Stop ai curriculum cestinati: ecco la guida per scrivere un cv davvero interessante

Pubblicato il 11 Febbraio 2019 da Filippo
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin

Come scrivere un curriculum vitae interessante

Per essere veramente efficace, un curriculum vitae deve essere interessante e in grado di attirare l’attenzione della persona incaricata di eseguire la selezione dei candidati.

Inoltre, bisogna tenere a mente che queste figure professionali hanno un periodo di tempo limitato da dedicare a ogni singolo curriculum vitae. Di conseguenza, si tende a cestinare quelli che non colpiscono immediatamente l’attenzione.

Ecco alcuni consigli per scrivere un buon curriculum:

  • Personalizzare il curriculum
  • Essere completi (ma sintetici)
  • Impaginazione chiara e semplice

Vediamo questi punti nel dettaglio:

Personalizzare il curriculum in base all’offerta di lavoro e all’azienda.

Si tratta di un accorgimento importante per mettere in risalto le esperienze e le competenze legate al tipo di lavoro per il quale ci si candida o che possono essere utili per quella tipologia di posizione.

Infatti, molto spesso si commette l’errore di scrivere un curriculum generico e inviarlo indistintamente per qualunque posizione di lavoro. In realtà, questa soluzione risulta essere più veloce nel breve tempo ma è anche controproducente. Ciò si spiega con il fatto che un CV generico è eccessivamente impersonale e freddo. Di conseguenza, non attira immediatamente l’attenzione e a volte finisce per essere cestinato.

Per evitare di incorrere in questo problema occorre seguire due accorgimenti:

  • inserire soltanto le esperienze professionali in linea con il tipo di lavoro per il quale ci si candida e far risaltare le proprie qualità professionali in funzione della posizione in questione.
    Infatti, alcune informazioni considerate fuori tema (ad esempio, aver lavorato in settori non attinenti a quelli per il quale ci si propone) non danno valore aggiunto al proprio curriculum. Al contrario, rischiano di togliergli professionalità e competenza.
  • tenere a mente che il curriculum vitae deve rispettare la vostra personalità. In questo modo, è meglio scrivere un curriculum per ogni posizione professionale per la quale ci si candida, allegando una lettera di presentazione personalizzata a seconda dell’azienda;

Essere completi (ma sintetici)

Nel caso in cui si abbia lavorato per un’unica azienda, è possibile descrivere la mansione ricoperta nei dettagli, così come la propria crescita professionale e le capacità acquisite. Tuttavia, è bene ricordare che si devono evitare le informazioni inutili ed essere sintetici.

Infatti, il CV non deve avere una lunghezza eccessiva. Bisogna essere succinti e, al tempo stesso, fornire tutte le informazioni utili al selezionatore, ricordando che questa figura deve leggere centinaia di candidature.

Di conseguenza, è bene saper fornire adeguati dettagli senza essere troppo pignoli.

Alcuni consigli:

  • la lunghezza del CV non dovrebbe essere superiore alle due pagine
  • la struttura deve essere facilmente leggibile e scorrevole, così come anche la scrittura. Si deve evitare un linguaggio complicato e utilizzare un formato spazioso. Bisogna rivolersi al selezionatore in maniera chiara e semplice, senza tuttavia essere impersonali
  • è fondamentale evitare errori di grammatica oppure di impaginazione perché danno una brutta impressione
  • è bene riuscire a comunicare un’immagine personale, dettagliata, attraente e brillante di sé stessi.

curriculum vitae

Quali sono gli elementi più importanti di un curriculum vitae

Le caratteristiche di un curriculum vitae in grado di attirare l’attenzione e l’interesse del selezionatore sono chiarezza espositiva, fluidità e sintesi. In genere si struttura il CV in sezioni e blocchi, corrispondenti a:

  • i dati anagrafici, come nome e cognome, data e luogo di nascita, indirizzo (compresi il CAP e la provincia), il numero di telefono e l’indirizzo e-mail. A volte, è possibile aggiungere lo stato civile.
    Mettere in primo piano queste informazioni consente all’azienda di avere i corretti recapiti del candidato. Si può anche allegare una foto al curriculum. In alcuni casi, può essere un incentivo; in altri, sono le stesse aziende a richiederla
  • le esperienze formative. È opportuno che queste siano elencate in ordine cronologico decrescente. Tutti gli studi devono partire da quello più recente e, se buono, è possibile indicare anche il voto di laurea.
    Inoltre, è bene scrivere anche l’argomento della tesi di laurea se attinente all’ambito professionale per il quale ci si candida
  • le esperienze professionali. Anche in questo caso l’ordinamento deve essere cronologico decrescente. Per ognuna, si devono riportare la posizione ricoperta, i tipi di responsabilità, gli obiettivi e le mansioni collegate, oltre alle conoscenze acquisite.
    Nel caso in cui si abbia alle spalle una consistente esperienza professionale, è possibile inserire prima il blocco relativo a queste informazioni e successivamente la sezione relativa alla formazione
  • skills e conoscenze. Si consiglia di utilizzare elenchi puntati per dare maggiore ordine al curriculum. Inoltre, è bene suddividere le competenze in interpersonali (ad esempio, capacità di problem solving e team-working), linguistiche (le lingue conosciute, il livello raggiunto e le eventuali certificazioni) e informatiche (software conosciuti, linguaggi di programmazione, database e programmi grafici e gestionali)
  • interessi extra professionali
  • aspirazioni lavorative, progetti per il futuro e motivazioni.

Che cosa tenere a mente quando si redige il proprio curriculum

Anche se molti ritengono che si tratti di una sezione poco importante, la descrizione dei propri interessi extra professionali risulta avere un certo peso all’interno del curriculum vitae. Infatti, si ricorda che deve essere un documento in grado di riflettere la personalità del candidato.

Questo tipo di informazioni (hobby, passioni e interessi privati) permette al selezionatore di capire chi sia il candidato e anche se sia la persona adatta per quella posizione. Inoltre, può destare l’interesse e la curiosità. Altri elementi da tenere in considerazione sono:

  • bisogna sempre inserire in calce al curriculum vitae la firma e l’autorizzazione al trattamento dei dati personali in base a quanto stabilito dal D.lgs. 196 del 30 giugno 2003.
    Infatti, questa dicitura deve essere sempre presente per consentire all’azienda di elaborare i dati contenuti all’interno del documento e prendere in considerazione la candidatura in questione;
  • si deve costantemente aggiornare il curriculum vitae. Infatti, anche un periodo di pochi mesi può permettere una crescita personale e professionale significativa. Ad esempio, si può terminare un corso di formazione, acquisire nuove competenze, svolgere nuove esperienze di vario genere oppure svolgere un nuovo lavoro.
    Si tratta di informazioni che possono risultare utili quando ci si candida per un’offerta lavorativa.
  • è sempre bene rileggere, verificare e correggere il CV prima di rispondere a un nuovo annuncio di lavoro. In questo modo è possibile controllare che siano presenti tutte le informazioni necessarie e che queste siano corrette, oltre che a essere in linea con la mansione per la quale ci si propone.

Un altro aspetto da tenere in considerazione quando ci si chiede come fare un curriculum, è che esistono diverse tipologie di curriculum vitae. Molto spesso, le aziende richiedono che si usi il formato europeo perché è la soluzione standard. Tuttavia, è bene sottolineare che il CV è il primo contatto tra l’azienda e il candidato.

Proprio per questo motivo, è possibile optare per una struttura meno convenzionale. Questa modalità è molto utile quando ci si candida per un ruolo da grafico oppure da designer creativo. In questo caso, il curriculum diventa un mezzo per far conoscere anche concretamente le proprie capacità.

Infine, si ricorda che esiste anche il videocurriculum. Si tratta di una modalità innovativa che si sta affermando negli Stati Uniti. Invece, in Italia si tratta di una soluzione riservata ai più intraprendenti, che possono dimostrarsi disinvolti, brillanti e comunicativi.

Condividi l'articolo:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin
Pubblicato il da Filippo
Articoli correlati:

CODICI E CODICILLI - Madrelingua traduttrice, proofreader, ed insegnante di inglese e italiano

Traduzioni a Firenze
scritto da Roberto S il 20/11/2017
Mi sono avvalso di Eleonora Harris per la traduzione in inglese del nostro sito web aziendale. Oltre all'indubbia capacità tecnica ho potuto...

GS di Simonelli Giacomo

Idraulico a San Secondo Parmense
scritto da Maddalena B il 20/11/2017
Bravissimo Giacomo che ha risolto il problema in brevissimo tempo con un'ottimo risultato! da ricontattare sicuramente se dovessi averne anc...

Antennista elettricista

Elettricista generico a Ciampino
scritto da Cristian V il 20/11/2017
Sono stati professionali, rapidissimi, e hanno risolto brillantemente il problema. Trattamento economico e giusto, mi hanno poi offerto un m...

Luca Gomiero

Rifacimento intonaco pareti a Treviso
scritto da Vukadinovic M il 20/11/2017
Che dire... non potevo fare una scelta migliore! Ho contattato Luca per l'isolamento di una terrazza e la dipintura interna di casa. Il lavo...

Birolini manutenzioni srl

Manutenzione o revisione caldaia a Bergamo
scritto da Mara I il 19/11/2017
Eccellente servizio, puntuale, preciso e professionale. Il preventivo è stato chiaro ed il tecnico molto corretto nella spiegazione e applic...

Bolzonella Andrea posa levigatura e restauro pavimenti e scale in legno

Lucidatura parquet a Dolo
scritto da Antonio M il 19/11/2017
Bolzonella Andrea, ottimo artigiano è un vero professionista del parquet, competente, serio, gentile e puntuale ha eseguito la lamatura, st...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Come funziona ProntoPro

Fai la richiesta
1

Fai la richiesta

Indica di che cosa hai bisogno in pochi click.
Confronta i preventivi
2

Confronta i preventivi

In poche ore riceverai fino a 5 preventivi personalizzati.
Scegli il professionista
3

Scegli il professionista

Scegli il professionista più adatto a te dopo aver confrontato le offerte e consultato i profili.