Quando l’esperienza fa la differenza in campo edile

Oggi abbiamo intervistato il consorzio di imprese S.E.A. sull’importanza delle ristrutturazione in campo edile.

Cos’è l’impermeabilizzazione e in quali casi è utile procedere con questo tipo di lavoro?

L’impermeabilizzazione viene utilizzata per fermare le infiltrazioni di acqua meteorica, all’interno di un locale, all’interno di una muratura e all’interno di tutto ciò che deve essere protetto per evitarne il degrado, occorre dunque intervenire con una protezione impermeabile che annulli  l’evento non desiderato. Il passaggio di anche piccole infiltrazioni durante le piogge provocano umidità. Il degrado causato dall’umidità evidenzia aspetti importanti di natura estetica, di ammaloramento delle murature ed igienico-sanitaria,

Per il controllo del fenomeno e per la messa a punto di svariati procedimenti di risanamento, occorrono tecnici esperti, i materiali oggi a disposizione sono innumerevoli, (guaine bituminose, bi-componenti, resine, ecc.) ad ogni problema oggi c’è una soluzione tecnica migliore di altre, nelle scelte dell’impresa a cui affidare un lavoro molte volte siamo condizionati dal prezzo, in questo caso consiglio di prediligere la competenza.

Amianto Amianto

In cosa consiste la vostra attività di incapsulamento amianto?

Nei casi di coperture in amianto occorre valutare lo stato di degrado, se non troppo compromesso, si può intervenire con un intervento molto meno costoso rispetto allo smaltimento, l’incapsulamento dell’amianto, tale pratica può essere vista come un’opera di “messa in sicurezza” in quanto, il problema dell’amianto viene risolto mediante un trattamento che va a fissare le fibre dell’asbesto impedendone il rilascio.

Come avviene lo smaltimento dell’amianto?

Le operazioni devono essere condotte salvaguardando l’integrità del materiale in tutte le fasi dell’intervento, per la rimozione delle lastre di copertura occorre effettuare sostanzialmente le seguenti operazioni: rimozione dei chiodi di fissaggio, evitando la rottura delle lastre, palettizzazione delle lastre e disposizione dei bancali con le lastre in zona appartata e non transitabile per gli automezzi. I bancali con le lastre in cemento-amianto dovranno essere avvolti in film di polietilene di adeguato spessore, etichettati, e tramite un trasportatore autorizzato verranno conferite in discarica autorizzata unitamente al materiale d’uso (tute, filtri, materiale aspirato), anch’esso insaccato e sigillato.

Come rimediare ad un tubo fognario rotto?

Sostituire un tubo fognario rotto a volte è molto costoso, in alternativa si può effettuare un risanamento mediante l’inserimento nella condotta esistente di una guaina in feltro impregnata di resina termoindurente. La guaina sarà posta nella tubazione esistente per mezzo di procedimento di inversione a battente idrostatico ed a processo di polimerizzazione avvenuto, costituirà aderendo alle pareti del manufatto esistente, un vero e proprio controtubo che assumerà tutte le funzioni idrauliche della condotta.

L’intervento si sviluppa come segue:

  1. Preparazione delle strutture per consentire l’ingresso nel pozzetto di partenza e per fermarla nel pozzetto di arrivo.
  2. Montaggio del tamburo di inversione, fissaggio della guaina sull’anello e quindi introduzione nella condotta mediante regolare adduzione di aria in modo tale da farla avanzare in maniera omogenea e di farla aderire perfettamente alle pareti della tubazione.
  3. Polimerizzazione della resina mediante il regolare innalzamento della temperatura dell’aria di inversione per introduzione di vapore . Le fasi di riscaldamento saranno eseguite con personale in numero adeguato per una sorveglianza continua.
  4. Raffreddamento graduale della guaina mediante adduzione di aria fredda mantenuta a pressione costante.
  5. Taglio delle estremità delle camerette.

Intervista realizzata da ProntoPro.it

Condividi l'articolo: