Un pool di esperti per la strategia di comunicazione più adatta a te

Pubblicato il 16 Giugno 2017 da Maria
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin

Il Dott. Matteo Sgaravato della Sgaravato srl ci parla delle migliori modalità con cui realizzare una strategia di comunicazione, dei vantaggi derivanti dall’esternalizzazione di questa attività e dell’impatto delle neuroscienze sul mondo della comunicazione e del marketing in generale.

strategia di comunicazione

Quali sono gli step fondamentali da non trascurare quando si realizza una strategia di comunicazione affinché questa risulti efficace?

Senza dubbio è essenziale partire da un’attenta analisi sia del prodotto che dell’intero contesto nel quale esso andrà collocato, in modo da avere chiaro l’ambiente in cui si andrà ad agire.

A fianco a questa è necessaria un’analisi del target obiettivo e dei suoi processi decisionali: solo capendo come il target reagisce a determinati stimoli, si possono tarare efficacemente la strategia di comunicazione e le conseguenti azioni.

È fondamentale inoltre definire gli attori del processo comunicativo, stabilendo chi deve fare cosa, così da chiarire poi in maniera dettagliata come arrivare all’obiettivo, in quali tempi e con quali risorse.

In che senso una consulenza esterna può risultare vantaggiosa per l’azienda?

Il vantaggio principale è sicuramente quello di avere qualcuno che osserva l’azienda dall’esterno, quindi con maggiore oggettività, il che permette di valutare l’immagine reale e percepita dell’impresa, capirne i punti di forza e di debolezza.

La consulenza esterna risulta poi ulteriormente efficace in quanto può avere maggiore discrezionalità di azione rispetto a una figura interna, che può invece essere condizionata dalle relazioni o da eventuali vincoli che possono esistere all’interno dell’azienda.

Qual è il valore aggiunto che se ne può ricavare? Quali i fattori di rischio cui prestare attenzione?

Tra i valori aggiunti c’è sicuramente il fatto di avere una struttura che opera in diversi canali e in diverse realtà, per cui con una visione a 360° e non focalizzata esclusivamente sul bene o servizio proposto dalla singola azienda.

Le diverse esperienze e informazioni diventano un ulteriore plus che la struttura esterna può offrire alla singola azienda, senza contare poi che la struttura esterna porta all’azienda un intero team di consulenti esperti in materia, che sicuramente possono fare di più rispetto a una o due figure interne perché sfruttano la sinergia tra i diversi attori del marketing e della comunicazione.

I rischi non sono molti, l’unico potrebbe essere quello di sbagliare struttura, scegliendone una non in grado di capire i bisogni dell’azienda o di lavorare in modo efficiente ed efficace per raggiungere gli obiettivi prestabiliti.

Bisogna tener presente inoltre che la struttura esterna può sempre essere cambiata qualora ci fossero problemi, mentre diventa più difficile sostituire o fare degli upgrade nella struttura interna.

In che modo le teorie sviluppate nell’ambito delle neuroscienze possono essere utili per realizzare una strategia di comunicazione efficace?

La domanda stessa dà la risposta: sapere qual è il processo decisionale di un target obiettivo, e questo si scopre solo applicando le neuroscienze e le scienze comportamentali, ci permette di creare strumenti comunicativi che arrivano in maniera efficace al target e lo portano alla conversione.

L’obiettivo non è tanto creare una comunicazione “bella”, ma creare azioni comunicative e di marketing efficaci, e l’efficacia si misura nella propensione del target ad uscire dal “mi piace” per arrivare al “lo voglio”, cioè alla decisione di acquisto.

Quali sono le principali tecniche, mutuate dal mondo delle neuroscienze, che vengono utilizzate a tal fine?

L’elemento principale è l’analisi del processo decisionale, a cui va abbinata l’analisi del contesto; poi ci sono strumenti e test preventivi per capire gradimento, associazioni mentali spontanee o guidate, e ci sono apparecchiature come gli eyes-tracker, che permettono di individuare dove va lo sguardo per esempio sul packaging o su pagine web.

Da ultimo ci sono tutte le attività svolte in laboratorio, con rilevamento di pulsazioni nervose, piuttosto che battito cardiaco o sudorazione, però qui siamo già a un livello superiore, che ci permette di arrivare ad avere degli elettroencefalogrammi durante la somministrazione di stimoli.

Ovviamente questi strumenti non possono essere applicati meccanicamente, ma devono essere abbinati a delle conoscenze specialistiche, così da applicare il singolo strumento dove serve e interpretarne correttamente i risultati al fine di elaborare la strategia più adatta.

strategia di comunicazione

Ringraziamo molto il Dott. Sgaravato per la disponibilità a rispondere alle nostre domande.

Condividi l'articolo:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin
Pubblicato il da Maria
Postato in: Marketing
Articoli correlati:

CODICI E CODICILLI - Madrelingua traduttrice, proofreader, ed insegnante di inglese e italiano

Traduzioni a Firenze
scritto da Roberto S il 20/11/2017
Mi sono avvalso di Eleonora Harris per la traduzione in inglese del nostro sito web aziendale. Oltre all'indubbia capacità tecnica ho potuto...

GS di Simonelli Giacomo

Idraulico a San Secondo Parmense
scritto da Maddalena B il 20/11/2017
Bravissimo Giacomo che ha risolto il problema in brevissimo tempo con un'ottimo risultato! da ricontattare sicuramente se dovessi averne anc...

Antennista elettricista

Elettricista generico a Ciampino
scritto da Cristian V il 20/11/2017
Sono stati professionali, rapidissimi, e hanno risolto brillantemente il problema. Trattamento economico e giusto, mi hanno poi offerto un m...

Luca Gomiero

Rifacimento intonaco pareti a Treviso
scritto da Vukadinovic M il 20/11/2017
Che dire... non potevo fare una scelta migliore! Ho contattato Luca per l'isolamento di una terrazza e la dipintura interna di casa. Il lavo...

Birolini manutenzioni srl

Manutenzione o revisione caldaia a Bergamo
scritto da Mara I il 19/11/2017
Eccellente servizio, puntuale, preciso e professionale. Il preventivo è stato chiaro ed il tecnico molto corretto nella spiegazione e applic...

Bolzonella Andrea posa levigatura e restauro pavimenti e scale in legno

Lucidatura parquet a Dolo
scritto da Antonio M il 19/11/2017
Bolzonella Andrea, ottimo artigiano è un vero professionista del parquet, competente, serio, gentile e puntuale ha eseguito la lamatura, st...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Come funziona ProntoPro

Fai la richiesta
1

Fai la richiesta

Indica di che cosa hai bisogno in pochi click.
Confronta i preventivi
2

Confronta i preventivi

In poche ore riceverai fino a 5 preventivi personalizzati.
Scegli il professionista
3

Scegli il professionista

Scegli il professionista più adatto a te dopo aver confrontato le offerte e consultato i profili.