Quali sono gli elettrodomestici indispensabili in cucina?

Vedremo quali sono gli elettrodomestici, dei quali non possiamo fare a meno in cucina, e che ci aiutano a preparare deliziosi piatti.
elettrodomestici

Come è nata la sua attività?

​La nostra attività nasce nel 1996, a Magione in Umbria. Dopo aver fatto la scuola elettrotecnica e apprendistato apro una piccola bottega di riparazione piccoli elettrodomestici.
Allora il settore era profondamente diverso, i prodotti erano meno e molto costosi rispetto ad oggi. I produttori erano pochi e strutturati, e detenevano quasi il totale del mercato, per fare un esempio una macchina da caffè poteva costare anche la metà di uno stipendio medio.
Era anche più semplice fare riparazioni, reperire parti di ricambio sul mercato  e anche portare avanti una attività del genere.

Quali elettrodomestici sono indispensabili in cucina per cucinare piatti di qualità e perché? ​

 Il livello di attenzione ai temi della sostenibilità e della qualità della vita ha avuto un grande incremento, e nuovi elettrodomestici sono stati immessi sul mercato.
Gli elettrodomestici indispensabili per cucinare piatti di qualità sono:
  • Piano cottura ad induzione elettromagnetica, questo tipo di cottura offre tempi di cottura molto più rapidi, risparmio energetico, elevati standard di sicurezza, infatti non è necessario nessun allaccio o impianto gas.
  • Una impastatrice planetaria, può essere adatta a molteplici preparazioni: dotate di molti accessori queste macchine, impastano,montano  ,sminuzzano, tagliano. Un  forno elettrico ventilato e con umidificatore ci permetterà la cottura.
  • Sconsigliamo il forno a microonde, non è particolarmente adatto al nostro modo di cucinare.
Scegliendo queste macchine con cura e prestano attenzione alla qualità si possono attenere degli ottimi risultati.

Mi spiega come funzionano le impastatrici e come sceglierne una che risponda ai propri bisogni?

 

Esistono tre tipi di impastatrici, a spirale, planetarie, a forcella.
Le impastatrici a spirale e a forcella sono quasi da considerare macchine per preparazioni di grandi quantità, invece le impastatrici planetarie trovano molti impieghi anche nel settore domestico.
Queste macchine hanno come caratteristica particolare il movimento del corpo impastatore che è di tipo planetario quindi due movimenti, uno rotatorio e uno ellittico permettono all’accessorio di realizzare un impasto molto omogeneo e senza grumi. La maggior parte di queste macchine sono dotate anche di una presa di forza che trasmette il movimento a diversi accessori previsti dai vari costruttori.
Un aspetto molto importante da considerare  per scegliere una planetaria è la grandezza del cestello che permette di impastare quantità diverse a seconda delle esigenze. Un altro aspetto molto importante è il prezzo, in molti anni di riparazioni abbiamo constatato che macchine di una fascia di prezzo inferiore a €300 non reggono lo sforzo meccanico che sono chiamate a fare. Considerando che queste macchine prima di essere macchine elettriche sono macchine meccaniche.

Qual’è la differenza tra centrifuga e estrattore e quali sono i vantaggi/svantaggi di ognuno?

​Una centrifuga è una macchina elettrica che è dotata di un motore che può fare anche 5000 giri/minuto​, viene inserita frutta o verdura e per effetto centrifuga estrae tutti le parti liquide degli alimenti attraverso un filtro trattenendo però tutte le fibre che non attraversano il filtro.
Un estrattore è invece dotato di un motore che fa pochissimi giri/minuto 40/50 ed una coclea (vite senza fine) estrae a freddo le parti liquide degli alimenti e anche le fibre.
Il principio di estrusione del tutto simile ad una passa pomodoro ha il grande vantaggio di non riscaldare gli alimenti durante l’uso.

Direi che l’estrattore è una innovazione rispetto alla centrifuga, e secondo me è da preferire a quest’ultima.

Vale come sempre il concetto di lavoro meccanico, quindi la scelta dell’ utente dovrà tenere conto della fascia di prezzo comunque non inferiore ai 250/300€.
Si ringrazia Nicola Barbanera di Ennebiservice per la sua disponibilità.
Condividi l'articolo: