Alessandra Accurso professionista ProntoPro

Alessandra A.

Informazioni

mi chiamo Alessandra vivo a Napoli, sono una professionista della salute, mi occupo di Gestalt e analisi transazionale in altre parole faccio la " strizzacervelli" :) mi sono laureata ... Leggi tutto in psicologia clinica e tutela della salute all'università di Roma "la Sapienza" ho condotto un master in psicologia della gestalt e analisi transazionale ho studiato gestalt con il maestro claudio naranjo e ho preso parte al programma SAT attualmente mi sto specializzando in psicoterapia sistemico relazionale. Il mio lavoro è anche la mia passione ed è per questo motivo che ho avuto tanti riscontri in ambito professionale con lo sviluppo di diversi progetti. credo che i vantaggi del fare un percorso di crescita personale vadano nella direzione di aumentare il benessere ed anche di avere la sensazione che la vita non stia passando invano, trovare un senso, la motivazione e la forza che ci serve per affrontare le nostre paure. Lavoro con la persona che si trovi in un momento difficile o che voglia capire più profondamente se stessa. il discorso è ampio e non riducibile a poche righe. lo studio in cui lavoro in particolare si occupa del disturbo del comportamento alimentare e integra varie professionalità. tuttavia il sintomo alimentare come qualunque altro è come se fosse un opportunità di guardare più profondamente quello che la persona non vede e che gli viene esposto attraverso il corpo o attraverso comportamenti che la persona sente distruttivi per se stessa, come ad esempio attacchi fobici, crisi depressive e così via.

Verificato
Verificato
10 Anni di attività

Recensioni

Nessuna recensione

Foto

Posizione

Pin
Via Macedonio Melloni, Napoli, NA, Italia

Intervista

  • Cosa ti differenzia dai tuoi diretti concorrenti?

    sono una persona che ha lavorato e lavora molto su di se. sono in continua formazione anche perché credo che in quest'ambito(come forse in tutti) non si finisca mai di imparare. sono giovane e molto entusiasta, entusiasmo che purtroppo vedo decrescere in alcuni miei colleghi negli anni.

  • Cosa ti piace del tuo lavoro?

    le relazioni che si instaurano con le persone. il contatto umano autentico, l'intenzione di aiutare un altro essere umano seppur ambiziosa è qualcosa che mi riempie di gioia.

  • Quali domande ti fanno di solito i clienti e come rispondi?

    la classica domanda è: "quante sedute ci vorranno per risolvere il mio problema?" dipende da due cose. la paura del paziente e la paura del terapeuta. essendo una relazione dipende da quanto entrambi sono disposti a mettersi in gioco. la messa in gioco è soggettiva e varia da relazione a relazione. per cui spesso sento dire "sono andata/o da quello ma non mi è piaciuto proprio", la verità credo è che non sei piaciuto/a neanche tu a lui/lei. quindi credo che l'autenticità sia importante. se il paziente o il terapeuta sente che c'è qualcosa che non va è sempre meglio parlarne e capire se si è fatti l'uno per l'altro. più di ogni altro strumento teorico è la relazione che cura!