Quando la passione per l’architettura ti permette di sfidare il mondo

Pubblicato il 1 Settembre 2017 da Fabio
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin

Oggi abbiamo avuto il piacere di intervistare Vincenzo Guzzo, architetto con due sedi Milano e Berlino, per maggiori informazioni visitate il suo sito su studioguzzopartners.com

Quando realizzate un progetto ci sono degli stili particolari che rispettate? Ci sono architetti famosi a cui vi ispirate?

Dire che non abbiamo architetti famosi a cui ci inspiriamo sarebbe falso e poco serio. Soprattutto in quest’epoca in cui le varie forme di comunicazione ci mettono tutti in stretto rapporto. Credo che ogni professionista, durante tutto il suo percorso formativo (sia in università che nel mondo del lavoro) si sia tracciato un percorso che poi lo accompagnerà per tutta la carriera lavorativa. Prima di aprire il mio studio nel 2000 ho avuto la fortuna di lavorare anche in molti studi, sia medio-grandi che di piccole dimensioni. Questo ha significato davvero molto una volta approcciatomi in maniera autonoma alla professione. Più che architetti famosi ai quali ci inspiriamo, direi architetti famosi per i quali proviamo molto rispetto da Renzo Piano, per il suo approccio molto metodico e poco formalista al di fuori delle mode del momento a Cino Zucchi ( con il quale ho avuto la bellissima esperienza di seguire il suo corso in Composizione Architettonica) per il suo modo originale di reinterpretare il concetto urbano in architettura.

Quali consigli dareste a chi si accinge a diventare un architetto o che è ai primi anni di università?

Sperimentare. Non avere fretta di trovare subito uno studio dove trovare occupazione. Prima di trovare il proprio percorso (sia nel privato che nel pubblico) sarebbe davvero interessante approfondire ogni aspetto della nostra professione. Interessante anche l’ipotesi di uno stage in un impresa edile. Spesso, nel mondo accademico, si fa “differenza” tra architettura ed edilizia, anche se sono due facce della stessa medaglia. Uno completa l’altra. Ipotizzare anche qualche offerta formativa/lavorativa all’estero durante il percorso di studi la trovo sicuramente una cosa da programmare.

Quanto la tecnologia e le innovazioni contano in un settore come il vostro?

In un mondo in continua innovazione, la tecnologia è diventata uno degli strumenti con il quale la nostra professione si raffronta quotidianamente. Ho fatto in tempo a disegnare ancora sui lucidi con accanto la lametta per “grattare” eventuali errori sul disegno o assaporare l’odore di ammoniaca che l’eliocopiatrice produceva durante la stampa. Oggi è tutto più velocizzato e sicuramente molto più facile.

Vi sono però alcuni aspetti negativi da non trascurare: una volta, non essendo possibile cambiare le cose in corso d’opera si progettava tutto con la massima attenzione e dovizia di particolare. Oggi la velocizzazione di tutti i processi “produttivi” (si produttivi, anche il nostro mestiere, nel bene e nel male è diventato un processo produttivo) non permette di soffermarsi a dovere su ogni aspetto del progetto. Spesso i tempi stretti di progettazione e gli altrettanti tempi stretti del processo edilizio, non ci permettono di porci adeguatamente in maniera rigorosa su ogni aspetto del progetto. Il rischio vero è quello di produrre edifici in serie. Noi cerchiamo di trovare quotidianamente il giusto equilibrio tra queste due facce.

Per quale motivo avete deciso di basarvi a Milano e Berlino?

Da sempre l’idea di raffrontarci con il mondo del lavoro Europeo ci ha sempre affascinato. L’idea di affacciarsi sulla città di Berlino è stato per via della vivacità che la città offre, per il suo carattere mitteleuropeo e per l’aria frizzante e piena di energia che si respira al suo interno. La caduta del muro e tutti i successivi sviluppi urbanistici ne hanno sicuramente fatto una delle più importanti città europee a livello architettonico.

L’esperienza maturata in Italia, sia nelle nuove costruzioni che nella ristrutturazione del patrimonio esistente, ci ha permesso, se pur con molta fatica iniziale, di poterci raffrontare un piccolo passo alla volta anche con questo mercato.

Molte le commesse ricevute: dal piccolo appartamento da riqualificare, al recupero dei sottotetti ai fini abitativi all’apertura ad esempio del primo ristorante di Giovanni Rana presso il Mall of Berlin sulla Leipziger Platz, per il quale ci siamo occupati di tutto l’iteri progettuale sino alla direzione dei lavori.

Piccole cose, ma confidiamo di poterci ampliare ulteriormente. Una cosa è certa: ho finalmente superato la mia paura di volare. Prendo regolarmente l’aereo una volta a settimana per recarmi in Germania!

Quali sono le differenze principali che riscontrate tra le due città a livello lavorativo?

Inizialmente tanta paura. Innanzitutto la lingua. Non parlando tedesco è stato un primo scoglio con il quale mi sono dovuto scontrare. Con il tempo e con l’aiuto di tante persone italiane presenti sul posto, siamo riusciti nel nostro piccolo a farci spazio.

Molto spesso ci chiedono se tutto è efficiente e meno burocratico rispetto al nostro paese. A tutti rispondo con la solita frase di  circostanza: ogni mondo è paese. In Germania è tutto molto più burocratizzato; ogni processo e/o percorso è chiaramente identificato e soggetto a stretti protocolli da seguire e verificare. Se si seguono le numerose procedure tutto va in porto in maniera abbastanza veloce e senza grosse complicazioni. La burocrazia è tanta ma meno formale. Gli appuntamenti, anche quelli per un collaudo statico di una certa entità, si risolvono velocemente anche tramite una mail.

Tale efficienza organizzativa si scontra però con un approccio rigido in caso di criticità ed inconvenienti; in questo caso il rischio che tutto il processo si blocchi  sino alla risoluzione definitiva della problematica è reale.

Noi italiani (e questo ci è chiaramente riconosciuto) sappiamo “barcamenarci” anche nelle situazioni più critiche, trovando soluzioni al momento  e divincolandoci da problemi a volte anche insormontabili.

Ringraziamo nuovamente Vincenzo Guzzo per la sua disponibilità.

Condividi l'articolo:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin
Pubblicato il da Fabio
Postato in: La tua casa
Articoli correlati:

CODICI E CODICILLI - Madrelingua traduttrice, proofreader, ed insegnante di inglese e italiano

Traduzioni a Firenze
scritto da Roberto S il 20/11/2017
Mi sono avvalso di Eleonora Harris per la traduzione in inglese del nostro sito web aziendale. Oltre all'indubbia capacità tecnica ho potuto...

GS di Simonelli Giacomo

Idraulico a San Secondo Parmense
scritto da Maddalena B il 20/11/2017
Bravissimo Giacomo che ha risolto il problema in brevissimo tempo con un'ottimo risultato! da ricontattare sicuramente se dovessi averne anc...

Antennista elettricista

Elettricista generico a Ciampino
scritto da Cristian V il 20/11/2017
Sono stati professionali, rapidissimi, e hanno risolto brillantemente il problema. Trattamento economico e giusto, mi hanno poi offerto un m...

Luca Gomiero

Rifacimento intonaco pareti a Treviso
scritto da Vukadinovic M il 20/11/2017
Che dire... non potevo fare una scelta migliore! Ho contattato Luca per l'isolamento di una terrazza e la dipintura interna di casa. Il lavo...

Birolini manutenzioni srl

Manutenzione o revisione caldaia a Bergamo
scritto da Mara I il 19/11/2017
Eccellente servizio, puntuale, preciso e professionale. Il preventivo è stato chiaro ed il tecnico molto corretto nella spiegazione e applic...

Bolzonella Andrea posa levigatura e restauro pavimenti e scale in legno

Lucidatura parquet a Dolo
scritto da Antonio M il 19/11/2017
Bolzonella Andrea, ottimo artigiano è un vero professionista del parquet, competente, serio, gentile e puntuale ha eseguito la lamatura, st...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Come funziona ProntoPro

Fai la richiesta
1

Fai la richiesta

Indica di che cosa hai bisogno in pochi click.
Confronta i preventivi
2

Confronta i preventivi

In poche ore riceverai fino a 5 preventivi personalizzati.
Scegli il professionista
3

Scegli il professionista

Scegli il professionista più adatto a te dopo aver confrontato le offerte e consultato i profili.