Alberto Ferrari professionista ProntoPro

Massaggiatore Alberto Ferrari

1 2 3 4 5
2 Recensioni

Informazioni

La mia formazione parte da lontano, inizialmente con la scoperta della medicina cinese e delle tecniche di massaggio shiatsu. Successivamente, dopo aver conseguito l'attestato abilitante ... Leggi tutto di massoterapista, l'attenzione si sposta sulle tecniche di riequilibrio posturale secondo il metodo Raggi. Mi piace considerare il cliente nella sua globalità. Pratico ogni tipo di massaggio: decontratturante, sportivo, rilassante; trattamenti shiatsu e tecniche di riequilibrio posturale ad approccio globale. L'obiettivo della seduta di riequilibrio posturale è quello di capire perchè dell'insorgenza del dolore/malessere che genera una postura errata e cercare di eliminare la causa.

8 Anni di attività
1 Dipendenti

Recensioni

5.0
1 2 3 4 5
2 Recensioni
Francesca F.
1 2 3 4 5
2 anni fa
Un professionista attento , preciso, onesto. Mi sono rivolta a lui per un problema al ginocchio che mio marito si trascinava da tempo e che grazie ai suoi trattamenti e esercizi da ... Leggi tutto fare a casa ha risolto...utilissimo anche come trattamenti preventivi per una come me predisposta a dolori di schiena
Serena A.
1 2 3 4 5
2 anni fa
serio e affidabile

Foto

Posizione

Pin
Via Roma, Gussago, BS, Italia

Intervista

  • Cosa ti differenzia dai tuoi diretti concorrenti?

    Il lavoro costante di ricerca della causa del problema.

  • Cosa ti piace del tuo lavoro?

    Riuscire a capire il cliente e farlo stare meglio

  • Quali domande ti fanno di solito i clienti e come rispondi?

    Quante sedute servono? Non sono abituato ad un lavoro standard, il numero dipende da tanti fattori e si concorda strada facendo con il cliente

  • Hai qualche informazione particolare che vuoi condividere sul tuo lavoro?

    Le sedute non sono dolorose ma serve impegno da entrambe le parti

  • Hai qualche esperienza che ti piacerebbe condividere?

    Un giorno si presentò in studio un ragazzo con la passione del trail running. Riferiva dolore nella zona della bandelleta ileo tibiale dx. Sembrava il classico problema di chi corre troppo, ma le terapie strumentali tradizionali non hanno avuto riscontro. Nell'analisi posturale si notava il polpaccio destro "diverso" rispetto al sinistro. Nell'osservazione della cute riscontrai una cicatrice rossa in prossimità del malleolo interno (un cane 15 gg prima dell'insorgere del dolore al ginocchio lo aveva morso). Trattata la cicatrice con il metodo decompensato nel giro di una settimana il ragazzo è tornato a correre senza dolore.