno di  regalargli emozioni e sensazioni positive. Per questo motivo, la soddisfazione e la stima che mi dimostrano i miei clienti sono la motivazione ed il riconoscimento più grande del mio lavoro, che resta per me un’immensa passione!

 

Quali sono le difficoltà tecniche riscontrabili nel tuo settore? Quali approcci e attrezzi consigli?

Oggi le difficoltà tecniche in cui inevitabilmente ci si imbatte in un mestiere come il mio, sono sempre maggiori; in particolar modo quando si ha a che fare con le ristrutturazioni gli imprevisti e gli intoppi sono sempre in agguato. Non è per nulla semplice intervenire sul costruito mantenendo il carattere originario della costruzione, rispettandone l’anima ed al contempo introducendo le novità impiantistiche ed architettoniche necessarie per l’abitare dei tempi moderni!

Sicuramente oggi, più che mai, l’edilizia sta attraversando un periodo di crisi profonda e generalizzata, purtroppo estesa a tutto il settore e questo, ahimè, fa sì che sia sempre più difficile riuscire ad ottenere un incarico, poiché ci sono professionisti – o presunti tali – che svendono le proprie prestazioni. Anche in virtù di ciò, per riuscire a ritagliarsi uno spazio nel mercato del lavoro attuale bisogna saper conquistare i propri clienti, non solo offrendo prezzi vantaggiosi, ma fornendo un servizio ottimo ed impeccabile a 360 gradi.

 

Quali sono i progetti che richiedono maggior impegno?

Ogni incarico richiede grande impegno ed attenzione: non esistono lavori “facili”. Talvolta i progetti più ampi e complessi seguono un percorso più semplice e lineare, mentre sono proprio gli interventi che apparentemente sembrano richiedere minor impegno quelli che alla fine si rivelano  essere più complessi. Proprio per questo credo che ogni cliente vada trattato con lo stesso riguardo, indipendentemente dall’entità dei lavori che desidera realizzare e dalla parcella che paga!

 

Quali sono i progetti migliori realizzati? E i peggiori? E perché?

Come diceva Richard Rogers: “Non si può pensare un’architettura senza pensare alla gente”.

A mio avviso non esistono progetti migliori o peggiori in assoluto e non è possibile giudicare a priori quelli altrui: a conti fatti sono ben riusciti quegli interventi che rispecchiano a pieno la personalità di chi li vive, che “semplificano” la vita delle persone, rivelandone i modi di essere e le necessità quotidiane. Non è detto che una casa in apparenza splendida sia poi effettivamente vivibile: l’architettura non è un bel quadro da ammirare ma va vissuta, abitata, sperimentata. Un buon progetto, che di tratti di una villa, di un condominio intero o della semplice ristrutturazione di un singolo ambiente, è tale solo quando come punto di partenza si assumono le esigenze e le necessità di chi dovrà poi abitare quel luogo.

Credo inoltre che a volte basti davvero poco per riuscire a cambiare radicalmente l’aspetto e la vivibilità degli spazi che ci circondano: l’importante è, dopo aver accuratamente dimensionato e  distribuito spazi e funzioni, trovare la combinazione perfetta di materiali, colori e  luci, in modo che definiscano in maniera univoca l’ambiente, lasciando sapientemente trasparire la personalità ed i gusti di chi lo abita.

Proprio per questa ragione, tra i tanti progetti che ho seguito nella mia seppur giovane carriera, quelli a cui sono maggiormente legato e che in qualche modo porterò sempre nel mio cuore sono le ristrutturazioni di alcuni appartamenti sul Lungarno a Pisa, riorganizzati e riarredati in base alle richieste dei miei clienti, che sono stati più che soddisfatti del lavoro scoro.

 

Quali sono le esigenze più difficili soddisfare e come ci riesci?

Si dice che “volere è potere”, ma più che le difficoltà tecniche, che sicuramente si incontrano in ogni progetto e che peraltro sono sempre più numerose in virtù di normative sempre più complesse e stringenti, le esigenze più difficili, ma anche più stimolanti, da soddisfare sono indubbiamente quelle poste dalla committenza.

Detto ciò, il mestiere dell’architetto è proprio questo: un bravo architetto è colui che è in grado di comprendere a fondo le esigenze ed i desideri dei propri clienti e di tradurli in realtà, migliorando la loro qualità di vita, in una maniera tale che questi neppure si sognerebbero mai!

Un buon architetto deve essere anche un fine intenditore del genere umano: deve saper ascoltare i bisogni dei propri clienti e riuscire ad instaurare con essi un dialogo proficuo che lo porti ad immedesimarsi in loro, ad entrarvi in sintonia, riuscendo così ad interpretarne i desideri più reconditi ed ad indirizzarli nel migliore di modi, perché la casa alla fine risulti cucita addosso al suo padrone come un abito di sartoria.

Tutti sono bravi a progettare se gli viene data “carta bianca”, se non vengono fatte richieste particolari e soprattutto se non si hanno limiti dettati da un budget prefissato! La realtà lavorativa e quotidiana  però è ben diversa: ogni cliente quando si rivolge ad un architetto lo fa per un determinato motivo, non è neppure detto che sappia bene cosa voglia ed in quel frangente  va aiutato! Peraltro, una delle prime preoccupazioni di ogni cliente è “quanto mi costerà?” o “è possibile ridurre le spese?”: un buon professionista per me non è colui che impiega i materiali più pregiati o arreda unicamente con pezzi di design, ma piuttosto colui che riesce a realizzare i sogni abitativi delle persone facendole spendere il giusto e, se possibile, facendole risparmiare qualcosina!

Bisogno del giusto professionista? Puoi trovarlo qui!

Condividi l'articolo:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin
Pubblicato il da Matteo
Postato in: La tua casa
Articoli correlati:

CODICI E CODICILLI - Madrelingua traduttrice, proofreader, ed insegnante di inglese e italiano

Traduzioni a Firenze
scritto da Roberto S il 20/11/2017
Mi sono avvalso di Eleonora Harris per la traduzione in inglese del nostro sito web aziendale. Oltre all'indubbia capacità tecnica ho potuto...

GS di Simonelli Giacomo

Idraulico a San Secondo Parmense
scritto da Maddalena B il 20/11/2017
Bravissimo Giacomo che ha risolto il problema in brevissimo tempo con un'ottimo risultato! da ricontattare sicuramente se dovessi averne anc...

Antennista elettricista

Elettricista generico a Ciampino
scritto da Cristian V il 20/11/2017
Sono stati professionali, rapidissimi, e hanno risolto brillantemente il problema. Trattamento economico e giusto, mi hanno poi offerto un m...

Luca Gomiero

Rifacimento intonaco pareti a Treviso
scritto da Vukadinovic M il 20/11/2017
Che dire... non potevo fare una scelta migliore! Ho contattato Luca per l'isolamento di una terrazza e la dipintura interna di casa. Il lavo...

Birolini manutenzioni srl

Manutenzione o revisione caldaia a Bergamo
scritto da Mara I il 19/11/2017
Eccellente servizio, puntuale, preciso e professionale. Il preventivo è stato chiaro ed il tecnico molto corretto nella spiegazione e applic...

Bolzonella Andrea posa levigatura e restauro pavimenti e scale in legno

Lucidatura parquet a Dolo
scritto da Antonio M il 19/11/2017
Bolzonella Andrea, ottimo artigiano è un vero professionista del parquet, competente, serio, gentile e puntuale ha eseguito la lamatura, st...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Come funziona ProntoPro

Fai la richiesta
1

Fai la richiesta

Indica di che cosa hai bisogno in pochi click.
Confronta i preventivi
2

Confronta i preventivi

In poche ore riceverai fino a 5 preventivi personalizzati.
Scegli il professionista
3

Scegli il professionista

Scegli il professionista più adatto a te dopo aver confrontato le offerte e consultato i profili.